Keystone
ZURIGO
13.10.17 - 20:390

La chiamata arriva dal 117, ma è una truffa

Falsi ufficiali di polizia chiedono alle vittime di versar loro denaro. La polizia rende attenti

ZURIGO - La polizia del Canton Zurigo mette in guardia i cittadini contro una nuova truffa. I malviventi si fingono agenti di polizia affidandosi allo sproofing, un termine inglese che indica la falsificazione dell’indirizzo IP o numero di telefono. Le vittime, quando vengono chiamati dai truffaotori, vedono sullo schermo il numero della polizia, il 117.

Dall’inizio della settimana i cittadini hanno già segnalato alla polizia (quella vera) diversi casi di truffa.

Come funziona - Durante la conversazione telefonica, alla quale le persone rispondono vedendo sul display il numero della polizia 117, i truffatori segnalano che i conti bancari dove le vittime depositano il denaro non sono più sicuri. A questo punto viene chiesto di prelevare tutti i soldi e di consegnarli alla polizia, per questioni di sicurezza.

Stando a quanto dichiarato dalla polizia zurighese, fortunatamente nessuna vittima è caduta nel tranello. Le persone contattate non hanno creduto alle parole dei truffatori e si sono insospettite.

La polizia ricorda che non chiede mai soldi tramite telefono. Inoltre, se non si è sicuri, si può ricontattare la polizia al 117 e chiedere se effettivamente quello che è appena successo sia vero. Inoltre la polizia ricorda di non consegnare mai denaro a persone sconociute. Le situazioni sospette vanno segnalate sempre al 117.

TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
11 min
Alcuni operatori della sanità vogliono un'associazione anti-vaccino
Gli interessati si sono organizzati tramite il servizio di messaggistica Telegram.
SVIZZERA
42 min
Coronavirus e scuole: altro cambiamento di strategia?
L'UFSP sta studiando possibili provvedimenti. Finora era stata lasciata carta bianca ai cantoni.
SVIZZERA
1 ora
Freddo e neve, i disagi oltralpe proseguono
Soprattutto per quanto riguarda i mezzi pubblici: diverse tratte ferroviarie sono tuttora bloccate.
SVIZZERA
1 ora
«I cantoni più lenti avranno meno dosi»
È l'indiscrezione riportata nell'edizione odierna della NNZ am Sonntag.
SVIZZERA
1 ora
Quelle 6'000 aziende che non riceveranno alcun aiuto
Si tratta delle imprese fondate dopo lo scoppio della pandemia. Non rientrano nei cosiddetti casi di rigore.
SVIZZERA
13 ore
I "corona-scettici" e le minacce online: «Assaltiamo Palazzo Federale»
Alcuni gruppi radicali contrari alle misure anti-coronavirus invocano un attacco a Berna
SVIZZERA
15 ore
Dramma a Gerlafingen: due bambine trovate morte in un appartamento
La madre è stata arrestata dalla polizia: è la principale indiziata
LE FOTO
SVIZZERA
17 ore
Comprensori sciistici, è caos valanghe: ci sono 2 morti
La polizia e la Rega hanno lavorato ininterrottamente per cercare eventuali dispersi
SVIZZERA
18 ore
«Inserite la salvaguardia delle risorse naturali nella Costituzione»
Lo chiedono i giovani verdi, che si apprestano a lanciare un'iniziativa popolare
SVIZZERA
20 ore
«Potremmo dover chiudere le piste da sci»
La consigliera federale Viola Amherd non esclude provvedimenti. E difende la scuola reclute a distanza
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile