Immobili
Veicoli
20min/Marco Zangger
ZURIGO
17.01.22 - 11:500

Zurigo chiama alla cassa gli altri Cantoni per i pazienti Covid

Il 10-15% di quelli ricoverati nelle strutture zurighesi proviene da altre regioni del paese

ZURIGO - Zurigo chiama gli altri Cantoni alla cassa: molti malati di covid ricoverati negli ospedali zurighesi provengono infatti da regioni differenti del paese. Ore le autorità chiedono agli altri Cantoni di pagare i costi aggiuntivi non coperti. Finora solo Zugo ha annunciato la sua disponibilità.

Attualmente sono circa 200 i pazienti covid ricoverati negli ospedali del canton Zurigo, un quarto dei quali in unità di terapia intensiva. Il 10-15% di loro - 20% se si considera solo le cure intense - viene da fuori cantone.

Questi pazienti provenienti da fuori cantone - principalmente quelli confinanti - non solo richiedono più personale, perché sono spesso casi gravi, ma causano anche costi aggiuntivi non coperti. Le loro autorità cantonali finora non hanno pagato nulla. Solo Zugo ha detto di essere disposto a farlo, ha indicato il Dipartimento della sanità zurighese.

Questa situazione ha spinto il Consiglio di Stato zurighese ha decidere che il versamento destinato agli ospedali per coprire i costi supplementari per il periodo dicembre 2021-febbraio 2022, pari a 20 milioni di franchi, può essere utilizzato esclusivamente per i pazienti domiciliati nel canton Zurigo.

Per il Governo zurighese, non è più possibile coprire le lacune tariffarie concernenti i pazienti di altri cantoni. Gli ospedali zurighesi sono quindi chiamati a fatturare direttamente agli altri cantoni i costi generati dai loro pazienti.

Il responsabile del Dipartimento delle finanze di Zurigo, il democentrista Ernst Stocker, ha recentemente evocato la questione su TeleZüri, parlando del recente taglio delle imposte deciso dal Gran Consiglio svittese. «Possono anche tagliare le tasse, visto che non hanno praticamente costi ospedalieri», ha detto Stocker.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
ARGOVIA
14 min
Vandalo in manette a Wohlen: «Danni per centomila franchi»
Vetrine di negozi sfondate e parabrezza infranti: la polizia ha arrestato un 25enne italiano senza fissa dimora.
ZURIGO
12 ore
Fuochi e botti autoprodotti, 18enne ancora in ospedale
Il 18enne, in gravi condizioni, è ancora in ospedale.
SVIZZERA
13 ore
I dati contenuti su lemievaccinazioni.ch vanno cancellati
Su ordine di Mister Dati, tutte le informazioni presenti sulla piattaforma dovranno essere distrutte
GINEVRA
13 ore
Vaiolo delle scimmie: secondo caso in Svizzera
Il nuovo contagio è stato diagnosticato a Ginevra. Il primo era stato a Berna.
BASILEA CITTÀ
14 ore
Grave da sabato, deceduta la bambina rimasta sott'acqua
I soccorritori erano riusciti a rianimare la piccola e a trasportala in ospedale, ma non ce l'ha fatta.
SVIZZERA
15 ore
Hai bisogno del booster per viaggiare? «Te lo paghi»
L'UFSP stima che fino a ventimila svizzeri effettueranno un'ulteriore dose di richiamo per andare all'estero.
BERNA
16 ore
Dieci morti, 100 ricoveri e 8125 nuovi casi
Queste le cifre dell'ultima settimana in Svizzera.
GRIGIONI
18 ore
Cade, si ferisce e blocca il traffico ferroviario (con la moto)
Un motociclista di 23 anni ha subito gravi ferite a una gamba nell'incidente avvenuto ieri sera a Davos.
SVIZZERA
21 ore
Vaiolo delle scimmie, già fatte le prove per una pandemia
L’esercitazione, messa in atto alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco del 2021, ha insospettito molte persone.
GRIGIONI
21 ore
Seimila sigarette nascoste un po' ovunque nel camper
Sono state trovate dai doganieri durante un controllo al valico di Martina.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile