ZURIGO / SRI LANKA
27.09.17 - 20:290

Abitava a Zurigo, condannato a morte

L’uomo è accusato di aver stuprato e ucciso una giovane studentessa nel 2015. Voleva riprendere tutto e vendere il filmato in Svizzera

ZURIGO - L’uccisione di una studentessa 18enne due anni fa aveva sconvolto lo Sri Lanka e scatenato proteste di massa. Era il 14 maggio del 2015 quando Vithiya è stata trovata priva di vita in una casa abbandonata sull’isola di Pungudutivu. La ragazza era stata legata con la cravatta della sua divisa scolastica, violentata e uccisa da un gruppo di uomini.

Nove persone erano state arrestate dalla polizia. Tra questi risulta anche S.M., 43enne tamil che ha vissuto e lavorato come cuoco a Zurigo. Dopo aver partecipato allo stupro di massa e all’omicidio, l’uomo era rimasto nel suo paese d’origine per una vacanza.

Condanna a morte - Oggi è arrivata la sentenza: due degli indagati sono stati rilasciati, mentre per gli altri sette è stata emessa la condanna più pesante: la pena di morte. S.M. è stato inoltre ritenuto il principale autore.

Tradizionalmente la pena di morte in Sri Lanka viene effettuata tramite impiccagione. Ma difficilmente il verdetto sarà applicato. Dal 1976, infatti, la pena capitale nel Paese è stata eseguita solo una volta. Ora quasi tutte le condanne di questo tipo vengono convertite ad ergastolo.

Voleva vendere il filmato in Svizzera - Dopo il suo arresto, S.M. aveva tentato invano di corrompere i funzionari affinché lo liberassero. Il giornale “Sri Lanka Mirror” riporta inoltre che S.M. aveva girato alcuni video pornografici con diverse ragazze, e avrebbe voluto filmare anche la violenza di gruppo del 14 maggio, per poi rivendere le registrazioni in Svizzera.

Coloro che sono stati giudicati colpevoli e meritevoli di pena di morte sono stati condannati a pagare anche un milione di rupie, corrispondenti a circa 6’300 franchi.

TOP NEWS Svizzera
SAN GALLO
2 ore
«Uno sconosciuto nudo è seduto sul mio divano»
Due fratelli di 26 e 32 anni sono stati fermati dalla polizia: erano in stato confusionale dopo aver consumato LSD
SVIZZERA
3 ore
Siamo finiti sulla lista nera per il coronavirus della Norvegia
I norvegesi che ritornano in patria dopo un viaggio nella Confederazione dovranno fare quarantena per 10 giorni.
ZURIGO
4 ore
L’aeroplano radiocomandato cade su un ragazzo e gli sfregia il viso
Il modellino elettrico era “pilotato” da un uomo a 200 metri di distanza. 
SVIZZERA
5 ore
Giovani UDC denunciano Simonetta Sommaruga
La presidente della Confederazione è accusata di aver intrapreso una trattativa segreta con governi stranieri
SVIZZERA
6 ore
Vietato l'ingresso in Svizzera anche ai cittadini dell'Algeria
Il Dipartimento Federale di Giustizia e Polizia (DFGP) ha aggiunto l'Algeria alla lista degli Stati coinvolti
SVIZZERA
6 ore
Swiss deve ridurre i costi «del 20-25%»
Tra le misure a lungo termine figurano il possibile blocco delle assunzioni e una revisione del portafoglio progetti
SVIZZERA
8 ore
Congedo paternità di due settimane? «Un primo passo verso la parità di genere»
Il comitato a favore ha presentato oggi le proprie argomentazioni in vista della votazione del 27 settembre.
SVIZZERA
9 ore
Ulteriori 181 casi, 3 decessi e 5 ospedalizzazioni
Da inizio pandemia i contagi sono 36'108, i decessi 1'709 e i ricoveri 4'359
SVIZZERA
9 ore
«Il rischio di contagio in aereo è bassissimo»
Il settore dell'aviazione fatica a riprendersi, anche per il timore di contrarre il coronavirus durante il volo
SVIZZERA
9 ore
Fisco-Neymar 1:0
L'AFC aveva domandato documentazione riguardante la Procter & Gamble per la quale il calciatore aveva fatto pubblicità
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile