LUCERNA
13.08.18 - 16:360
Aggiornamento : 18:52

Fingono di aggredire il padre, uno scherzo che rischia di costar caro

La polizia di Lucerna è intervenuta ieri a Kriens dopo la segnalazione di alcuni testimoni. Si trattava però di una burla. Ora chi si accollerà i costi dell'intervento?

LUCERNA - Per fare uno scherzo al padre due giovani hanno simulato un assalto contro di lui ieri pomeriggio su un sentiero presso Kriens, vicino a Lucerna. Ignari testimoni hanno allertato la polizia, il cui intervento potrebbe ora costare caro ai due ragazzi.

La polizia lucernese è stata avvertita poco dopo le 15 che in località Hinter Buholz, in una zona di prati e boschi a sud di Kriens, persone armate e mascherate avevano aggredito un uomo. Seguendo le indicazioni dei testimoni, è intervenuta nella zona, che ha passato al vaglio, scrive oggi la Procura cantonale in una nota.

Un cane poliziotto ha potuto rintracciare i presunti assalitori, due ragazzi di 17 e 18 anni. Gli agenti hanno però presto appurato che si era trattato soltanto di una burla: i due adolescenti si erano nascosti nel bosco muniti di armi - vietate - soft air e avevano simulato l'aggressione per spaventare il padre.

Le autorità di perseguimento penale - scrive la Procura - hanno aperto un procedimento e «stanno valutando se i costi d'intervento della polizia lucernese debbano essere accollati alle persone responsabili».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
31 min
Un imprenditore fa causa a Berna: chiede otto milioni di franchi
Urs Ledermann sostiene che la sua impresa di pulizia sia stata rovinata a seguito delle restrizioni anti-covid.
ZURIGO
1 ora
Alcuni operatori della sanità vogliono un'associazione anti-vaccino
Gli interessati si sono organizzati tramite il servizio di messaggistica Telegram.
SVIZZERA
1 ora
Coronavirus e scuole: altro cambiamento di strategia?
L'UFSP sta studiando possibili provvedimenti. Finora era stata lasciata carta bianca ai cantoni.
SVIZZERA
2 ore
Freddo e neve, i disagi oltralpe proseguono
Soprattutto per quanto riguarda i mezzi pubblici: diverse tratte ferroviarie sono tuttora bloccate.
SVIZZERA
2 ore
«I cantoni più lenti avranno meno dosi»
È l'indiscrezione riportata nell'edizione odierna della NNZ am Sonntag.
SVIZZERA
3 ore
Quelle 6'000 aziende che non riceveranno alcun aiuto
Si tratta delle imprese fondate dopo lo scoppio della pandemia. Non rientrano nei cosiddetti casi di rigore.
SVIZZERA
14 ore
I "corona-scettici" e le minacce online: «Assaltiamo Palazzo Federale»
Alcuni gruppi radicali contrari alle misure anti-coronavirus invocano un attacco a Berna
SVIZZERA
16 ore
Dramma a Gerlafingen: due bambine trovate morte in un appartamento
La madre è stata arrestata dalla polizia: è la principale indiziata
LE FOTO
SVIZZERA
18 ore
Comprensori sciistici, è caos valanghe: ci sono 2 morti
La polizia e la Rega hanno lavorato ininterrottamente per cercare eventuali dispersi
SVIZZERA
19 ore
«Inserite la salvaguardia delle risorse naturali nella Costituzione»
Lo chiedono i giovani verdi, che si apprestano a lanciare un'iniziativa popolare
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile