Immobili
Veicoli
Keystone
SVIZZERA
29.01.22 - 08:080
Aggiornamento : 10:06

Dopo le dichiarazioni di Berset c'è chi gioisce e chi teme altre ondate

«Conosciamo troppo poco le conseguenze a lungo termine» ricorda Edith Leibundgut.

Thomas Aeschi spinge invece nella direzione opposta: «L'obbligo di presentare il certificato Covid nei locali chiusi deve essere abolito»

Fonte Daniel Graf, Lisa Horer - 20 Minuten
elaborata da Alessandra Ferrara Biondo
Giornalista

BERNA - Ieri pomeriggio Alain Berset ha annunciato una imminente soppressione degli obblighi di quarantena e telelavoro, tra le altre cose. Se la situazione migliorerà sarà possibile revocare a breve anche l'obbligo del certificato Covid. 

Se c'è chi ha gioito alla notizia, dall'altra parte c'è chi si è detto deluso dal comportamento del Consiglio federale, come Rui Biagini, che si impegna per una strategia low-covid: «Mi sarei aspettato una protezione della popolazione maggiore. Non sappiamo ancora esattamente quali saranno le conseguenze a lungo termine della malattia. Non capisco quale potrebbe essere il beneficio della nuova strategia. Non ci sarà nessuna immunità di gregge, come abbiamo capito negli ultimi due anni».  

Libertà e protezione della salute - «Con ogni ondata si registrano nuove vittime, sia in termini di decessi che di long covid, che può colpire anche i bambini» prosegue Biagini, che chiede misure efficaci e allo stesso tempo convenienti in vista della primavera e dell'estate, non appena il numero di casi positivi si abbasserà. «La popolazione deve essere educata al concetto di aria pulita all'interno dei locali. Il controllo della qualità dell'aria per mezzo di sensori di CO2 è un mezzo poco costoso ed efficace per evitare una nuove grande ondata. Non dobbiamo scegliere tra la chiusura radicale o la libertà totale. Ci sono mezzi efficaci che permettono la libertà e la protezione della salute» prosegue Biagini. 

Anche Edith Leibundgut (Alleanza del Centro) frena l'entusiasmo. «Naturalmente tutti speriamo che la pandemia finisca. Ma semplicemente non possiamo ancora saperlo. Omicron ha guadagnato velocità, mentre la politica sembra essersi arresa. Ma cosa succede se emerge una variante più grave? Dobbiamo rimanere realistici e non lasciare semplicemente che questo virus infetti la popolazione».

«Conosciamo troppo poco le conseguenze a lungo termine» prosegue Leibundgut, che si dice delusa dal governo. «Abbiamo perso le tracce delle catene di infezione molto tempo fa a causa delle limitate possibilità dei test. Questo è il problema più grande». Anche il presidente dei Verdi Balthasar Glättli ha messo in guardia da long Covid su Twitter.

«Il giorno della libertà» - Dall'altra parte, politicamente parlando, c'è chi si è sentito sollevato dalle dichiarazioni di Berset. Il consigliere nazionale UDC Thomas Aeschi si è detto a favore dell'allentamento proposto, ma non è abbastanza: «L'obbligo di presentare il certificato Covid nei locali chiusi deve essere abolito». Pertanto l'UDC chiede il "giorno della libertà" per la prima settimana di marzo. «Il piano di uscita deve essere vincolante e deve essere chiarito entro quando saranno eliminate le misure, come l'obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi e sui trasporti pubblici».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
BERNA
12 min
Le fiamme divorano la stalla
È il decimo episodio nella zona. Recentemente altri nove incendi avevano toccato le proprietà di alcuni abitanti
SVIZZERA
30 min
Iperattività da record: in aumento la richiesta di farmaci
Cinque anni fa il 50% di persone in meno veniva trattato con Ritali o principi attivi simili
BERNA
2 ore
I biker di Putin che rombano sulle strade svizzere
I Lupi della notte hanno ricevuto un riconoscimento da parte dell'ambasciata russa a Berna per il loro sostegno a Mosca
SVIZZERA
3 ore
Premio alla generosità per il terzo più ricco della Svizzera
Il miliardario 87enne Hansjörg Wyss ha ricevuto oggi il Gallatin Award da parte del consigliere federale Guy Parmelin.
SVIZZERA
7 ore
Nelle cure intense elvetiche ci sono 44 pazienti Covid
In Svizzera nell'ultima settimana sono stati accertati 10'788 casi, 12 decessi e 150 ricoveri
FOTO
GLARONA
8 ore
Il camion si ribalta, ferito un 22enne
Il braccio dell'autogru ha fatto rovesciare il mezzo.
SVIZZERA
9 ore
Gli svizzeri chiedono di tagliare l'imposta sulla benzina
È quanto emerge da un sondaggio rappresentativo di 20 minuti e Tamedia. Un gruppo di lavoro sta cercando soluzioni
SVIZZERA
12 ore
Sempre più svizzeri faticano ad arrivare a fine mese
Caritas chiede aiuti statali più sostanziosi per i nuclei familiari fragili.
SVIZZERA
12 ore
Mountain bike: «Il casco da solo non basta»
In Svizzera, ogni anno, 400 bikers si feriscono gravemente e quattro-cinque persone perdono la vita.
SVIZZERA
13 ore
Criminali espulsi dalla Svizzera? Oltre il 40% resta
Sono molti i rinvii revocati dal Ministero pubblico o dai giudici.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile