ARGOVIA
31.08.17 - 11:390
Aggiornamento : 13:46

Comunità licenzia imam radicalizzato, è rissa in moschea

I fatti risalgono a domenica scorsa. Durante il discorso d’addio si è scatenata una bagarre che ha necessitato l’intervento della Polizia

GEBENSTORF - La moschea di una comunità albanese di Gebenstorf, nel distretto di Baden (AG) ha licenziato il suo imam, che si sarebbe radicalizzato. Domenica scorsa, durante il discorso d'addio di quest'ultimo, c'è stata una rissa nel luogo di culto musulmano.

«Abbiamo questo sospetto da circa sei mesi», ha detto oggi all'ats Murseli Ibraimov, vicepresidente della comunità islamico-albanese, confermando una notizia della Aargauer Zeitung. «Non abbiamo nulla da nascondere», ha aggiunto Ibraimov.

Secondo il responsabile della moschea, non esistono prove concrete, ma solo supposizioni. I dirigenti della moschea argoviese sono venuti a sapere che l'uomo durante l'estate ha fatto visita a diversi imam radicalizzati a Skopje (Macedonia). Per questo, hanno deciso all'unanimità di licenziarlo con effetto immediato.

A quanto si è appreso, l'imam non ha accettato di buongrado la decisione. Domenica scorsa gli è stata data la possibilità di tenere un discorso d'addio nella moschea. Alcuni suoi sostenitori hanno protestato e si è venuti alle mani.

La rissa ha provocato un intervento della polizia cantonale argoviese , che arrivata sul posto ha controllato 90 persone. Due uomini hanno riportato ferite e si sono recati in ospedale per un controllo.

La moschea della comunità albanese si trova al piano terra di un immobile che ospita anche una pizzeria. A rendere pubblici gli avvenimenti di domenica scorsa è stato il municipio di Gebenstorf, che la scorsa primavera aveva cercato di impedire, con un ricorso respinto dal Tribunale amministrativo, il trasferimento della moschea, che in precedenza si trovava a Kirchdorf (AG).

TOP NEWS Svizzera
FOTO E VIDEO
ZURIGO
5 ore
L'ultimo saluto a Kuhn: «Grazie per tutto, Köbi»
La Svizzera calcistica, ma non solo, ha reso omaggio a Zurigo all'ex selezionatore nella Nazionale. Magnin: «Era un uomo del popolo». Frei: «Una leggenda»
GINEVRA
6 ore
Arrestato il deputato Simon Brandt
L'accusa è "violazioni del segreto d'ufficio"
TURGOVIA
7 ore
Frontale fra un camion e un trattore
I due conducenti hanno riportato solo lievi ferite
SVIZZERA
8 ore
Torturati e uccisi per soldi, prigione a vita per un 30enne
Nel 2016, l'uomo, con la complicità della moglie e di un garagista, tolse la vita a un 36enne e a un 25enne
SVIZZERA
8 ore
Il canone per le imprese è anticostituzionale
Per il Tribunale amministrativo federale la classificazione in sei livelli tariffari è troppo indifferenziata
VALLESE
9 ore
Assalto al bancomat, si cercano tre scassinatori
Il fatto è accaduto a Leytron
SVIZZERA
10 ore
Sotto il Cupolone non si balla il valzer
Dopo la rielezione dell'intero Consiglio federale, non ci saranno cambiamenti nemmeno alla testa dei vari dipartimenti
SVIZZERA
11 ore
Condannato per aver nascosto i vestiti di un'amica in sauna
La motivazione è che la querelante è stata costretta a camminare nuda nella "Sauna-Studio-Tanzlokal"
SVIZZERA
11 ore
Amministrazione federale: più viaggi in treno al posto dell'aereo
È la strategia adottata dal Consiglio federale per ridurre del 30% entro il 2030 le emissioni di CO2 causate dai voli
ARGOVIA
12 ore
Altre cinque persone positive ai test per la tubercolosi
Queste persone non si sono ammalate
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile