fotolia
ZURIGO
20.06.18 - 14:320
Aggiornamento : 19:49

Neonato intrappolato in un'auto, lo libera la polizia

Incredibile vicenda quella avvenuta ieri a Zurigo. Nonostante i tentativi di rompere il finestrino - con diversi arnesi - il bebè non si è accorto di nulla...

ZURIGO - Grosso spavento ieri nel Kreis 1 di Zurigo per una mamma. Poco prima delle 12:30, il Dipartimento di Polizia della città di Zurigo è intervenuto in un garage dopo che la donna aveva accidentalmente rinchiuso il suo bebè di due mesi nell’auto che lei e una sua amica avevano appena parcheggiato.

Dopo essere uscite dal veicolo, le due donne hanno chiuso le portiere anteriori e volevano estrarre il bimbo da quelle posteriori. Piccolo problema: la chiave era rimasta all’interno dell’auto e la chiusura centralizzata era attivata.

Non solo, il modello del veicolo, elettrico, avrebbe permesso di aprire l’auto grazie a una connessione Wi-Fi o una connessione mobile 4G, ma visto che questo si trovava in un posteggio sotterraneo, la connessione era completamente assente.

Prese dal panico, le donne hanno provato - assieme al custode del parcheggio - per quasi un'ora ad aprire l'auto con la forza. Dapprima hanno cercato di colpire il finestrino con un estintore. Non riuscendoci, hanno tentato con una sedia da giardino e un tavolino tavolo in metallo. Anche con questi strumenti, non sono riuscite a rompere il vetro

Alla fine, disperate, le donne hanno allertato la polizia. Gli agenti hanno ci hanno in un primo momento provato con un martello d'emergenza, anche loro invano. Anzi, invece del vetro, a rompersi, dopo una dozzina di tentativi, è stato il martello.

Solo grazie all’utilizzo dell'apposita attrezzatura usata normalmente dai soccorritori i poliziotti sono infine riusciti a rompere il vetro e liberare il bambino, che era incredibilmente addormentato. Il bimbo, avvolto fra le braccia di Morfeo, non si è nemmeno accorto di ciò che stava capitando e nemmeno i rumori attorno a lui lo hanno svegliato.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Lauber, schiaffo all'immunità dal Consiglio degli Stati
La decisione è stata presa in modo chiaro: per 10 voti contro 1
BASILEA CITTÀ
2 ore
Sentenza della 76enne che ha ucciso Ilias: sarà internata
La Corte ha riconosciuto colpevole di assassinio la donna che ha accoltellato il piccolo di 7 anni
SAN GALLO
2 ore
Condannata la direttrice delle medie che rese possibile l'alcol-party di diploma
La donna è stata ritenuta responsabile dal giudice, fatta chiarezza sul come e il perché successe il fattaccio
SVIZZERA
3 ore
Una tavola rotonda per rilanciare l'export svizzero
Lo scambio di vedute tra i partecipanti sulle conseguenze della pandemia è stato «proficuo»
SONDAGGIO
SVIZZERA
4 ore
Una persona su quattro non vuole farsi vaccinare
Secondo un sondaggio, soltanto una minoranza dei lavoratori non intende proteggersi contro il coronavirus
SVIZZERA
6 ore
I danni delle catastrofi sono in aumento nella prima metà del 2020
Lo studio non tiene conto dei danni legati alla pandemia di coronavirus.
SVIZZERA
7 ore
Altri 187 casi, 11 ricoveri e un decesso
Il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza sale a 36'895. I decessi sono 1'713.
SVIZZERA
7 ore
«10mila immigrati all'anno, dicevano. Ne arrivano 75mila»
L'UDC ha lanciato la campagna per il sì all'Iniziativa per la limitazione.
SVIZZERA
7 ore
Immatricolazioni in lieve calo a luglio
In controtendenza i veicoli ibridi ed elettrici
FOTO
BASILEA CITTÀ
9 ore
Birra al pesce, anatra strozzata: il video fa arrabbiare gli animalisti
Animali maltrattati sui social: è polemica su un gruppo di giovani basilesi
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile