tipress
GRIGIONI
31.10.17 - 15:020

Record di cervi abbattuti

Seppure da primato, il risultato non è sufficiente a completare il piano di abbattimenti

COIRA - Nelle tre settimana di caccia alta nei Grigioni, in settembre, sono stati uccisi 4838 cervi. Il risultato è da primato, ma non sufficiente a completare il piano di abbattimenti. Nel tardo autunno, sarà quindi necessaria una caccia speciale con l'obiettivo di eliminare altri 1272 esemplari.

Per ridurre il numero di cervi, particolarmente elevato a causa degli inverni miti degli ultimi quattro anni, i cacciatori avrebbero dovuto abbattere 5370 capi, obiettivo mancato nonostante il risultato record, ha comunicato oggi l'Ufficio per la caccia e la pesca dei Grigioni.

Nettamente superiore alla media pluriennale anche il risultato della caccia al capriolo (3706 capi), ma comunque inferiore a quanto pianificato (4323).

Si colloca invece ai livelli auspicati il numero dei camosci abbattuti (2989).

Complessivamente, con la partecipazione di oltre 5500 cacciatori, il periodo di caccia tradizionale ha eliminato cervi, caprioli, camosci e cinghiali per un totale di 11'548 capi.

Al buon risultato raggiunto, si legge nella nota, hanno contribuito le condizioni atmosferiche favorevoli: in particolare, le basse temperature e le nevicate nel mese di settembre hanno spinto i cervi a recarsi nei pascoli a quote più basse e quindi a lasciare le zone di protezione della selvaggina. Gli effettivi di cervi restano tuttavia molto elevati, in particolare nelle zone settentrionale e centrale del cantone nonché in Surselva.

La presenza di troppi caprioli e cervi danneggia boschi e foreste, mettendo a rischio la sopravvivenza di diverse specie di arbusti, fiori e piante del sottobosco e minacciando il rinnovamento boschivo. Questo è particolarmente problematico nelle aree montane, dove boschi e foreste hanno una funzione protettiva contro valanghe, cadute di rocce e smottamenti, spiega ancora la nota.

Inoltre ridurre la popolazione di cervi e caprioli è necessario per avere un numero dei esemplari adeguato alle dimore invernali, evitando allo stesso tempo un peggioramento delle condizioni fisiche degli animali. Per la caccia speciale, necessaria in quasi tutte le regioni, si sono annunciati 3406 cacciatori, il numero più alto mai registrato.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
1 ora
Sciare sulla Jungfrau non sarà per tutti
Le Jungfraubahnen intendono limitare l'accesso alle piste sopra a Wengen e Grindelwald. Questione di tutela ambientale e marketing
BERNA
2 ore
Iniziativa "Più abitazioni a prezzi accessibili": «L'opuscolo contiene errori»
L'Associazione svizzera degli inquilini chiede al Consiglio federale una rettifica urgente. Si vota il 9 febbraio
SVIZZERA
3 ore
I genitori al pronto soccorso "sclerano", sicurezza rafforzata
I numeri sulle aggressioni negli ospedali sono impressionanti: in un anno 1500 al CHUV di Losanna, 1200 all'Inselspital di Berna, 900 all'ospedale di Zurigo e 5000 all'HUG di Ginevra
SVIZZERA
3 ore
Poco spazio per lavorare: i dipendenti di Swiss protestano
Sui nuovi A320 Neo la superficie a disposizione nelle cucine di bordo sarà ancora più limitata, lamentano gli assistenti di volo. La compagnia relativizza
SVIZZERA
4 ore
Uber minaccia di abbandonare la Svizzera
Essere datore di lavoro significa pagare i contributi sociali a tutti gli autisti. Una situazione che non piace alla rappresentante della sharing economy
SVITTO
6 ore
I neonazi cercano la pace in una baita svizzera
Dozzine di estremisti, anche dalla Germania, si sono radunati in una capanna del Canton Svitto. Le autorità hanno tenuto d'occhio l'evento
SVIZZERA
18 ore
Un nuovo milionario grazie al Joker
La schedina è stata validata nel Vallese
ZURIGO
20 ore
Presta la bicicletta alla polizia, ma era rubata
Le forze dell’ordine hanno cercato l’autore del cortese gesto su Twitter, ma nessuno si è fatto avanti
ZURIGO
22 ore
Immersione fatale, i sommozzatori recuperano un corpo nel lago
L'uomo era scomparso da mercoledì dopo un'immersione nei pressi di Horgen
ARGOVIA
1 gior
Otto incendi dolosi in pochi mesi, fermate dieci persone
L'ultimo la scorsa notte in una casa unifamiliare. A Merenschwand è mistero
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile