Keystone
TURGOVIA
16.08.18 - 17:430

Dopo i falsi nipoti e i falsi poliziotti, i falsi Ceo

Una ditta turgoviese è stata truffata ed alleggerita di circa 80'000 euro

FRAUENFELD - Dopo i falsi nipoti e i falsi poliziotti sono arrivati anche i falsi CEO: nel canton Turgovia ignoti truffatori sono riusciti ad alleggerire una ditta di circa 80'000 euro.

Il caso risale al mese di maggio ma è stato rivelato soltanto oggi dalla polizia cantonale, che esorta le aziende a fare attenzione. Gli ignoti truffatori hanno contattato con una email ben contraffatta la segretaria di una ditta turgoviese inducendola a credere che fosse stata spedita dal direttore dell'azienda e a trasferire la somma indicata su un conto bancario all'estero.

La donna ha eseguito l'ordine, convinta che la somma servisse all'acquisto di macchine tecniche per l'azienda. Solo successivamente è risultato che si trattava di una email contraffatta secondo lo schema detto "trucco del falso CEO".

Questa pratica truffaldina ricorda quella del "falso nipote" e del "falso poliziotto" le cui vittime ormai non si contano più in Svizzera, con danni complessivi milionari, ma in questo caso ad essere presi di mira non sono ingenui anziani ma aziende. I truffatori contattano via mail per lo più segretarie e dipendenti della contabilità, spacciandosi in modo convincente per direttori o delegati con potere decisionale e spiegando loro che devono effettuare rapidamente e in modo discreto un trasferimento di denaro.

La nuova forma di truffa era già stata segnalata all'inizio di novembre 2016 della polizia cantonale di Zugo, secondo la quale diverse imprese erano state raggirate nei giorni precedenti in tal modo, con una perdita di decine di migliaia di franchi.

La polizia turgoviese indica che già lo scorso novembre era stata truffata nello stesso modo - allora per poco meno di 60'000 euro - una ditta con sede nel cantone. Alle imprese si consiglia di sensibilizzare il loro personale, ai dipendenti di verificare l'indirizzo email del mittente e di contattare personalmente o telefonicamente i "veri" committenti o i superiori.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
fakocer 1 anno fa su tio
Sarebbe però il massimo che una falsa Sommaruga emanasse l'ordine "fuori tutti" e la mossa si realizzi davvero. E l'autentica Sommaruga venisse poi premiata....
lo spiaggiato 1 anno fa su tio
Ma pensa te, come se non bastassero i poliziotti veri... ora ci sono pure quelli falsi... mah...
GI 1 anno fa su tio
wow.....possibile che ci siano persone che possono disporre così "facilmente" di denaro ????
TOP NEWS Svizzera
BERNA
15 ore
«Questo virus non scomparirà più dalla nostra vita»
Gli esperti hanno evidenziato strategie e obiettivi della tracciabilità del virus. Obiettivo: Scoprire ogni singolo caso
SVIZZERA
17 ore
Coronavirus: 10 nuovi casi e un decesso in Svizzera
Il numero di contagi in Svizzera dall'inizio dell'emergenza sale a 30'746
FOTO
SVIZZERA
17 ore
Una promozione felina nell'esercito
Lili ha meritato le mostrine «per il suo efficiente servizio in favore della truppa».
SVIZZERA
18 ore
Gli averi a vista della BNS continuano a salire, ed è record storico
Ed è la 19esima volta di fila per il valore più elevato mai raggiunto, e non è detto che sia una cosa positiva
VAUD
19 ore
Crediti Covid trasferiti all'estero: sospetti di una frode milionaria
Il Ministero pubblico vodese ha avviato un'inchiesta. Una persona si trova in detenzione preventiva
SVIZZERA
19 ore
«Con l'auto il rischio di morte è 59 volte maggiore»
L'Ufficio federale dei trasporti ha pubblicato il suo ultimo rapporto sulla sicurezza dei trasporti pubblici
SVIZZERA
20 ore
Settore secondario: produzione ancora in crescita, cifre d’affari in calo
La pandemia ha avuto ripercussioni sui risultati di febbraio e marzo
ZURIGO
21 ore
Coronavirus e rimborsi, il direttore di Hotelplan critica Swiss
«Ha preso soldi dai clienti e poi ha bloccato unilateralmente il rimborso nei suoi sistemi»
BERNA
21 ore
«Servono più scorte mediche»
Jürg Schlup, presidente FMH, ritiene il materiale sanitario debba tornare ad essere prodotto in Svizzera ed Europa
BERNA
23 ore
Coronavirus: togliere alla lotta all'alcolismo per dare ai bar?
A Berna si pensa alla sospensione della tassa sugli alcolici. L'idea non piace alle associazioni contro le dipendenze.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile