meteocentrale.ch
SVIZZERA
29.10.18 - 18:280
Aggiornamento : 30.10.18 - 08:55

Pioggia, vento e neve: è allerta

In Ticino, Grigioni e Vallese vi è il più grande pericolo di inondazioni e di colate di detriti. I livelli di pericolo dei fiumi Maggia e Ticino, dei laghi Maggiore e di Lugano sono 2 su 5

BERNA - Intense precipitazioni con venti tempestosi hanno colpito tra ieri e oggi soprattutto Ticino, Grigioni e Vallese. Diverse strade sono bloccate e la linea ferroviaria dell'Oberalp tra Andermatt (UR) e Tschamut-Selva (GR) è interrotta. Alcuni passi alpini sono stati chiusi.

Secondo l'ultimo bollettino sui pericoli naturali della Confederazione, in Ticino, Grigioni e Vallese vi è il più grande pericolo di inondazioni e di colate di detriti. Le piogge e le nevicate sul versante sud delle Alpi e nelle regioni confinanti a nord continueranno fino a domani mattina. In particolare l'Alto Vallese e il Ticino restano a un grado 4 su 5 per l'intensità delle precipitazioni, indica l'Ufficio federale di meteorologia e climatologia (MeteoSvizzera).

Oltre alle precipitazioni abbondanti sono attesi anche venti tempestosi. Punte di 160 km/h sono possibili sulla cresta alpina, aggiunge MeteoSvizzera: questa regione come il sud delle Alpi e le Prealpi sono esposte a un grado di pericolo 3 su 5.

I livelli di pericolo dei fiumi Maggia e Ticino, dei laghi Maggiore e di Lugano sono 2 su 5. Anche nella regione del Sempione (VS) si temono inondazioni.

Pericolo di colate di detriti - Da sabato a mezzanotte a lunedì mattina nel Ticino occidentale sono caduti fino a 250 litri di pioggia per metro quadrato e fino a 170 litri nel restante versante sudalpino, in Alta Engadina (GR), nella regione del Sempione e nel resto dell'Alto Vallese. Nei Grigioni al di sopra di circa 1400 metri sono stati misurati localmente almeno 50 centimetri di neve fresca.

Il terreno è stato saturato dall'acqua delle forti piogge. La Confederazione mette quindi in guardia da frane improvvise e da cadute massi. In particolare sono in allerta le autorità vallesane. In 35 comuni la popolazione è chiamata a prestare particolare attenzione, hanno riferito a Keystone-ATS le autorità cantonali. Nelle prossime ore potrà rendersi necessario effettuare evacuazioni localmente.

Condizioni stradali precarie - La tratta ferroviaria tra Tschamut-Selva e Andermatt rimarrà chiusa almeno sino al termine del servizio questa notte. Secondo la compagnia Matterhorn Gotthard Bahn (MGBahn) a causa della chiusura del passo dell'Oberalp non sono possibili trasporti sostitutivi. In serata è stata inoltre interrotta la tratta ferroviaria tra Fiesch e Oberwald in Alto Vallese: per il trasporto dei passeggeri si è fatto ricorso a bus.

In altre zone dell'arco alpino colpite da piogge persistenti, le strade sono chiuse a causa del pericolo di valanghe e di caduta massi.

L'inizio dell'inverno ha impegnato intensamente anche le squadre per lo sgombero della neve. Queste erano occupate anche a rimuovere rami e alberi caduti sulle strade.

Le intense nevicate del fine settimana hanno portato anche alla chiusura per la pausa invernale - da oggi a mezzogiorno - di San Gottardo, Furka (UR/VS), Klausen (UR/GL) e Susten (UR/BE). Temporaneamente chiusi per motivi di sicurezza i passi grigionesi dell'Albula, dell'Umbrail (GR/I), dello Spluga (GR/I), del Lucomagno e dell'Oberalp.

Nel 2017 la Furka e il Susten erano stati chiusi più o meno nello stesso periodo. Per il San Gottardo e il Klausen il provvedimento era stato preso otto giorni più tardi. Sono dieci anni che il passo del San Gottardo non è più stato chiuso al traffico alla fine di ottobre.

TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
«In arrivo un'ondata di fallimenti»
È cupa la previsione di Heinz Karrer, Presidente di economiesuisse
GLARONA
1 ora
La terra trema ripetutamente nelle Alpi glaronesi
La scossa più forte è stata avvertita nella giornata di martedì
GINEVRA
1 ora
«Covid-19 come la peste, non finirà mai»
«La medicina ha fatto una figuraccia; sbagliato dare agli scienziati un credito illimitato».
VAUD
10 ore
Con l'app di tracciamento l'attenzione sulla Svizzera è alta
Il sistema decentralizzato DP-3T attira l'attenzione di molti paesi per la protezione della privacy
SVIZZERA
12 ore
Telelavoro: detective a caccia di dipendenti indisciplinati
Non mancano le aziende che chiedono ad agenzie investigative di sorvegliare i propri collaboratori
SVIZZERA
17 ore
"Mister Covid-19" esce di scena: «È un buon momento per partire»
Dopo alcuni mesi di "lavoro straordinario", Daniel Koch va in pensione «con sentimenti positivi».
ZURIGO
18 ore
Aeroporti e compagnie aeree pronti alla grande ripresa dei viaggi
Swiss ed Edelweiss intendono ricominciare a proporre numerosi collegamenti nelle prossime settimane
SVIZZERA
19 ore
Helvetas: donazioni da record nel 2019, ma occhio al Covid
Grazie ai donatori, l'anno scorso Helvetas ha potuto aiutare 3,8 milioni di persone
GINEVRA
19 ore
EasyJet: «I dipendenti sono sotto shock»
I sindacati deplorano l'annuncio, definito «brutale», della soppressione degli impieghi
SVIZZERA
19 ore
Pernottamenti in calo, il KOF prevede un'ondata di fallimenti
Al momento 200'000 dipendenti si trovano in situazione di lavoro ridotto, e si temono licenziamenti sul lungo periodo
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile