Centrale doganale di Singen
Uno degli strumenti contrabbandati.
ARGOVIA
04.01.19 - 16:180

Contrabbandano 21 pianoforti, due uomini fermati in dogana

I due hanno dovuto versare una cauzione di oltre 2800 franchi

BAD ZURZACH - I doganieri tedeschi hanno fermato domenica scorsa due uomini residenti in Svizzera che da Bad Zurzach, in Argovia, hanno contrabbandato 21 pianoforti verso la Germania. I due hanno dovuto versare una cauzione di 2500 euro (oltre 2800 franchi).

I due, entrambi cittadini dell'Europa dell'est, si sono presentati domenica al valico doganale di Rheinheim, sulla sponda tedesca del Reno, a bordo di un furgone su cui erano caricati sette pianoforti usati, indica oggi in una nota la centrale doganale di Singen (D).

Essendo sprovvisti dei documenti necessari per lo sdoganamento, i due hanno dichiarato di voler tornare al loro luogo di residenza e recuperare le carte. I doganieri si sono però insospettiti e si sono recati all'indirizzo di destinazione, in Germania, indicato dai due uomini.

Arrivati sul posto hanno trovato i due intenti a scaricare i sette pianoforti. I doganieri li hanno interrogati ed hanno scoperto che due giorni prima i due uomini avevano contrabbandato altri quattordici pianoforti in Germania. Per la mancata notifica dei 21 pianoforti, che hanno un valore complessivo di 10'000 euro, i due contrabbandieri hanno dovuto pagare 2500 euro come cauzione per le previste multe.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
VIDEO
ZURIGO
1 ora

Un'enorme pozza di sangue sul tram, è mistero sulle cause

La vicenda è avvenuta attorno alla mezzanotte di domenica sul tram numero 2 della città di Zurigo. La compagnia di trasporti: «Oltre 2000 orme insanguinate». La polizia: «Stiamo indagando»

ZURIGO
3 ore

I costi della salute crescono? Ha la febbre e chiama l’ambulanza

L'uomo, che aveva 37,8, ha aspettato i soccorritori sulla porta di casa ed è subito montato sul mezzo di soccorso. «Ho preso una pastiglia, ma la temperatura non scendeva»

GRIGIONI
4 ore

Precipita per 200 metri sotto gli occhi del marito

La vittima è una 52enne che stava scalando la cima del Piz Arlos, sopra Savognin

SVIZZERA
5 ore

Implenia: interrotti i colloqui fra Cda e azionisti attivisti

Si sta trattando la possibile scissione fra le varie attività del conglomerato

SVIZZERA
5 ore

Alle FFS mancano ancora macchinisti

Dei bus sostitutivi sono stati impiegati per il trasporto dei passeggeri sulla linea fra Olten (SO) e Sissach (BL)

SVIZZERA
7 ore

Quei clienti insoddisfatti che sul web insultano le prostitute

E lo fanno nel peggior modo possibile: in anonimato e su un forum online, rovinando le loro carriere e mettendole realmente in pericolo

ZURIGO
8 ore

Recensioni fake nello shopping online, è iniziata la guerra

Amazon investe 400 milioni di dollari per «proteggere i clienti dalle recensioni fake e dalle frodi». Perchè ormai è un dato di fatto: i feedback dei clienti determinano l’acquisto di un prodotto

SVIZZERA
9 ore

Candidature senza risposta: «È un comportamento sfacciato»

In un caso su due le aziende non si fanno più vive, spesso nemmeno dopo un colloquio. Lo rivela uno studio di Jobcloud

GRIGIONI
17 ore

Quando la selvaggina è contaminata ma il cacciatore non te lo dice

E te la vende. Si sbagliano in molti, come confermano le autorità grigionesi, ma non per malizia: «Spesso hanno dubbi o sono troppo orgogliosi»

VALLESE
17 ore

Ritrovata la carcassa di un'auto nel Rodano: è quella del dramma di Chamoson?

Le lamiere rinvenute nei pressi di Leytron potrebbero appartenere al veicolo travolto dalla piena di un ruscello più di due mesi fa. A bordo vi erano un uomo di 37 anni e una bimba di 6

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile