SVIZZERA
12.02.14 - 17:410
Aggiornamento : 24.11.14 - 06:34

Iniziativa UDC, "l'altra metà" non ci sta

Nasce il sito The Other Half, nel quale il 49,7% vuole combattere "coloro che danneggiano il nostro paese": non gli stranieri, ma chi ha votato Sì

BERNA - La Svizzera si è spaccata a metà sull'iniziativa UDC “Contro l'immigrazione di massa”. Come ben si sa il 50,3% dei votanti ha scelto il Sì, e questo sta provocando da alcuni giorni una valanga di articoli sui media e reazioni più o meno equilibrate e serene di esponenti politici di ogni schieramento, in Svizzera e in Europa.

 

C'è poi “l'altra metà”, ovvero quella fetta consistente dell'elettorato che ha votato No. “L'altra metà, siamo noi. L'altro 49,7% che si vergognano (sic) del loro paese e che desiderano che l'immagine della nostra Svizzera sia quella di un paese aperto, generoso e creativo, perché la creatività nasce proprio dalle nuove idee, dai nuovi modelli e dalle nuove soluzioni”.

 

Queste parole sono tratte dal sito theotherhalf.ch, nato in queste ore e che si propone di raccogliere i contributi di creativi e pensatori “per creare e contribuire a costruire la più grande vetrina digitale positiva della Svizzera contemporanea”. Forte anche di una pagina Facebook che conta per il momento circa 1500 fans, il sito è una sorta di work in progress che si svilupperà nei prossimi giorni.

 

Gli ideatori non nascondono l'amarezza per l'esito del voto: “Coloro che danneggiano il nostro paese non sono gli stranieri, ma proprio questa metà, tutti gli svizzeri, che il 9 febbraio 2014 hanno scritto una pagina nera della storia svizzera, senza immaginare le tracce che il progetto di questo testo potrà lasciare nei libri per le generazioni future e per il nostro paese”.

Commenti
 
TOP NEWS Svizzera
FOTO
VALLESE
12 ore
Una targa per restare vigili contro gli abusi
È stata la vittima di un ex insegnante, religioso e allenatore di calcio, a chiederne la posa
SVIZZERA
17 ore
Stop alla quarantena per gli svizzeri della MS Westerdam
Un'americana che si trovava sulla nave è stata trovata infetta. Ma «non vi sono state trasmissioni del virus»
VAUD
19 ore
Che fine hanno fatto le gemelline Schepp?
La mamma delle due ragazze vodesi lancia un nuovo appello a Chi l'ha Visto
SVIZZERA/KENYA
20 ore
Due arresti per lo stupro e l'omicidio della missionaria svizzera
La 74enne viveva sola ed era stata aggredita per una rapina, le autorità keniane a caccia di una terza persona
SVIZZERA
1 gior
Non c'è mai stato un inverno caldo come questo
Lo sostengono, dati alla mano, MeteoSvizzera: «Una tendenza che probabilmente continuerà anche in futuro»
FOTO
ARGOVIA
1 gior
Würenlingen ricorda l'attentato di 50 anni fa con 47 morti
Durante la commemorazione sono state deposte corone di fiori e accese 47 candele
FOCUS
1 gior
Crypto, un Grande Fratello tutto svizzero
Tutto quello che c’è da sapere su uno spionaggio internazionale che vede coinvolta una società di Zugo
SVIZZERA
1 gior
Erano sulla nave MS Westerdam, svizzeri in quarantena
I test iniziali sui passeggeri erano risultati negativi, ma un'americana si è ammalata. Segreti i cantoni di provenienza
SVIZZERA
1 gior
«Il roaming è una truffa, è il momento di intervenire»
Lo chiede l'associazione dei consumatori, che vorrebbe limiti massimi di prezzo fissati dal Consiglio federale
SVIZZERA / CINA
1 gior
Tornano altri cinque svizzeri, poi la quarantena
Con loro anche due parenti cinesi. Il periodo di isolamento contro il coronavirus lo faranno sul nostro territorio
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile