TURGOVIA
08.08.17 - 10:300
Aggiornamento : 15:18

Allevamento dell'orrore, è in corso l'evacuazione

Trecento animali verranno liberati dalla loro prigionia di Hefenhofen. L'allevatore di cavalli è stato arrestato ieri

FRAUENFELD - È cominciata questa mattina l'evacuzione dei circa 300 animali presenti nell'allevamento "dell'orrore" di Hefenhofen nel Canton Turgovia. «L'azione è attualmente in corso», ha confermato il portavoce della polizia turgoviese Matthias Graf a 20 Minuten questa mattina. 

La fattoria era finita sotto la luce dei riflettori settimana scorsa quando un'ex collaboratrice aveva denunciato i maltrattamenti subiti da diversi animali. Le immagini dei cavalli denutriti avevano scandalizzato le autorità cantonali che avevano deciso di agire con decisione e fermezza. Il risultato? Ieri la fattoria è stata chiusa con effetto immediato e per il proprietario aguzzino sono scattate le manette, oltre al divieto di poter tenere animali in futuro. Oggi le bestie maltrattate verranno trasportate in un luogo sicuro.

La denuncia - L'ex collaboratrice aveva parlato di 13 cavalli morti in sei mesi. Le fotografie divulgate, che mostravano numerosi animali abbandonati a se stessi e in stato di sofferenza, avevano scosso l'opinione pubblica. Oltre a circa 90 cavalli, sul posto sono stati trovati 100 maiali, 50 bovini e una dozzina di pecore, oltre a tre capre e alcuni lama, ha spiegato il veterinario cantonale Paul Witzig.

I controlli precedenti - Nei mesi scorsi erano stati condotti a più riprese controlli, effettuati con un breve preavviso. Sono state riscontrate alcune irregolarità, «ma la situazione incresciosa dell'allevamento non era stata rilevata», ha spiegato ieri il consigliere di Stato Walter Schönholzer. Le immagini fornite dall'ex collaboratrice sono servite a capire la gravità della situazione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Nuovo boom dei giochi da tavolo
I millennials sono il motore di questa rinascita, e il gioco più venduto probabilmente lo avete anche voi
ZURIGO
1 ora
BNS, gli averi a vista salgono ancora
Si tratta del sesto incremento consecutivo
ZURIGO
1 ora
Dopo la panne, Swisscom gli offre 1'000 franchi di danni
I recenti guasti si sono conclusi con un indennizzo per un imprenditore. L'operatore: «Solo un gesto di cortesia»
FOTO
VALLESE
6 ore
Cinquant'anni fa la valanga su Reckingen, morirono 30 persone
La neve spazzò case e accantonamenti militari nel piccolo villaggio dell'Alto Vallese
BERNA
20 ore
Doping, c'è anche un medico svizzero nello scandalo Aderlass
L'uomo avrebbe fornito una sostanza proibita tra il 2012 e il 2013
SVIZZERA
20 ore
Come proteggersi dal coronavirus
Un reminder sulle precauzioni da prendere per evitare il contagio
BERNA
23 ore
Il Coronavirus avanza, le autorità svizzere guardano
Da Berna nessuna ulteriore misura. Silenzio in Ticino. Il virologo: «Sbagliate le previsioni tranquillizzanti»
FRIBURGO
1 gior
Contro un palo con la slitta, finisce in ospedale
È accaduto a Schwarzsee. La donna ha subito gravi lesioni alla testa e alla colonna vertebrale
SONDAGGIO
SVIZZERA
1 gior
Macché data di scadenza? Lidl introduce l'etichetta "Spesso buono oltre"
Accompagnerà la dicitura "Da consumare preferibilmente entro", che non è una data di scadenza
APPENZELLO ESTERNO
1 gior
Centauro sfreccia a 147 km/h in una zona 80
Multa salatissima, ritiro patente e denuncia per un 54enne pizzicato da un controllo di velocità
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile