ZURIGO
29.05.16 - 08:330
Aggiornamento : 10:39

«Angela Magdici aveva offerto la fuga a altri detenuti»

Secondo alcune rivelazioni Hassan Kiko non sarebbe stato l'unico destinatario della proposta dell'ex guardia carceraria

ZURIGO - Angela Magdici, l'ex guardia carceraria protagonista della "fuga d'amore" dal penitenziario Limmattal avvenuta all'inizio dello scorso mese di febbraio assieme ad Hassan Kiko, detenuto condannato per stupro, avrebbe offerto un "biglietto d'uscita" ad almeno altri due prigionieri.

Lo si apprende dall'edizione domenicale del Neue Zürcher Zeitung, che riporta le dichiarazioni di un detenuto del carcere di Dietikon nel corso di un'udienza con il procuratore pubblico: «Se avessi voluto fuggire, quella notte ne avrei avuto la possibilità» ha raccontato. Un secondo detenuto ha invece affermato che la Magdici avrebbe proposto la fuga ad almeno altri tre detenuti. Accuse che l'interessata ha fermamente respinto.

«Ai piani alti sapevano tutto» - E ci sarebbe di più. I due detenuti interrogati sostengono infatti che la direzione del carcere era informata della simpatia fra i due fuggitivi: «I responsabili erano a conoscenza della relazione fra la Magdici e Kiko» hanno dichiarato i due, un fattore che troverebbe conferma nella decisione, risalente a un paio di settimane prima della fuga, di trasferire l'ex agente in una differente ala del penitenziario.

Alla richiesta di chiarimenti in merito il Dipartimento di giustizia di Zurigo ha comunicato di «non poter commentare la vicenda, per una questione di riservatezza e per via del processo in corso».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
mgk 5 anni fa su tio
E mi sa non solo la fuga
MIM 5 anni fa su tio
@mgk E' una semplice questione di vocali
tazmaniac 5 anni fa su tio
Ma si può cancellare un post già censurato ... allora cosa ca...spita permettete i commenti per cosa?
tazmaniac 5 anni fa su tio
@tazmaniac ridicoli.....neanche la censura della Gestapo era così assurda...
TOP NEWS Svizzera
SVITTO
1 ora
Auto nel pendio, un morto
Grave incidente ieri pomeriggio a Muotathal. Due feriti e un decesso
SVIZZERA
7 ore
Noto attivista Corona-scettico finisce in cure intense con il virus
Il 66enne François de Siebenthal si è opposto pubblicamente alle disposizioni sanitarie decise dal Governo federale.
FOTO
SVIZZERA
9 ore
«Tutte le persone presenti su quell'aereo devono testarsi»
L'UFSP ha scritto un SMS a tutti i passeggeri del volo atterrato questa mattina a Zurigo e proveniente da Johannesburg.
SVIZZERA
10 ore
Nuove Covid-restrizioni a Neuchâtel e San Gallo
Nel cantone romando scatta l'obbligo di mascherina in musei, cinema e chiese. Fortemente raccomandato il telelavoro.
SVIZZERA
12 ore
Licenziati cinque militari no-vax
Facevano parte del Comando forze speciali e senza vaccino non avrebbero potuto effettuare missioni all'estero.
FOTO
ARGOVIA
12 ore
Con il 2.6 per mille combina un disastro
Ieri sera a Mellingen, una 37enne si è messa alla guida della sua automobile completamente ubriaca. Pessima idea.
SVIZZERA
13 ore
La selezione dei pazienti? «È eticamente devastante»
Con le terapie intensive che si riempiono presto i medici dovranno di nuovo effettuare il tanto temuto "triage".
SVIZZERA
16 ore
L'industria degli eventi si prepara alle restrizioni
La regola delle 2G piace alle discoteche. A Zurigo un concerto punk-rock aggiunge il requisito del test antigenico
ZURIGO
1 gior
Quanto è pericolosa Omicron?
Potrebbe essere peggiore della già temibile delta. La parola agli esperti
SVIZZERA
1 gior
Omicron, chiudono i voli diretti con l'Africa australe
La decisione comunicata in serata, dopo l'emergenza della nuova variante, è valida a partire dalle ore 20 di oggi.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile