BERNA
28.10.13 - 15:540
Aggiornamento : 19.11.14 - 05:59

Scuola reclute: 70 giovani esclusi per ragioni di sicurezza

BERNA - Oggi circa 8000 giovani hanno cominciato la scuola reclute invernale. Circa 70 di loro, inizialmente reclutati, sono stati "bloccati" dall'esercito per ragioni di sicurezza. La decisione, secondo quando indicato dal Dipartimento della difesa, è stata presa per avvenimenti occorsi dopo il reclutamento.

Dal 2010 le Forze armate controllano prima dell'inizio della scuola reclute se contro i coscritti è in corso un procedimento penale. Prima della scuola estiva sono state scartate 55 persone per questo motivo, questa volta 70.

Dal 2012 l'esercito effettua un controllo su tutte le persone soggette all'obbligo militare. L'anno scorso sono state congedati 989 militi per ragioni di sicurezza. Le misure vengono applicate per evitare che soldati diventino un pericolo per se stessi o per chi sta loro attorno.

Fra i 8000 giovani che hanno cominciato la scuola reclute, figurano anche 40 donne. Per la maggioranza la scuola terminerà il 4 aprile 2014, ma per 1350 - che hanno optato per la ferma continuata - durerà fino al 23 agosto.



ATS
TOP NEWS Svizzera
VAUD
48 min

Beccato con 350 chili di funghi nel furgone

Il conducente, arrestato il 10 agosto da una pattuglia mobile dell'Amministrazione federale delle dogane, stava guidando anche senza la patente

SCIAFFUSA
2 ore

Guidava il bus da 4 settimane (quasi) senza pause

L'autista è stato fermato dalla polizia. Sull'arco di 28 giorni si è preso solo due volte 24 ore di pausa

PONTRESINA
3 ore

Urtato sul Bernina: morto il ciclista 53enne

L'incidente si era verificato il pomeriggio del 10 agosto. Il decesso è avvenuto mercoledì

VAUD
5 ore

Le vittime devono essere informate quando i colpevoli vengono scarcerati

Lo ha deciso il Tribunale federale, analizzando un caso di omicidio avvenuto nel 2008

SVIZZERA
8 ore

«Occorre più coraggio nella lotta contro gli hooligan»

La consigliera federale Karin Keller-Sutter invita comuni e cantoni a reprimere la violenza durante le partite: «Gli strumenti ci sono, bisogna solo usarli»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile