GINEVRA
12.04.16 - 11:180

La battaglia per un inalatore di Ventolin

Un asmatico in preda a una crisi non ha potuto acquistare il suo farmaco senza ricetta medica. Il farmacista pensa di aver agito nel giusto

GINEVRA - «Era stato come se qualcuno fosse seduto sul mio petto e il farmacista non mi ha aiutato». Lo sfogo di Jim è stato condiviso più di 24.000 volte su Facebook. Allergico al polline di betulla, il trentenne di Ginevra ha raccontato di essere stato colto da un attacco d'asma, mentre era a fare shopping nel centro commerciale di Blandonnet, venerdì.

Dotato di un inalatore di Ventolin scaduto dal 2010, si è presentato in farmacia senza prescrizione medica. «Il farmacista mi ha fatto delle domande. Ero in distress respiratorio, volevo solo la mia medicina». I toni sono degenerati , sono volati gli insulti e Jim è stato portato fuori da un agente Securitas. «In una situazione di stress è chiaro che non potevo essere amichevole», si giustifica. Tornato a casa e riuscito a calmarsi, il ginevrino ha dovuto aspettare l'indomani per avere un inalatore da un'altra farmacia.

«Era calmo, per niente stressato, assicura il titolare della farmacia incriminata. Non ha voluto dare il suo nome, né quello del suo medico o della sua farmacia abituale», si è giustificato. E, per il professionista, «fosse stato in emergenza medica non avrebbe potuto parlare con qualcuno per 25 minuti. Il farmacista assicura che, avesse constatato che vi era un'emergenza medica, avrebbe fornito il farmaco. «Lo faccio regolarmente», garantisce spiegando di voler ora sporgere denuncia per diffamazione.

Vendita possibile, ma a delle condizioni - Senza pronunciarsi sul caso specifico, il presidente dell'associazione pharmaGenève spiega che il farmacista può fornire un farmaco senza prescrizione medica «se è adeguatamente documentato e se viene constatata l'emergenza». Jean-Luc Forni spiega che i farmacisti devono sottoporre i clienti a un rapido questionario prima di consegnare un farmaco senza ricetta. «Deve capire qual è lo stato di salute della persona, se ha una storia medica e quali farmaci assume prima di prendere una decisione», sottolinea.  E guai a commettere errori. Un farmacista può essere perseguito se misconosce la situazione.

Commenti
 
Loris Bianchi 3 anni fa su fb
complimenti per gli articoli sempre più costruttivi ! avanti così !
Fausto Mauri 3 anni fa su fb
Non me la sento di colpevolizzare il farmacista, anzi…
Fabrizio Sciacco 3 anni fa su fb
Cioè, costui aveva dietro il suo Ventolin...scaduto dal 2010 e ha parlato 25 minuti? Ora non conosco bene la patologia ma ecco, da perfetto ignorante non mi sembra un'emergenza medica. Un asmatico non si porta dietro farmaci scaduti da 6 anni. Se si sa di essere asmatici e si soffre regolarmente di tali crisi si ha sempre dietro il farmaco in uno stato somministrabile, ossia non scaduto, specialmente da SEI anni.
Amaia Fénix 3 anni fa su fb
Non conosco il caso ma ti assicuro che non sempre è una malattia costante. Io non ho attacchi dal 2013 e allora non ne avevo da anni ma quello è stato un anno micidiale con tanto di attacchi che pensavo di morire. E sono la prima che non ha un ventolin che non sia scaduto. Poi sul parlare per 25 minuti..effettivamente non penso fosse al picco della sua crisi ma magari gli è venuta l'ansia sentendola arrivare. Chissà...
Stefania Serranti 3 anni fa su fb
Sono madre di 2 asmatici, una sabato sera son rimasta senza ventolin (puó succedere) ho chiamato la farmacia di turno di Lugano,spiegando velocemente al telefono il caso urgente son andata a prenderlo! Costo totale 17,85 ( costo del medicamento 8,90 ...la differenza stá nel esser senza ricetta e in piû la tassa ! Ma per la salute non su bada a spese ! Forse il farmacista ha un po esagerato...il medicamento poteva darglielo!!!
Laura Basileo Cambi 3 anni fa su fb
per carità, può succedere, ma un asmatico che è in giro senza ventolin fa un po' strano...ma ripeto...tutto può accadere e in questo caso il farmacista avrebbe potuto darglielo subito e chiamare insieme il medico curante per la verifica senza tanto caos. Comunque quando hai una crisi di asma difficilmente riesci a parlare e tanto meno a litigare...quindi...
Simona Vomeri 3 anni fa su fb
Non sono né medico, né farmacista ne altro....conosco solo molto bene il problema, purtroppo. Trovo eccessivo l'atteggiamento verso un ormai "vecchio" e stra conosciuto farmaco, l'unico che ti salva in caso di bronco-costrizione. Poi per carità a me non mi hanno venduto il Voltaren in pomata per mio figlio grande....quindi figuriamoci...
Alain Radaelli 3 anni fa su fb
Se fosse stata una vera emergenza respiratoria, il tizio non aveva nemmeno la forza di litigare con il farmacista...
Ulisse Bernardi 3 anni fa su fb
Successo anche a me a Lugano, una farmacista ci ha messo 15 minuti per darmi un ventolin quando avevo un emergenza e stavo per svenire.
mgk 3 anni fa su tio
Il problema da noi quando ti ritrovi l aiuto farmacista firse diplomato oltreconfine
Luana Riva 3 anni fa su fb
Tutti bravi è e commentare
Nuti Nikita Giannini 3 anni fa su fb
Io l'avrei ucciso ....se mi avesse lasciato senza
lo spiaggiato 3 anni fa su tio
In svizzera , sempre iper regolamentata, è necessaria la ricetta anche per comprare uno sciroppo della tosse realmente efficace... Questa brutta pratica è una delle cause degli alti costi della salute in quanto è necessario rivolgersi ad un medico anche x curare piccoli malesseri... Ricordiamoci che il farmacista per ottenere il suo bel diploma ha dovuto studiare molto e quindi è uno spreco che debba solo essere un mero passaricette... Alcuni anni fa la politica aveva detto di voler cambiare questa scomoda realtà e rendere meno restittivo l'obbligo della ricetta ma fino ad ora non ha fatto niente... :-(((
Simona Vomeri 3 anni fa su fb
Gli ha chiesto un Ventolin, non 1/2 kg di cocaina!!! Il buon senso non sta piu' nella testa di nessuno. Il farmacista adesso è meglio che si trovi un buon avvocato.
Michela Michi 3 anni fa su fb
Esagerata... non è consuetudine per un asmatico andare in giro con un ventolin scaduto da 6 anni
Amaia Fénix 3 anni fa su fb
Non è vero :) dipende dal tipo di asma.
Emu 3 anni fa su tio
io sono asmatico e vi assicuro che non esiste che sono in possesso del medicamento scaduto da ben sei anni e non esiste neppure che in caso di un attacco di asma possa sostenere una conversazione o peggio un litigio di 25 minuti, tornarmene a casa e procurarmi il medicamento il giorno dopo. Semplicemente impossibile!
geiger 3 anni fa su tio
@Emu esatto
ennio.lupi 3 anni fa su tio
Ma a voi pare che uno con una crisi seria come quella di cui si parla si preoccupa dei dettagli formali e non di avere alla svelta il mediamento di cui necessita? Se l'asmatico avesse poi sofferto di problemi gravi a causa della mancata somministrazione del farmaco, per puri e stupidi motivi formali alla fine dei conti, il farmacista avrebbe potuto averne anche conseguenze penali serie. Parrebbe un classico esempio di quel disgustoso eccesso di zelo amministrativo che ignora in modo abominevole i problemi della gente, cosa sempre riprovevole, ma ancor di più in ambito sanitario. Quel farmacista va deferito al più presto alla commissione di controllo della sua professione.
Thor61 3 anni fa su tio
@ennio.lupi In realtà si potrebbe fare il discorso all'opposto, se il "Malato" avesse subito danni dal farmaco? Per professionalità il farmacista gli ha chiesto alcune informazioni, mentre costui non ha voluto fornire nessun dato, per cui è giusto il comportamento del farmacista, se io avessi bisogno realmente di un farmaco gli darei anche il numero di avs, non solo nome e cognome.
ennio.lupi 3 anni fa su tio
@Thor61 Il farmacista PRIMA si deve preoccupare della salute del paziente, DOPO del suo borsellino, perché alla fine dei conti questo é lo schifoso e non ammissibile ovviamente, problema di fondo. Ammesso e non concesso sia vero quando dice chi cercava il medicamento cosa che ,visto che Ventolin lo uso anch'io e so a che serve, non faccio affatto fatica a credere.
pontsort 3 anni fa su tio
@Thor61 Quindi tu venderesti un farmaco al quale potrebbe essere allergico a uno sconosciuto senza prima informarti?
Thor61 3 anni fa su tio
@pontsort NO! Forse non hai capito bene cosa ho scritto ;o) Lo venderei se fosse un caso di emergenza, ma solo DOPO aver verificato che il medicamento non gli faccia più male che bene. la mia era una risposta a ennio.lupi che vorrebbe avere il farmaco senza ricetta e senza nemmeno verificare se sia giusto o meno il rilascio del medicamento senza ricetta.
pontsort 3 anni fa su tio
@Thor61 Si scusa volevo rispondere proprio a ennio.lupi
Thor61 3 anni fa su tio
@ennio.lupi Scusami, ma vorresti dire che anche tu vai in giro con una confezione scaduta nel 2010? Non credo proprio! Se in caso ti finisse il medicamento e senza ricetta vai in una farmacia che per sicurezza (Di tutti) ti pone poche e fondamentali domande prima di DARTI il medicinale, ti metti a far casino o gli rispondi pur di averlo? Io rispondo, poi eventualmente discuto, costui invece sembra abbia discusso inutilmente per almeno 25min. se voleva solo i soldi incassava e basta, mentre invece lo insulti perchè ha fatto bene il suo lavoro.
Thor61 3 anni fa su tio
@ennio.lupi Letto Emu! Lui chiarisce meglio di me il senso.
ennio.lupi 3 anni fa su tio
@Thor61 No, volontariamente ovviamente no. Ma potrebbe capitare, nessuno é perfetto, e come dicevo le domandine poste per paraculismo piuttosto che esaminare veramente la situazione della persona che ti trovi davante a me disgustano molto. Ovvio anche sarebbe stato meglio se il cliente non avesse avuto atteggiamenti aggressivi, ma voglio vedere te se stai male e ti trovi davanti un burocrate fetente (che penso sia stato il punto di vista dell'asmatico).
Thor61 3 anni fa su tio
@ennio.lupi A maggior ragione se ha di fronte un burocrate bisogna farsi furbi, prima ti rispondo, prendo il farmaco e poi se è il caso ti insulto ;o) Non è paraculismo prendere le necessarie informazioni, ma professionalità, si tratta sempre di medicinali e se la prassi richiede alcune informazioni prima del RILASCIO del medicamento basta rispondere e tutto finisce li. Se si reca in un ospedale per una urgenza le fanno molte più domande (Domande che servono a SALVARE vite) eppure di norma nessuno fa storie e risponde. Capisco che chi ha bisogno di portare con se un medicamento è più sensibile al problema, a maggior ragione IO oltre al medicinale "In uso" mi porterei la riserva e MAI una scaduta da 6 anni (Prodotta molti anni prima della scadenza) da presentare in farmacia, quanti ammalati che devono usare un medicamento lo stesso gli dura ca. un decennio? Con tutta la buona volontà chi ha sbagliati davvero è colui che voleva il medicamento, non certo il farmacista.
Patinka Nikita 3 anni fa su fb
A causa del farmacista che non ha voluto darmi il ventolin, ora di sera ero il ricoverata in ospedale! Il farmacista non ha voluto vendermelo visto che il mio medico in quel periodo era assente per vacanze e non avevo la ricetta con me...
Tom Wiggers 3 anni fa su fb
Idem di solito non ci sono problemi
Alessandro Vilei 3 anni fa su fb
Io sono asmatico ma se vado in farmacia (anche non quella di fiducia) riesco ad acquistarlo senza problemi e senza ricetta...
Patrik Bettelini 3 anni fa su fb
Solo tu
miba 3 anni fa su tio
All'asmatico bisogna ricordare che se va in giro con un inalatore scaduto da 6 anni e se non da il nome del medico, non da il suo nome né quello della farmacia abituale alla fine sono poi cavoli suoi. Da come leggo l'articolo oltre che asmatico è una di quelle tante persone che pur essendessendo in torto sfrutta facebook per piangere e lamentarsi di chi ha semplicemente operato con buonsenso
Frankeat 3 anni fa su tio
<em> Non ha voluto dare il suo nome, né quello del suo medico o della sua farmacia abituale</em> e perché mai???
Username1973 3 anni fa su tio
@Frankeat ...forse non gli uscivano le parole... :-)
Frankeat 3 anni fa su tio
@Username1973 noooo, cattiva questa! :-)
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SONDAGGIO
SVIZZERA
6 ore

I bus a lunga percorrenza vogliono conquistare la notte

Stentano a decollare i collegamenti nazionali introdotti nel giugno del 2018

FOTO E VIDEO
ZUGO
8 ore

Il re della lotta è Christian Stucki

Il 34enne bernese ha superato in finale il "padrone di casa" Joel Wicki. La tre giorni di Festa federale è stato un successo, anche di pubblico: oltre 420'000 gli appassionati presenti

VALLESE
13 ore

Incidente aereo sul Sempione, tre morti

Il Piper era decollato da un aeroporto vodese e avrebbe dovuto atterrare in Italia. Tra le vittime pure un neonato

SVIZZERA
14 ore

Quando i treni bruciano il rosso

Nel 2018 sono stati ignorati 363 segnali ferroviari: si tratta di un record

ZURIGO
14 ore

14enne ruba un'auto e se ne serve in piena notte

Con l'adolescente viaggiavano due 15enni. Inutile il tentativo di fuggire a un controllo di polizia

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile