lettore 20minutes
GINEVRA
22.11.17 - 11:050

Donna uccisa per strada con colpi d'arma da fuoco

L'omicida sarebbe già stato arrestato

GINEVRA - Una donna è stata uccisa a colpi di arma da fuoco in mezzo alla strada nel quartiere Servette, nella notte tra martedì e mercoledì. 

Secondo "Le Matin", la vittima, una 36enne, sarebbe morta in ospedale. Il fatto di sangue ha avuto luogo su rue Baudit, una piccola strada parallela a rue de la Servette. 

Secondo un testimone, residente nello stesso quartiere, «un'impressionante operazione di polizia ha avuto luogo tra mezzanotte e l'una». I poliziotti sarebbero arrivati e come accade nei film, con fare circospetto, si sarebbero nascosti per evitare eventuali proiettili, mentre puntavano le loro torce sullo stabile tra rue Baudit e rue de la Servette.

Un uomo ammanettato - «Alla fine la polizia ha portato fuori dall'edificio un uomo ammanettato. Erano circa le due del mattino», spiega il testimone.

«All'inizio dell'operazione, c'era anche una cardiomobile e un'ambulanza, ripartite velocemente», aggiunge. La strada è stata chiusa per tutto il tempo dell'operazione.

«Tre spari» - Sul posto, questa mattina, un uomo che vive in zona racconta cosa ha sentito. «Stavo guardando la televisione, era circa l'una di notte. Ho sentito un grande botto, quindi, distintamente, tre colpi di pistola. E infine grida. Ero pietrificato, non avevo il coraggio di uscire di casa. La polizia è arrivata praticamente subito, forse due minuti dopo».

Gli agenti avrebbero interrogato un gruppo di tossicodipendenti che hanno affermato di non conoscere né lo sparatore, né la vittima. Sempre secondo il residente, il quartiere sarebbe solito ad alterchi violenti. 

Contattata al telefono, la polizia al momento non fornisce informazioni sull'accaduto. 


Seguono sviluppi.

TOP NEWS Svizzera
BERNA / ITALIA
3 ore
«La Svizzera si tiene stretta la manodopera straniera»
La bocciatura attira l'attenzione dell'Europa. Gli italiani ricordano i frontalieri. I britannici pensano a se stessi.
SVIZZERA
5 ore
Jet da combattimento: «Meglio quelli europei»
Secondo un sondaggio di 20 minuti e Tamedia, per la scelta del velivolo non sarà necessario tornare alle urne
ZURIGO
7 ore
Il nuovo stadio dell'Hardturm s'ha da fare
Il 59,1% dei cittadini ha approvato il “piano di utilizzazione speciale” che permetterà la realizzazione della struttura
SVIZZERA
7 ore
I jet superano per un soffio la contraerea popolare
I cittadini svizzeri hanno accettato sul filo di lana l'acquisto dei nuovi aerei da combattimento.
SVIZZERA
8 ore
«Una convivenza tra lupo e uomo è possibile»
Dopo un pomeriggio thriller la modifica della legge sulla caccia è stata bocciata dal 51.93% dei votanti.
SVIZZERA
10 ore
Il congedo paternità di dieci giorni è realtà
Il popolo svizzero ha detto sì al 60.1%. In Ticino la misura è stata accettata dal 67,27% dei cittadini
SVIZZERA
13 ore
Maurer contro le quote rosa
Lo scrive oggi Le Matin Dimanche, che ha avuto accesso a documenti riservati.
SVIZZERA
14 ore
Dalle urne escono due sì e tre no
Chiaro sì per il congedo per i futuri papà, mentre gli aerei da combattimento sono stati promossi dal 50.1% dei votanti.
SVIZZERA
14 ore
Quattro medici "critici" sotto sorveglianza
Sono accusati di non applicare le misure volute da Berna per contenere il propagarsi della pandemia da Covid-19
SVIZZERA
16 ore
L'epidemiologo cambia rotta: «Ora la gestione Covid funziona»
Marcel Salathé ora è positivo: le cifre sono stabili, seppur elevate, e il contact tracing finalmente funziona
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile