keystone
ZURIGO
28.03.17 - 12:430

Aeroporto di Zurigo, i carrelli attraversano la pista fra due atterraggi

Il grave episodio risale alla sera del 9 febbraio 2016 ed è dovuto a venti tempestosi

ZURIGO - A causa di venti tempestosi, sette carrelli rimorchio portabagagli hanno attraversato la pista 28 dell'aeroporto di Zurigo, di notte e fra due atterraggi. Il "grave episodio" risale alla sera del 9 febbraio 2016, indica un rapporto del SISI.

Quella sera l'aeroporto di Zurigo era interessato da una zona di bassa pressione con forti folate di vento provenienti da ovest che raggiungevano picchi di 120 chilometri orari.

Stando al rapporto pubblicato oggi dal Servizio d'inchiesta svizzero sulla sicurezza (SISI), verso le 22.24 due addetti al trasporto dei bagagli e un supervisore delle piste si accorsero che "una fila di sette carrelli portabagagli collegati fra di loro si erano messi in marcia a velocità sostenuta in direzione delle pista 28".

I tre addetti cercarono di raggiungere i carrelli, ma non riuscirono a impedire che questi attraversassero la pista, prima di fermarsi nell'erba in prossimità di una pista di rullaggio. Poco prima, alle 22.23, su quella pista era atterrato un Airbus della Finnair, seguito due minuti dopo da un Jumbolino di Swiss.

Normale atterraggio - Dall'inchiesta è emerso che i piloti del secondo aereo effettuarono "un normale atterraggio senza contatto visivo con i carrelli". Questi "si trovarono a 15-20 metri di distanza dalla punta dell'ala destra, mentre l'aereo procedeva sulla pista ad una velocità di quasi 90 nodi (circa 167 km/h)".

La pista 28 rimase in seguito bloccata per undici minuti e due aerei che si apprestavano ad atterrare dovettero ridare gas ai reattori e rialzarsi in volo.

L'inchiesta del SISI non ha potuto appurare se i carrelli fossero in qualche modo difettosi. Una volta cessata la tempesta, i carri vennero rimessi in funzione e non è stato possibile identificarli fra i 3500 veicoli di questo tipo di cui dispone l'aeroporto di Kloten (ZH).

Le immagini delle telecamere di sorveglianza mostrano comunque che l'ultimo carrello aveva il timone alzato ed era cioè frenato, precisa il SISI nel suo rapporto.

Caso non isolato - Non è stata del resto la prima volte che a Kloten si sono verificati eventi analoghi. Il rapporto d'inchiesta elenca otto casi di interruzione temporanea dell'esercizio, registrati fra giugno 2012 e marzo 2016, "a causa di oggetti finiti sulle piste principali o di rullaggio".

In seguito a questi episodi, il SISI ha raccomandato all'Ufficio federale dell'aviazione civile (UFAC) e ai gestori dell'aeroporto di prendere misure adeguate per fare in modo che i carrelli non si possano più mettere in moto in caso di forti venti.

Sono inoltre stati ordinati controlli più dettagliati durante la manutenzione dei carrelli. Un'altra osservazione riguarda infine i sistemi di allarme automatico installati ai lati delle piste. Dai test effettuati è infatti emerso che "i carrelli portabagagli, a causa delle loro ridotte dimensioni, non fanno scattare nessun allarme".

Sempre stando al rapporto, l'aeroporto di Zurigo ha reagito "immediatamente dopo il grave episodio". Il giorno successivo i collaboratori sono stati sensibilizzati e sono stati introdotti controlli a campione per verificare il buon funzionamento dei carrelli.

TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
1 ora
Operazioni di volo: «Le tasse sono troppo elevate»
L'Ufficio federale dell'aviazione civile ha imposto una loro riduzione a partire dal 1° aprile 2020
SVIZZERA
2 ore
Christian Levrat non si ricandiderà
«Sono stato presidente per dodici anni, con molto piacere ed energia, ma è una funzione logorante, sia sul piano politico che personale» ha dichiarato il presidente del PS
FRIBURGO
3 ore
Liberale, fidanzata e fan della fondue: ecco la consigliera agli Stati più giovane
Classe 1988, Johanna Gapany è stata eletta domenica al ballottaggio a Friburgo. Donne che si impegnano in politica, afferma, ce ne vorrebbero di più
ZURIGO
3 ore
5G: la maggioranza della popolazione vorrebbe fosse fermato
Secondo un sondaggio Tamedia, più della metà degli intervistati è contro una copertura a tappeto. A trarne vantaggio, sostengono, sarebbero le grandi aziende
VIDEO
ZURIGO
11 ore
Dopo la partita devasta il tram a calci
L'atto di vandalismo si è verificato ieri pomeriggio al termine dell'incontro di calcio tra Zurigo e Sion. Non è la prima volta che gli ultras tigurini si rendono protagonisti di scene simili
SCIAFFUSA
13 ore
Parte un colpo dall'arma d'ordinanza, due agenti in ospedale
Il poliziotto che ha sparato ha riportato ferite a una mano, mentre un collega potrebbe aver subito danni all'udito
GINEVRA
14 ore
Prevenzione contro la radicalizzazione: «Bilancio positivo»
Il programma socioeducativo lanciato nel giugno del 2016 ha gestito 126 casi, la maggior parte dei quali legati all'islamismo. Apotheloz: «Lo Stato Islamico sembra morto, ma dobbiamo rimanere attenti»
FRIBURGO
17 ore
Caos ballottaggio: «Inutile la riconta dei voti»
La cancelleria cantonale ritiene non vi siano motivi validi per un riconteggio: «Il problema è stato unicamente di trasmissione». Ma il PPD, che ha perso il proprio seggio agli Stati, pensa al ricorso
LUCERNA
19 ore
Furto milionario in gioielleria, sei persone arrestate
Il colpo è avvenuto il 26 ottobre presso la gioielleria Gübelin in pieno centro. Parte del bottino è stata recuperata
BERNA
21 ore
L'Udc rivendica «il diritto di scherzare» sui gay
Includere l'omofobia nella legge anti-razzismo? Un comitato referendario, riunito oggi nella capitale, ha illustrato i motivi del "no"
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile