Keystone
Dopo il caso di Hefenhofen, ecco quello di Bassnang.
TURGOVIA
16.08.17 - 11:370
Aggiornamento : 18:47

Una nuova fattoria degli orrori in Turgovia

Nuovo caso di presunti maltrattamenti di animali nel cantone. Un agricoltore di Bussnang - non più autorizzato a detenere animali - ha 60 mucche che vivono in condizioni precarie

FRAUENFELD - Nuovo caso di presunti maltrattamenti di animali in Turgovia. Un agricoltore di Bussnang (TG) terrebbe mucche in condizioni inadeguate, anche se non può avere animali. Nel frattempo il governo turgoviese ha ammesso di aver commessi errori nel caso dei cavalli di Hefenhofen (TG).

Dal 2010 questo contadino di Bussnang non è più autorizzato a detenere animali, secondo quanto riporta il Blick di oggi. Malgrado ciò, ha una sessantina di mucche che vivono in condizioni precarie.

La casa di questo agricoltore è in cattivo stato, dei trattori non funzionano e i pascoli non sono curati, scrive il quotidiano zurighese. Invano l'uomo ha cercato due volte di opporsi al divieto di detenere animali, rivolgendosi sino al Tribunale federale. Dopo questa decisione è un nipote che gestisce l'azienda, ma l'agricoltore si occupa delle mucche.

Senza negare le affermazioni del Blick, le autorità turgoviesi hanno indicato oggi di aver effettuato un controllo una settimana fa nell'allevamento in questione. Gli animali vengono trattati nel rispetto della legge, ha detto all'ats Walter Hofstetter, capo del servizio d'informazione turgoviese. Se viene commessa un'infrazione alla legge, saranno prese delle misure, ha aggiunto.

Oggi, durante la seduta del Gran consiglio, il governo turgoviese ha nel frattempo riconosciuto di aver commesso degli errori nel caso di Hefenhofen. Il consigliere di stato Walter Schönholzer ha ringraziato la donna che ha denunciato il caso dell'allevamento turgoviese, chiuso la scorsa settimana per sospetti maltrattamenti.

«Un caso simile non deve più riprodursi», ha dichiarato il capo del dipartimento dell'economia. Adesso si tratta di esaminare sistematicamente questo caso estremo. «Lo dobbiamo ai cavalli morti e maltrattati», ha dichiarato Schönholzer. Saranno esaminati anche altri casi con divieto di avere animali.

Il governo turgoviese ha annunciato che affida ad una commissione esterna il mandato di esaminare sistematicamente come sia applicata nel cantone la legge sulla protezione degli animali.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Solo una persona su venti naviga gratuitamente sui treni delle FFS
Secondo le cifre delle FFS, il servizio FreeSurf è utilizzato solo dal 5% dei clienti
SVIZZERA
7 ore
Le stazioni ferroviarie più comode d’Europa: Zurigo al secondo posto
La classifica è stata stilata dal Consumer Choice Center, e la Svizzera può esserne soddisfatta
URI
14 ore
In retromarcia sull'A2 per evitare controlli
Pericolosa manovra di tre autotrasportatori, che volevano sottrarsi a un controllo perché i loro veicoli presentavano difetti tecnici
FOTO
TURGOVIA
16 ore
Scoppia la polemica su questo cartellone elettorale
La decisione di una candidata al Gran Consiglio turgoviese di farsi ritrarre con un fucile d'assalto ha riportato alla mente la strage avvenuta a Zugo
VIDEO
BERNA
16 ore
Quando l'acqua anziché cascare... risale
Curioso fenomeno quello immortalato nell'Oberland bernese. Ma c'è una spiegazione
SVIZZERA
19 ore
Il cervo dello Jägermeister ha perso il suo significato cristiano
Il TAF ha stabilito che il logo del noto digestivo, un cervo con una croce, può essere commercializzato senza ferire i sentimenti religiosi
LUCERNA
19 ore
Arrestati dopo una folle sfida notturna
Gara automobilistica ad alta velocità, in pieno centro di Lucerna, fra due giovani. Uno di loro si trovava pure in stato d'ebbrezza
SVIZZERA-CINA
20 ore
Gli svizzeri in Cina: «Abbandonati da Berna»
Il DFAE afferma di essere in contatto con i confederati che si trovano nel paese asiatico. Ma molti dicono di non essere mai stati contattati
GINEVRA
21 ore
I frontalieri arrivano da sempre più lontano
Lo storico Claude Barbier mette in guardia su un possibile problema culturale: «Spesso questi lavoratori non comprendono gli usi e i costumi locali»
FOTO E VIDEO
SVIZZERA
22 ore
«Ogni tre giorni c'è un'auto in contromano sulle autostrade»
Quello avvenuto sabato nel canton Berna è solo l'ultimo caso di una lunga serie. Via Suisse: «15 conducenti contromano da inizio 2020»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile