SVIZZERA
25.03.14 - 10:470
Aggiornamento : 23.11.14 - 22:29

Meno morti sulle strade svizzere

Sono 70 i decessi in meno rispetto al 2012, in calo anche i feriti gravi

BERNA - Sulle strade svizzere nel 2013 vi è stato un netto calo delle vittime di incidenti: hanno perso la vita 269 persone, 70 in meno rispetto all'anno precedente. In calo anche i feriti gravi, che sono stati 4129, 73 in meno. Netto calo pure per gli incidenti con coinvolgimento di ciclisti e motociclisti. Lo rende noto oggi l'Ufficio federale delle strade (USTRA)

 

Complessivamente si sono verificati 17 473 incidenti con lesioni a persone. Il numero delle persone decedute è sceso del 21%, mentre quello dei feriti gravi è diminuito del 2%. Tali dati confermano il trend positivo degli ultimi anni. Diminuiscono anche morti e feriti degli incidenti causati da eccessiva velocità e guida in stato di ebbrezza: in entrambi i casi il numero delle vittime registra un calo percentuale in doppia cifra, mentre i feriti gravi scendono rispettivamente del 6 e 7%.

 

Migliora il bilancio delle due ruote - Nel 2013 i ciclisti e motociclisti vittime di incidenti mortali sono stati rispettivamente 17 e 55, con un calo di 11 e 19 unità in confronto all'anno precedente. Anche i feriti gravi scendono del 3% per le motociclette e del 6% per le biciclette.

 

È probabile che questo bilancio positivo - rileva l'USTRA - abbia anche una spiegazione di tipo meteorologico: le condizioni climatiche invernali protrattesi fino a fine aprile, le copiose piogge autunnali e l'arrivo dell'inverno sulle Alpi già a metà ottobre potrebbero aver limitato l'utilizzo delle due ruote rispetto all'anno precedente.

 

Fra gli utenti di biciclette elettriche vi sono state quattro vittime (–50%), mentre il numero dei feriti gravi è salito a 114 persone, con un incremento di 36 unità.

 

Bilancio contrastato per i pedoni - Il numero di pedoni che hanno perso la vita è sceso di 6 unità rispetto all'anno precedente, per un totale di 69 morti, ma supera del 2% la media degli ultimi cinque anni. I feriti gravi aumentano del 5% rispetto all'anno precedente e del 6% rispetto alla media quinquennale.

 

Gli incidenti che hanno coinvolto persone sui passaggi pedonali hanno causato 21 morti (+ 1) e 301 feriti gravi (+ 17): quest'ultimo dato è il più elevato dal 2007 a oggi.

 

Scendono del 7% gli incidenti in autostrada - Nel 2013 gli incidenti con lesioni a persone su autostrade e semiautostrade sono scesi del 7%: la cifra di 1834 sinistri rappresenta il dato più basso dal 1992. Il netto calo di morti e feriti gravi rispetto al precedente periodo di riferimento dipende dal fatto che le statistiche dello scorso anno risentivano del tragico incidente del pullman avvenuto nella galleria di Sierre a marzo 2012. Il dato degli incidenti gravi su autostrade e semiautostrade nel 2013 è però stato decisamente inferiore anche alla media quinquennale.

 

Ats

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
13 min
Gli averi a vista della BNS continuano a salire, ed è record storico
Ed è la 19esima volta di fila per il valore più elevato mai raggiunto, e non è detto che sia una cosa positiva
VAUD
37 min
Crediti Covid trasferiti all'estero: sospetti di una frode milionaria
Il Ministero pubblico vodese ha avviato un'inchiesta. Una persona si trova in detenzione preventiva
SVIZZERA
54 min
«Con l'auto il rischio di morte è 59 volte maggiore»
L'Ufficio federale dei trasporti ha pubblicato il suo ultimo rapporto sulla sicurezza dei trasporti pubblici
SVIZZERA
2 ore
Settore secondario: produzione ancora in crescita, cifre d’affari in calo
La pandemia ha avuto ripercussioni sui risultati di febbraio e marzo
ZURIGO
3 ore
Coronavirus e rimborsi, il direttore di Hotelplan critica Swiss
«Ha preso soldi dai clienti e poi ha bloccato unilateralmente il rimborso nei suoi sistemi»
BERNA
3 ore
«Servono più scorte mediche»
Jürg Schlup, presidente FMH, ritiene il materiale sanitario debba tornare ad essere prodotto in Svizzera ed Europa
BERNA
4 ore
Coronavirus: togliere alla lotta all'alcolismo per dare ai bar?
A Berna si pensa alla sospensione della tassa sugli alcolici. L'idea non piace alle associazioni contro le dipendenze.
SVIZZERA
16 ore
Turismo: la situazione è tesa, urgono meno restrizioni
Si è tenuto oggi il secondo vertice sul turismo dall'inizio dell'emergenza coronavirus.
GINEVRA
18 ore
Altra partitella "selvaggia", allontanate 300 persone
La polizia cantonale è intervenuta oggi al centro sportivo di Vessy.
SVIZZERA
20 ore
L'ufficio di casa te lo paga il datore di lavoro
Una recente decisione del Tribunale federale potrebbe fare scuola.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile