TURGOVIA
16.12.14 - 12:110
Aggiornamento : 10.01.18 - 10:20

Vendeva su internet telefonini inesistenti, condannata per truffa

Per la donna 36 mesi di prigione di cui 18 da scontare

MÜNCHWILEN - Ha messo in vendita su diverse piattaforme online telefonini che non sono stati mai forniti agli ignari acquirenti ed ha ordinato prodotti alimentari, apparecchi elettronici e un collegamento telefonico, fornendo un indirizzo falso. Responsabile della truffa è una donna 30enne, condannata nel canton Turgovia a 36 mesi di prigione, 18 dei quali da scontare.

Il Tribunale distrettuale di Münchwilen (TG) ha riconosciuto la donna colpevole di truffa per mestiere, falsità in documenti e ingiuria. La sentenza non è ancora passata in giudicato.

Oltre alla pena detentiva, dalla quale saranno sottratti 122 giorni di preventiva, la donna è stata condannata a una pena pecuniaria di 5 aliquote giornaliere da 30 franchi. La 30enne dovrà inoltre risarcire le vittime della truffa: l'atto d'accusa elenca 91 casi per una somma totale di 52'000 franchi.

Nel corso del dibattimento, che si è tenuto due settimane fa, la donna ha ammesso i fatti. La difesa aveva chiesto l'assoluzione dalle imputazioni più gravi, sostenendo che le persone truffate avrebbero omesso di prendere le più semplici misure di precauzione. I proventi della truffa sarebbero serviti alla donna per il sostentamento dei figli. La corte ha in gran parte seguito le richieste della procuratrice.

TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
7 ore
Credit Suisse: a rischio centinaia di posti di lavoro
Lo afferma la SonntagsZeitung, secondo la quale ci sarebbero dei piani di riduzione dei costi
SVIZZERA ROMANDA
10 ore
Boom di false petizioni, la polizia mette in guardia
Finti non udenti, ma non solo. Cambiano i "beneficiari", ma la sostanza resta la stessa.
SVIZZERA
11 ore
Passi avanti... in Borsa
La società zurighese punta per l'anno prossimo a una quotazione dal valore di circa 2 miliardi di franchi.
GRIGIONI
12 ore
Esce di strada e viene sbalzato dall'abitacolo: morto un anziano
Il corpo è stato ritrovato ieri pomeriggio dal figlio nei pressi di un maggengo sopra Seewis.
BERNA
13 ore
I positivi tornano sotto i 100
Resta fortunatamente invariato il numero dei decessi.
SVIZZERA
15 ore
I pesticidi finiscono anche nell'Evian
Diversi ricercatori hanno trovato residui di clorotalonil nella famosa acqua minerale.
FOTO
SVIZZERA / BULGARIA
15 ore
La cella invece del mare greco
Un giovane vacanziero è stato bloccato all'aeroporto di Sofia perché il suo passaporto era scaduto da due settimane.
BERNA
15 ore
Scandalo pedinamenti: la polizia zurighese ha commesso negligenze
Gli investigatori coinvolti nella vicenda non sarebbero stati sentiti in maniera adeguata, secondo il TF.
SVIZZERA
16 ore
Criminalità sul web: Google sempre più chiamata in causa
La Fedpol e i Cantoni hanno inoltrato ben 1'097 richieste d'informazioni per ottenere dati di utenti svizzeri nel 2019.
CAPO VERDE
1 gior
Bloccata da 4 mesi a Capo Verde: «Riportatemi in Svizzera»
Una 50enne di Svitto era partita a marzo per due settimane di vacanza e relax. E invece sta vivendo un incubo
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile