keystone
LUCERNA
13.03.18 - 11:300

Due hooligan attaccano il comandante della Cantonale

L'aggressione è avvenuta a margine dell'incontro di domenica scorsa

LUCERNA - A margine della partita di calcio tra le compagini di Lucerna e Basilea di domenica, due hooligan renani hanno aggredito, senza sapere chi avessero di fronte, il comandante della polizia cantonale lucernese Adi Achermann, che è stato solo sfiorato alla gamba dai due facinorosi, poi dileguatisi.

«L'attacco non mi ha spaventato, ma di certo sono stato sorpreso. Una cosa del genere non mi era mai successa», ha detto Achermann alla Luzerner Zeitung, che riferisce oggi dell'accaduto.

La polizia lucernese - contattata dall'ats - suppone che gli aggressori ignorassero di essersela presa con il comandante. Il fatto è avvenuto dopo la partita, attorno alle 19.00, mentre i fan del Basilea in corteo tornavano alla stazione. Stando a testimoni oculari, vari hooligan hanno attaccato persone che si trovavano sul margine della strada.

Un paio di loro hanno involontariamente scelto l'obiettivo sbagliato, scrive il giornale. Achermann è rimasto calmo e i due si sono allontanati. Il comandante non era in servizio, ma era presente per valutare di prima persona la situazione in occasione di una partita ad alto rischio di violenza.

Già prima della sfida, vi sono state baruffe. Una quarantina di sostenitori della squadra renana hanno attaccato tifosi del Lucerna. Stando alla polizia, che è intervenuta con idranti e proiettili di gomma, non vi sono stati feriti.

Perché, contrariamente a quanto avviene in genere, i tifosi non sono trasportati in bus dalla stazione allo stadio e viceversa? Per una questione di "proporzionalità", risponde un portavoce della polizia. Considerando le esperienze fatte anche in altri cantoni, il rischio di escalation con i tifosi basilesi è inferiore se lo spostamento avviene a piedi, accompagnato da agenti, piuttosto che in bus, sostiene il portavoce.

Tags
comandante
polizia
hooligan
due hooligan
margine
cantonale
lucerna
achermann
partita
TOP NEWS Svizzera
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report