Tipress
ZURIGO
19.10.18 - 14:280

Pena maggiorata per il pedofilo che abusò di otto bambini

Il 53enne è stato condannato a 10 anni di carcere

ZURIGO - Il Tribunale superiore zurighese ha leggermente accresciuto oggi in appello, a 10 anni di carcere, la pena a carico di un 53enne svizzero, accusato di aver abusato nel corso di 20 anni di otto bambini. L'anno scorso il Tribunale distrettuale di Dietikon lo aveva condannato a 9 anni e 4 mesi di prigione. Le parti possono ancora ricorrere al Tribunale federale.

Tipografo di formazione, l'uomo - arrestato a fine gennaio 2015 dopo essere stato denunciato da due sue vittime - era animatore nell'organizzazione giovanile Cevi Schweiz (Unions chrétiennes suisses in francese, YWCA YMCA Switzerland in inglese; manca una denominazione in italiano). Egli cercava le sue vittime, tutti ragazzini molto timidi, in famiglie con problemi di varia natura, secondo la procuratrice incaricata del caso. Al processo di primo grado l'accusa aveva chiesto 13 anni di carcere, mentre la difesa auspicava una pena di tre anni al massimo in parte con la condizionale.

Gli abusi sono avvenuti tra il 1994 e il 2014, essenzialmente in casa dell'imputato, ma in singole occasioni anche a Einsiedeln (SZ), durante vacanze in Spagna e in un hotel in Germania. In genere gli atti sessuali sono cominciati quando i bambini avevano circa otto anni e in alcuni casi sono continuati fino a che avevano raggiunto i 14-15 anni. Nell'abitazione dell'animatore gli inquirenti hanno trovato migliaia di immagini e film a carattere pedopornografico. Secondo quanto è emerso nell'inchiesta l'uomo si faceva amici i genitori e ne conquistava la fiducia. "Con almeno una delle madri" ha anche avuto una relazione.

Il Tribunale superiore ha confermato in gran parte la sentenza di quello di primo grado del maggio 2017, contro i quali sia l'accusa che la difesa avevano presentato ricorso. L'imputato è stato ritenuto colpevole di ripetuti atti sessuali con fanciulli, coazione sessuale, pornografia e altri reati. Dovrà anche versare risarcimenti alle vittime e accollarsi le spese giudiziarie.

Interrogato oggi in aula, ha assicurato che la terapia ordinata dal tribunale distrettuale gli giova molto: grazie ad essa si è reso conto del male fatto alle sue vittime. Ciò non gli è tuttavia bastato per ottenere una riduzione della pena.

TOP NEWS Svizzera
FOTO
VALLESE
1 ora
Cinquant'anni fa la valanga su Reckingen, morirono 30 persone
La neve spazzò case e accantonamenti militari nel piccolo villaggio dell'Alto Vallese
BERNA
15 ore
Doping, c'è anche un medico svizzero nello scandalo Aderlass
L'uomo avrebbe fornito una sostanza proibita tra il 2012 e il 2013
SVIZZERA
15 ore
Come proteggersi dal coronavirus
Un reminder sulle precauzioni da prendere per evitare il contagio
BERNA
18 ore
Il Coronavirus avanza, le autorità svizzere guardano
Da Berna nessuna ulteriore misura. Silenzio in Ticino. Il virologo: «Sbagliate le previsioni tranquillizzanti»
FRIBURGO
19 ore
Contro un palo con la slitta, finisce in ospedale
È accaduto a Schwarzsee. La donna ha subito gravi lesioni alla testa e alla colonna vertebrale
SONDAGGIO
SVIZZERA
20 ore
Macché data di scadenza? Lidl introduce l'etichetta "Spesso buono oltre"
Accompagnerà la dicitura "Da consumare preferibilmente entro", che non è una data di scadenza
APPENZELLO ESTERNO
20 ore
Centauro sfreccia a 147 km/h in una zona 80
Multa salatissima, ritiro patente e denuncia per un 54enne pizzicato da un controllo di velocità
FOTO
VALLESE
1 gior
Una targa per restare vigili contro gli abusi
È stata la vittima di un ex insegnante, religioso e allenatore di calcio, a chiederne la posa
SVIZZERA
1 gior
Stop alla quarantena per gli svizzeri della MS Westerdam
Un'americana che si trovava sulla nave è stata trovata infetta. Ma «non vi sono state trasmissioni del virus»
VAUD
1 gior
Che fine hanno fatto le gemelline Schepp?
La mamma delle due ragazze vodesi lancia un nuovo appello a Chi l'ha Visto
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile