Immobili
Veicoli
Keystone (archivio)
GRIGIONI
21.01.22 - 10:400

Era un pericolo per l'uomo, abbattuto un lupo

Per le autorità grigionesi era "un pericolo potenziale per l'essere umano"

COIRA - Nella notte tra il 19 e il 20 gennaio le autorità grigionesi hanno abbattuto un lupo nella Surselva superiore. Era da tempo che il lupo era sotto osservazione da parte degli uomini della caccia. Ultimamente si era fatto notare un po' troppe volte, avvicinandosi a diversi nuclei abitativi tanto che le autorità lo hanno definito come "potenzialmente pericoloso per l'essere umano". A nulla sono valsi i tentativi di dotare l'animale di un trasmettitore di telemetria o di disturbarlo con proiettili di gomma. 

La scorsa domenica mattina, ad esempio, intorno alle ore 6:15 si è verificato un incontro in occasione del quale il lupo ha seguito inosservato una persona e infine per diverso tempo è rimasto a due metri da lui prima di dirigersi verso il paese. L'abitudine evidentemente crescente di non temere l'uomo è stato giudicato allarmante dalle autorità. Da qui la decisione di applicare la clausola generale di polizia: ovvero ucciderlo. L'animale è stato abbattuto nelle immediate vicinanze di un paese e successivamente trasportato al centro di medicina veterinaria dei pesci e degli animali selvatici Fiwi di Berna per ulteriori esami. L'analisi genetica sarà effettuata presso il laboratorio di biologia della conservazione dell'Università di Losanna.

Regole di comportamento in caso di incontro con i lupi
In linea di principio, i lupi che crescono e vivono allo stato brado non sono pericolosi e di solito evitano il contatto con l'essere umano. La situazione diventa pericolosa quando i lupi si abituano alla presenza dell'uomo o addirittura associano la sua presenza al cibo. In caso di incontri con un lupo andrebbero seguite le raccomandazioni di comportamento dell'Ufficio per la caccia e la pesca. e gli incontri andrebbero notificati senza indugio all'organo di vigilanza della caccia.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
ARGOVIA
1 ora
Vandalo in manette a Wohlen: «Danni per centomila franchi»
Vetrine di negozi sfondate e parabrezza infranti: la polizia ha arrestato un 25enne italiano senza fissa dimora.
ZURIGO
13 ore
Fuochi e botti autoprodotti, 18enne ancora in ospedale
Il 18enne, in gravi condizioni, è ancora in ospedale.
SVIZZERA
14 ore
I dati contenuti su lemievaccinazioni.ch vanno cancellati
Su ordine di Mister Dati, tutte le informazioni presenti sulla piattaforma dovranno essere distrutte
GINEVRA
14 ore
Vaiolo delle scimmie: secondo caso in Svizzera
Il nuovo contagio è stato diagnosticato a Ginevra. Il primo era stato a Berna.
BASILEA CITTÀ
15 ore
Grave da sabato, deceduta la bambina rimasta sott'acqua
I soccorritori erano riusciti a rianimare la piccola e a trasportala in ospedale, ma non ce l'ha fatta.
SVIZZERA
16 ore
Hai bisogno del booster per viaggiare? «Te lo paghi»
L'UFSP stima che fino a ventimila svizzeri effettueranno un'ulteriore dose di richiamo per andare all'estero.
BERNA
17 ore
Dieci morti, 100 ricoveri e 8125 nuovi casi
Queste le cifre dell'ultima settimana in Svizzera.
GRIGIONI
18 ore
Cade, si ferisce e blocca il traffico ferroviario (con la moto)
Un motociclista di 23 anni ha subito gravi ferite a una gamba nell'incidente avvenuto ieri sera a Davos.
SVIZZERA
22 ore
Vaiolo delle scimmie, già fatte le prove per una pandemia
L’esercitazione, messa in atto alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco del 2021, ha insospettito molte persone.
GRIGIONI
22 ore
Seimila sigarette nascoste un po' ovunque nel camper
Sono state trovate dai doganieri durante un controllo al valico di Martina.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile