lettore 20 minutes
VAUD
27.09.18 - 17:420

Sassi contro il treno: «Pensavamo ci stessero sparando»

Il fatto è avvenuto martedì sulla tratta tra Vevey e Montreux. Due finestrini sono andati in frantumi

AIGLE - «Eravamo tranquillamente seduti nel vagone quando, all’improvviso, abbiamo sentito due spari. Il vetro al nostro fianco è stato colpito ed è andato in frantumi», ha raccontato a 20 minutes un giovane vallesano, ancora sotto choc. Il ragazzo si trovava a bordo del convoglio partito poco dopo le 15 di martedì da Vevey in direzione di Montreux.

Il treno ha proseguito la corsa fino alla stazione di Aigle, dove i passeggeri del vagone colpito - nel frattempo invaso dai cocci di vetro - sono stati fatti scendere. In quel momento alcuni agenti hanno potuto appurare che a colpire il convoglio non sono stati dei proiettili ma alcuni sassi. «Non sappiamo con cosa siano stati lanciati. Sarà aperta un’inchiesta per chiarirlo», ha dichiarato la polizia cantonale vodese, spiegando però che si è probabilmente trattato di un semplice atto di vandalismo.

A provocare confusione e panico è stato probabilmente l’effetto di cassa di risonanza all’interno del vagone. «Impatti di lieve entità possono essere percepiti come se fossero esplosioni. Numerosi passeggeri ci hanno chiamato segnalando spari», hanno proseguito le forze dell’ordine.

L’incidente - escludendo qualche piccolo taglio - non ha fortunatamente provocato ferimenti. E nonostante tutto, i passeggeri hanno potuto raggiungere la propria destinazione con solo 8 minuti di ritardo rispetto all’orario previsto.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
6 ore
Raiffeisen, nuove strutture per voltare pagina
Le singole banche potranno fare sentire maggiormente la loro voce presso la sede centrale. Ogni banca disporrà di un voto nelle future assemblee generali
VAUD
8 ore
In Romandia arriva il “tutor” e il web s’infiamma
La polizia ha annunciato la messa in servizio di un radar che controlla la velocità su una porzione della semi-autostrada tra Orbe e Vallorbe (VD)
SVIZZERA
12 ore
Se fai il macchinista ti diamo 10mila franchi in più
Per far fronte alla carenza di macchinisti, le FFS hanno lanciato una campagna di promozione. Che prevede ad esempio un ritocco verso l'alto della busta paga durante la formazione
FOTO E VIDEO
GINEVRA
13 ore
Attivisti per l'ambiente bloccano il terminal dei jet privati
«Vogliamo denunciare questo mezzo di trasporto assurdo», urlano a gran voce. «Un aereo privato emette CO2 per passeggero venti volte superiori a quelle di un normale aereo di linea»
SVIZZERA
15 ore
Presidenza del Nazionale, nel 2022 toccherà ai Verdi
È quanto hanno deciso ieri i capigruppo in Parlamento dei differenti partiti. Saranno i popolari-democratici a saltare il turno
ARGOVIA
16 ore
Tredici ladri arrestati, uno è scomparso nel Reno
Circa 130 agenti hanno collaborato al fermo di alcuni presunti scassinatori. A Frick gli occupanti di un'auto sono fuggiti tuffandosi nel Reno. Di uno di loro si sono perse le tracce
SVIZZERA
18 ore
Deceduto l'ex ambasciatore Benedict de Tscharner
Nato nel 1937, ha svolto una lunga carriera diplomatica che lo ha portato a Vienna e Bruxelles e infine a Parigi, dove ha rappresentato la Svizzera dal 1997 al 2002
SAN GALLO
1 gior
Auto contro un Piranha dell'esercito
I dieci militari sono rimasti illesi, mentre l'85 a bordo del veicolo è stata trasportata in ospedale in gravi condizioni
SVIZZERA
1 gior
L'invecchiamento rallenta il benessere
Quando la generazione del baby boom andrà in pensione, gli over 65 passeranno dal 30% del 2017 al 48% del 2045
BERNA
1 gior
«L'economia svizzera rallenterà»
Ne hanno preso atto i partiti di governo (Udc, Plr, Ppd e Ps) in un incontro tenutosi oggi nella capitale
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile