keystone
ZURIGO
10.11.17 - 15:500

Dignitas, l'atto d'accusa è da rivedere

La procura zurighese rimprovera all'organizzazione di aver agito a scopo di lucro in relazione alla morte di tre cittadine tedesche

ZURIGO - Il Ministero pubblico zurighese dovrà completare il suo atto d'accusa nei confronti del presidente dell'associazione di aiuto al suicidio Dignitas, Ludwig A. Minelli. Il Tribunale distrettuale di Uster (ZH) ha deciso il rinvio in data 2 novembre.

A darne notizia è la stessa Dignitas, che in una nota definisce i rimproveri rivolti a Minelli «infondati e incomprensibili». Il Tribunale distrettuale ha confermato l'informazione all'ats.

La procura zurighese rimprovera a Minelli e alla sua organizzazione di aver agito a scopo di lucro in relazione alla morte di tre cittadine tedesche che si sono rivolte a Dignitas nel 2003 e nel 2010. In base al Codice penale svizzero, l'istigazione al suicidio può infatti essere sanzionata se è compiuta «per motivi egoistici».

Il Ministero pubblico ha riferito all'ats di non capire la decisione del tribunale, che non fa che ritardare inutilmente l'intero procedimento. Piuttosto che correre il rischio della prescrizione, la procura ha comunque intenzione di apportare le modifiche richieste.

Uno dei casi contemplati dall'inchiesta riguarda una donna 80 anni accompagnata alla morte nel 2003, dopo aver lasciato 100'000 franchi in eredità a Dignitas. Stando all'atto d'accusa, la donna era sofferente e malata, ma non allo stadio terminale. Minelli dovette rivolgersi a quattro medici diversi prima di ottenere la ricetta per la dose letale di Pentobarbital. Inoltre, invece di portare la sua urna in Germania, per seppellirla nella tomba del marito, il presidente di Dignitas la fece gettare nel lago di Zurigo.

L'inchiesta si è inoltre concentrata sul doppio suicidio assistito di una madre di 84 anni e della figlia di 55, che risale al 2010. Poco prima di arrivare in Svizzera, la figlia aveva aderito a Dignitas con un procedimento straordinario per il quale aveva pagato 22'000 franchi: il doppio delle spese sostenute dall'organizzazione, secondo il Ministero pubblico.

La procura rimprovera inoltre a Minelli di avere incassato regolarmente somme rilevanti dall'associazione, in media 160'000 franchi all'anno.

Nella sua decisione di rinvio, il Tribunale distrettuale di Uster chiede in particolare di meglio precisare la composizione dei 100'000 franchi lasciati in eredità nel 2003 dalla donna di 80 anni. Per il tribunale, mancano inoltre indicazioni chiare sulla capacità di giudizio delle tre donne che si sono rivolte a Dignitas. Gli atti del processo, che riempiono 52 classificatori, non sarebbero infine stati archiviati in modo completo.

L'associazione Dignitas, che ha sede a Forch (ZH), tratta soprattutto i casi di stranieri che si recano in Svizzera per ottenere una "morte dignitosa". Secondo i dati pubblicati sul suo sito, l'anno scorso ha aiutato a morire 201 persone, di cui soltanto 6 svizzeri. A Dignitas, si è rivolto tra gli altri lo scorso mese di febbraio Dj Fabo, il 40enne italiano (Fabiano Antoniani) che dal 2014, in seguito a un incidente stradale, era cieco e tetraplegico.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
«Le accuse contro Infantino sono infondate»
È quanto ha ribadito oggi la FIFA, che non esclude il complotto
ZURIGO
1 ora
Atto di inciviltà: lancia un petardo nel tram per il primo di agosto
Dopo pochi secondi l’esplosione. Il video è stato pubblicato su Instagram.
SVIZZERA
3 ore
Operazione al timpano per Palazzo federale
L'anno prossimo verrà lanciato un concorso per decorare una delle parti più in vista dell'edificio.
LUCERNA
5 ore
Fuochi d'artificio contro un ristorante, 13 persone (leggermente) ferite
Una batteria di fuochi si è ribaltata e almeno un razzo è partito in direzione della terrazza.
SVIZZERA
6 ore
Covid-19, «gestione calamitosa»
Didier Sornette, professore all'ETH per la gestione dei rischi, deplora l'agire delle autorità svizzere.
SVIZZERA
6 ore
In Svizzera ci sono 66 nuovi casi, ma con pochi test
Il numero dei contagi complessivi da inizio febbraio sale quindi a 35'616. Non si registrano nuovi decessi.
SCIAFFUSA
6 ore
Lo picchiano in Argovia e poi lo portano con la forza fino a Sciaffusa
L'alterco fra un gruppo di persone di nazionalità afghana ha portato all'arresto di due persone
SVIZZERA
7 ore
Affitti verso l'alto nonostante la crisi, ma non in Ticino
Il coronavirus sembra non fermare l'interesse per gli alloggi in città. Lo rivela un'analisi di Homegate.
SVIZZERA
7 ore
Ricongiungimento coppie non sposate: «Servono le prove»
Da oggi la Svizzera autorizza il ricongiungimento con i partner che si trovano in Paesi terzi.
SVIZZERA
7 ore
Il colosso delle fiere si riposiziona: via libera degli azionisti
L'assemblea generale di MCH Group ha approvato l'aumento di capitale di quasi 105 milioni di franchi
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile