VAUD
10.01.17 - 10:050
Aggiornamento : 14:50

Non usa il preservativo, condannato per stupro

La sua partner esigeva l’utilizzo del contraccettivo, ma lui se l’è tolto. L’uomo, un francese di 47 anni, si è visto infliggere 12 mesi con la condizionale da un tribunale di Losanna

Condannato per stupro

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

LOSANNA - «Il sesso tra adulti consenzienti, con o senza preservativo, non ha niente da spartire con un processo penale». Questa tesi, sostenuta dall’avvocato difensore di un 47enne francese, è stata sconfessata ieri dal Tribunale correzionale di Losanna che ha condannato il suo cliente per una relazione sessuale non protetta avvenuta a giugno 2015. Una relazione sessuale senza preservativo, quando la coppia ne aveva previsto l’uso, è considerato stupro. Il presidente della Corte è convinto che se la donna si fosse resa conto che l’uomo aveva tolto la protezione, si sarebbe rifiutata di proseguire.

Preservativo tolto - Dopo l’incontro su Tinder, e un bicchiere in un locale, la coppia si sposta a casa della donna, dove avviene un rapporto sessuale. All’inizio l’uomo indossa correttamente il preservativo, che però si toglie per ricevere del sesso orale. La donna si rifiuta. Ma la penetrazione successiva, senza che lei se ne accorgesse, avviene senza protezione.

Quattro mesi d’inferno - Una volta scoperto l’accaduto la donna diventa molto inquieta e prega più volte l’uomo di sottoporsi ad alcuni test. Invano. Il francese si rifiuta e sparisce nel nulla. La donna, sedotta e abbandonata, vive quattro mesi d’inferno: si sottopone ad un trattamento preventivo contro l’HIV aspettando i risultati.

Diverse versioni - Per il pubblico ministero, tutto questo è equiparabile ad un atto sessuale nei confronti di una persona che non può opporre resistenza, riferisce 20 minutes. Uno stupro. Il 47enne chiamato alla sbarra dà diverse versioni dell’accaduto. Prima sostiene «che il preservativo si è semplicemente sfilato» durante l’atto sessuale e «di non essersi reso conto» dell’accaduto. Ma in seguito ammette di averlo fatto intenzionalmente. È stato condannato a 12 mesi di prigione sospesi condizionalmente.

«Ha detto tutto e il contrario di tutto» - I giudici ritengono pure che l’uomo non sia credibile. «Ha detto tutto e il contrario di tutto. Ha fatto un’impressione deplorevole e si è preoccupato solamente di sé stesso». La condanna è una prima in Svizzera.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
VALLESE
12 ore
Una targa per restare vigili contro gli abusi
È stata la vittima di un ex insegnante, religioso e allenatore di calcio, a chiederne la posa
SVIZZERA
17 ore
Stop alla quarantena per gli svizzeri della MS Westerdam
Un'americana che si trovava sulla nave è stata trovata infetta. Ma «non vi sono state trasmissioni del virus»
VAUD
18 ore
Che fine hanno fatto le gemelline Schepp?
La mamma delle due ragazze vodesi lancia un nuovo appello a Chi l'ha Visto
SVIZZERA/KENYA
20 ore
Due arresti per lo stupro e l'omicidio della missionaria svizzera
La 74enne viveva sola ed era stata aggredita per una rapina, le autorità keniane a caccia di una terza persona
SVIZZERA
1 gior
Non c'è mai stato un inverno caldo come questo
Lo sostengono, dati alla mano, MeteoSvizzera: «Una tendenza che probabilmente continuerà anche in futuro»
FOTO
ARGOVIA
1 gior
Würenlingen ricorda l'attentato di 50 anni fa con 47 morti
Durante la commemorazione sono state deposte corone di fiori e accese 47 candele
FOCUS
1 gior
Crypto, un Grande Fratello tutto svizzero
Tutto quello che c’è da sapere su uno spionaggio internazionale che vede coinvolta una società di Zugo
SVIZZERA
1 gior
Erano sulla nave MS Westerdam, svizzeri in quarantena
I test iniziali sui passeggeri erano risultati negativi, ma un'americana si è ammalata. Segreti i cantoni di provenienza
SVIZZERA
1 gior
«Il roaming è una truffa, è il momento di intervenire»
Lo chiede l'associazione dei consumatori, che vorrebbe limiti massimi di prezzo fissati dal Consiglio federale
SVIZZERA / CINA
1 gior
Tornano altri cinque svizzeri, poi la quarantena
Con loro anche due parenti cinesi. Il periodo di isolamento contro il coronavirus lo faranno sul nostro territorio
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile