+7
NIDVALDO
04.08.18 - 18:350
Aggiornamento : 21:59

Incidente aereo a Hergiswil, morta un'intera famiglia

La polizia cantonale nidvaldese ha reso noto che le vittime dello schianto sono quattro

HERGISWIL - Sono quattro le persone decedute nell'incidente aereo avvenuto stamattina attorno alle 9.50 nella zona del Renggpass, sopra a Hergiswil (NW). A comunicarlo è la polizia cantonale nidvaldese. Si tratta di una famiglia composta dai due genitori e da due figli minorenni, residenti nella zona. Erano decollati alle 9.30 dalla pista di Kägiswil in direzione della Francia.

Testimonianza - «Sto tremando. Ho visto l’aereo che precipitava» ha raccontato a 20 Minuten un lettore visibilmente sconvolto. «Era piccolo, bianco e blu. Ho visto le fiamme il fumo nero salire».

Just Vogler, coordinatore dell’aerodromo di Obvaldo, ha spiegato che il velivolo coinvolto nell’incidente è un piccolo aereo del modello Socata TB-10 HB-EZW a cinque posti del Motorfluggruppe Pilatus (MFGP). «Sono totalmente scioccato - ha ammesso a 20 Minuten -. Ho saputo quello che era successo attorno all’ora di pranzo. Stamattina ero al telefono con il pilota. Era di buon umore, non vedeva l’ora di volare. Il tempo era meraviglioso. Sarebbe dovuto essere un volo come tanti altri».

«Stiamo piangendo per la morte dei passeggeri» - L'aereo è un apparecchio della Pilatus, il costruttore aeronautico con sede a Stans (NW), utilizzato principalmente da dipendenti dell'azienda. Il velivolo è omologato per cinque posti, rileva Vogler: spesso vi sono però a bordo al massimo quattro persone.

Pilatus ha scritto sabato pomeriggio che il loro sito web rimarrà offline fino a nuovo avviso. «Stiamo piangendo per la morte degli occupanti e porgiamo alle famiglie nostre più sentite condoglianze». 

 

Keystone
Guarda tutte le 10 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
5 ore
Su Facebook spuntano i gruppi per aggirare la quarantena
A partire da oggi, chiunque ritorni in Svizzera dal Kosovo deve trascorrere dieci giorni in quarantena.
SAN GALLO
7 ore
Dispersi nella Thur, recuperati i corpi delle vittime
Erano intrappolati tra le pietre della cascata dalla forte pressione dell'acqua
SONDAGGIO
SVIZZERA
7 ore
L'autista? Per lui la mascherina non è un obbligo
Va usata, da oggi, sui trasporti pubblici. Ma alcuni pendolari si chiedono perché i conducenti non la indossino.
VAUD
9 ore
Abusò di 18 giovani donne: 15 anni al “guru del sesso”
Si tratta di un 66enne riconosciuto colpevole di una trentina di episodi commessi in dieci anni nel Canton Vaud
SVIZZERA
12 ore
La mascherina: ecco come ci cambia la vita
Da oggi sui mezzi pubblici è obbligatoria. Cosa significa per la nostra quotidianità?
SVIZZERA
14 ore
Fare pipì contro un muro gli è costato caro
Il giovane aveva subito un trauma cranico nel 2017 durante la festa della Vendemmia a Neuchâtel.
SVIZZERA
14 ore
Sui mezzi pubblici con la mascherina: «Bilancio positivo»
FFS e BLS si dicono molto soddisfatte: al primo giorno sono poche le persone senza protezione
SVIZZERA
16 ore
Meno di 50 nuovi contagi
Dall'inizio dell'emergenza i casi positivi registrati sono 32'315. I morti rimangono 1'686.
FOTO
SAN GALLO
17 ore
Dispersi nella Thur: «Per loro non ci sono più speranze»
I corpi del 30enne e della 26enne sono verosimilmente intrappolati sotto la cascata situata fra Brübach e Henau.
SVIZZERA
18 ore
Richiamate le mountain bike «Rocky Mountain»
I triangoli anteriori potrebbero incrinarsi e dare luogo a incidenti
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile