ZURIGO
11.11.18 - 14:360
Aggiornamento : 18:10

Non entrano alla festa e si riversano per strada: interviene la polizia

Un 14enne è stato arrestato per avere lanciato contro gli agenti anche sassi, bottiglie e petardi

ZURIGO - Un party privato dal quale vengono escluse un centinaio di persone, alle quali viene chiusa la porta in faccia. Loro decidono quindi di occupare la strada e fare casino. Non è la trama di un nuovo film in stile “Project X”, ma quanto accaduto nella serata di ieri nel Distretto 9 di Zurigo.

«L'invito alla festa era stato diffuso su Snapchat. I minori di 15 anni non erano ammessi - ha spiegato a 20 Minuten uno dei ragazzi che ha partecipato al party -. Ma c'era troppa gente, in pochissimo spazio eravamo sicuramente più di 300. Quindi qualcuno ha iniziato a dire che bisogna uscire, che era tutto finito, tutto annullato».

L'agitazione è proseguita all'esterno, sulla Aargauerstrasse, dove è stato richiesto poco prima delle 22 l’intervento della polizia. Ma quando gli agenti sono arrivati sul posto, una parte degli “esclusi” ha mostrato il disappunto per essere rimasti fuori dalla festa e ha iniziato a lanciare - secondo il comunicato della polizia - bottiglie, sassi e petardi.

Nessuno è rimasto ferito e la maggior parte dei ragazzi che si trovavano in strada si è lentamente allontanata. Un 14enne è finito in manette ed è stato portato via dalla polizia.

A chiamare la polizia è stata la padrona del locale, preso in affitto - secondo quanto spiegato a 20 Minuten - per una festa di compleanno. «Quando sono arrivata ho visto un sacco di gente che si precipitava all'interno. C'erano degli alcolici e nessuno che controllasse la situazione. Ho spento la musica e acceso la luce. Ma considerato che neppure questo li ha fermati, ho telefonato alla polizia».

Anche la ragazza che aveva organizzato il party pare si sia fatta viva, ancora tramite Snapchat: «Non darò mai più una festa. Ve lo giuro. Grazie a quei pochi che sono riusciti a rovinare tutto».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
19 min
Raddoppiano contagi e ricoveri, aumentano i morti
La percentuale dei tamponi effettuati ieri risultati positivi è del 19,8%.
SVIZZERA
1 ora
Brivido nei cieli: gli F/A-18 non potevano vedere l'elicottero
Sono terminate le indagini relative a un pericoloso avvicinamento che ha avuto luogo nel 2018 sopra il lago di Zurigo
SVIZZERA / GERMANIA
1 ora
800 robot di ABB in viaggio: direzione Volkswagen
La commessa porterà alla produzione di veicoli elettrici nella sede di Hannover
SVIZZERA
2 ore
Credit Suisse abbraccia Axa per lanciarsi nelle assicurazioni
La collaborazione permetterà a Credit Suisse d'integrare soluzioni assicurative nel suo servizio digitale
SVIZZERA
2 ore
Riparabile o no? «Ditelo nell'etichetta»
In un sondaggio i consumatori chiedono un'etichettatura diversa per computer e smartphone
GINEVRA
4 ore
Due reinfezioni da Covid-19 segnalate a Ginevra
Le autorità non hanno ancora confermato ufficialmente questa circostanza
SVIZZERA
4 ore
Coronavirus: Nestlé non si fa scalfire
Il colosso alimentare ha registrato una crescita organica del 3,5% nei primi nove mesi dell'anno.
GINEVRA 
17 ore
Gli ospedali universitari attivano il dispositivo di gestione delle crisi
Raddoppiato in pochi giorni il numero di infetti.
SVIZZERA
17 ore
«Stiamo volando a vista invece di pianificare le prossime mosse»
L'idea è sapere in anticipo quali restrizioni entreranno in vigore a partire da quale soglia di gravità della situazione
SVIZZERA
20 ore
Test rapidi: risultati affidabili in 15 minuti
Dal 25 settembre Unisanté sta conducendo uno studio sui test rapidi.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile