SVIZZERA
29.07.14 - 11:100
Aggiornamento : 23.11.14 - 15:56

Impiegati Svizzeri chiede aumenti salariali in vari settori

OLTEN - La produttività cresce e la congiuntura va a gonfie vele: è quindi giusto che anche i salariati ne approfittino. Ne è convinta l'organizzazione Impiegati Svizzeri, che auspica per l'anno prossimo un aumento degli stipendi pari al 2,3% nell'industria farmaceutica e dell'1,7% in quella meccanica, elettrotecnica e metallurgica (MEM).

 

"Oggi non vi è assolutamente nulla che si opponga a un adeguato aumento dei salari dei dipendenti", afferma il direttore di Impiegati Svizzeri Stefan Studer, citato in un comunicato.

 

La federazione - che nei due comparti in questione riunisce una settantina di associazioni dei lavoratori in rappresentanza di 20'000 membri - sottolinea come l'istituto di ricerche economiche Bakbasel preveda nel settore farmaceutico tassi di crescita del 3,2% quest'anno e del 3,6% nel 2015, mentre nel segmento MEM l'espansione attesa è rispettivamente dell'1,6% e del 2,6%.

 

Anche la produttività continua a crescere, argomenta Impiegati Svizzeri, e vi è tuttora una carenza di personale specializzato: questa situazione non è destinata a cambiare presto, alla luce dell'approvazione dell'iniziativa sull'immigrazione di massa. Nel frattempo la pressione legata alla forza del franco è chiaramente diminuita. E per finire i ritocchi in busta paga degli ultimi anni sono stati modesti: aumenti reali si sono verificati solo grazie all'inflazione negativa.

 

Impiegati Svizzeri osserva come la crescita stia peraltro coinvolgendo anche altri rami economici, come le assicurazioni, l'informatica e le banche: anche in questi settori gli stipendi dovrebbero salire.

 

Alla luce delle prospettive favorevoli vengono inoltre chiesti aumenti generalizzati. Particolare attenzione va prestata alle retribuzioni delle donne: secondo l'organizzazione è riprovevole che nel 21esimo secolo le lavoratrici continuino a guadagnare meno dei loro colleghi maschi.

 

Un argomento caldo rimane anche la libera circolazione. Per Impiegati Svizzeri è fuori di dubbio che l'immigrazione ha frenato l'evoluzione dei medi salari. Quale contromisura Studer chiede quindi più trasparenza sulle remunerazioni.

 

Ats

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
«Ogni anno perdiamo migliaia di soldati»
Non c'è una guerra in corso. Ma un'emorragia di reclute, che preoccupa non poco Berna
LUCERNA
2 ore
Maestro mezzo nudo e con la lingua di fuori invia selfie agli studenti
Polemica in una scuola media per scatti ritenuti inappropriati. Insegnante allontanato.
SVIZZERA
14 ore
Crediti e ipoteche a PostFinance: la decisione non piace a tutti
Il mondo bancario è diviso, mentre l'Unione svizzera arti e mestieri e i sindacati sono decisamente contrari.
SVIZZERA
15 ore
A novembre la SSR lancerà una piattaforma streaming
Si chiamerà Play Suisse e ospiterà produzioni svizzere doppiate o sottotitolate in tutte le lingue nazionali
SVIZZERA
15 ore
La Svizzera si tinge di blu
Con gli ulteriori allentamenti previsti per mezzanotte, il Paese entra in una nuova fase della lotta contro il Covid-19.
BERNA
18 ore
Canapa CBD: 33 milioni restituiti ai produttori
Il denaro era stato versato in tasse sul tabacco, riscosse però non legalmente
ZURIGO
19 ore
Flixbus: caos sui viaggi tra città svizzere
La società si difende dalle accuse di cabotaggio affermando che si è trattato di un "errore tecnico".
SVIZZERA
21 ore
PostFinance verso una privatizzazione parziale
Avviata la procedura di consultazione sulla revisione della legge che vieta la concessione di crediti e ipoteche.
SVIZZERA
21 ore
Le frontiere riaprono il 15 giugno
Tutte le restrizioni in entrata vigenti nel nostro Paese saranno revocate.
SVIZZERA
22 ore
Il Ticino vuole strade sicure, la Confederazione risponde
L'iniziativa cantonale "Strade più sicure subito!" chiede di vietare il transito a chi non ha i dispositivi di sicurezza
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile