SAN GALLO
13.10.17 - 11:420
Aggiornamento : 14.10.17 - 22:14

Il vicino simpatico era il ladro che le entrava in casa

Una videocamera lo ha incastrato: entrava in casa della vicina e rubava i soldi che trovava in giro

SAN GALLO - Aveva lasciato alcune centinaia di franchi sul tavolo della cucina. Si era assentata per un po’ e quando era rientrata i soldi erano spariti. La protagonista è un’impiegata bancaria di 48 anni del Canton San Gallo che in diverse occasioni si è vista sparire i soldi in casa. Inizialmente ha iniziato a sospettare del figlio di due anni. Magari qualche scherzo del piccolo. Ha messo sotto sopra la stanza del bambino. Ha rovistato tra i sacchi della spazzatura. I soldi però non sono mai spuntati.

Una settimana dopo ha venduto il suo acquario per 600 franchi. Questa volta i soldi li ha posati su un armadio, in alto. Lì il bambino non poteva certo prenderli. Puntualmente le banconote sono sparite. «A quel punto era chiaro che qualcuno era entrato nel mio appartamento» racconta la donna ai colleghi di 20 Minuten.

Eppure, stranamente, non c’erano segni di scasso sulla porta. Nè le finestre erano state forzate. Nemmeno il cane, di taglia grande, aveva intimorito il ladro. Ha avuto dunque il sospetto che potesse centrare il suo vicino di casa, quel ragazzo “così tanto simpatico”. «Abbiamo sempre avuto un rapporto cordiale, ci siamo spesso fermati a parlare sull’uscio di casa». La donna ha dunque installato due telecamere nascoste. «Se fossi andata in polizia e gli agenti fossero venuti in casa si sarebbe potuto insospettire e a quel punto avrebbe cambiato il suo comportamento» ha raccontato la donna, che ha così preferito agire da sola. E ha fatto bene, perchè le registrazioni hanno dato conferma ai suoi sospetti.

Nelle immagini del video ha potuto così constatare che il suo vicino, un 37enne, le entrava regolarmente in casa e andava alla ricerca di soldi. Immediata è scattata la denuncia. Il vicino è stato condannato a pagare una multa di 1000 franchi. L’uomo, dal canto suo, si è giustificato spiegando che aveva bisogno di soldi, aveva perso il lavoro, e si ritrovava in ristrettezze economiche.

«Quando tutto è venuto alla luce ho capito molte cose, e mi sono ricordata che probabilmente il mio cellulare - che credevo aver perso - è in realtà rubato dal mio vicino, ma su questo non ho prove concrete». Resta tuttavia un mistero su come abbia potuto il ragazzo entrare nell’appartamento della donna senza lasciare segni di scasso. A quanto pare ha aperto la porta d’ingresso sfruttando un foro sul vetro. Un buco che esisteva da tempo e che non era mai stato coperto.

 

 

Commenti
 
DfG 2 anni fa su tio
Forse si tratta di una legge anti razzismo.
Frankeat 2 anni fa su tio
Non capisco perché offuscare il visto. Se capitasse a me pubblicherei il video senza problemi, perché tanto si tratta di un filmato di casa mia.
Frankeat 2 anni fa su tio
@Frankeat *il viso
Mattiatr 2 anni fa su tio
@Frankeat Anche se casa tua potresti avere rogne perché non hai chiesto il permesso. Cosi vai sul sicuro. Mi sembra proprio giusto che io debba chiedere il permesso per pubblicare un video nella quale mi derubano
ziopecora 2 anni fa su tio
@Frankeat problema............................soluzione riempire di botte il ladro, al punto che il suo viso non sia più riconoscibile. Quindi non vi è più necessità alcuna di ricorrere ad oscuramenti della gamella.
Frankeat 2 anni fa su tio
@Mattiatr No, no il permesso lo chiederei. Conoscono il mio indirizzo email e mi manderei un messaggio chiedendo il permesso di filmare in casa mia e mi risponderei positivamente.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
LUCERNA
1 ora
Perde la vita schiantandosi contro una casa
L'incidente è avvenuto questa mattina a Triengen. La dinamica però non è ancora chiara
SVIZZERA
3 ore
«BNS? Gli utili vadano agli svizzeri, sono bravi alle urne»
È l'opinione di Kurt Schiltknecht, ex capo economista della stessa banca
SVIZZERA
4 ore
La moneta dedicata a Roger Federer è già esaurita
I 33'000 esemplari d'argento, disponibili in prevendita a partire dallo scorso lunedì, sono andati a ruba
ARGOVIA
4 ore
Distrugge il radar che lo aveva beccato: «Nulla di così grave»
Il 29enne italiano minimizza i fatti avvenuti venerdì sera a Winterthur, ma poi perde la pazienza e se ne va
SVIZZERA
5 ore
In Svizzera le tasse non fanno poi così male
Nella classifica per il 2018 stilata dall'OCSE il nostro Paese è 31esimo (su 36) nella pressione fiscale
VIDEO
SVIZZERA
6 ore
La Posta "travolta" dallo shopping del Black Friday
Al Gigante giallo sono pervenuti oltre 5,9 milioni di pacchi in una settimana. Un aumento del 15% rispetto al 2018
SVIZZERA
7 ore
Avs, salute e stranieri: queste le preoccupazioni degli svizzeri
Evidenziate dall'annuale "Barometro delle apprensioni" di Credit Suisse, l'esperto: «Dalla politica ci si aspettano soluzioni»
SVIZZERA
9 ore
Preventivo 2020, tagli per 40 milioni nel settore dell'asilo
Il dibattito in Consiglio Nazionale è in pieno svolgimento: il Governo aveva previsto un'eccedenza di 435 milioni
SVIZZERA
10 ore
Acquisizione di FFS Cargo, Commissione della concorrenza in dubbio
COMCO: «Vi sono indizi per i quali la concentrazione potrebbe creare o rafforzare una posizione dominante in diversi mercati»
ZURIGO
10 ore
Carri armati e mitragliatrici alle elementari, evento annullato all'ultimo
L'iniziativa, promossa da alcuni genitori degli alunni, era stata pianificata nei minimi dettagli. Ma non avrà luogo
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile