Immobili
Veicoli
Ti-Press
SVITTO
13.01.22 - 17:570

Richiesti tredici anni per il padre incestuoso

L'uomo, un tedesco di 54 anni, tentò di uccidere a coltellate la figlia 28enne per gelosia nell'agosto del 2020.

Dal loro rapporto era nato nel 2014 un figlio disabile. Il Tribunale di Svitto ha richiesto anche l'espulsione dalla Svizzera per il 54enne.

SVITTO - Tredici anni di prigione e l'espulsione dalla Svizzera per 15 anni: è la pena richiesta oggi al Tribunale penale di Svitto nel processo nei confronti di un tedesco che nel 2020 tentò di uccidere a coltellate la figlia, con la quale ha avuto rapporti incestuosi. La sentenza scritta sarà comunicata fra qualche giorno.

Il fatto di sangue è successo nella notte tra il 17 e il 18 agosto del 2020 nella casa che i due - allora rispettivamente di 54 e 28 anni - condividevano a Sattel (SZ), villaggio di circa duemila abitanti, situato sette chilometri a nord del capoluogo Svitto.

Il genitore ha colpito alla schiena con un coltello da macellaio la figlia che era stesa a letto. Ne è seguita una colluttazione durante la quale e l'uomo l'ha pugnalata altre due volte, colpendola ai polmoni e allo stomaco. Secondo l'atto d'accusa avrebbe anche girato il coltello nella ferita e sputato sulla vittima, per poi lasciare la presa solo quando ha notato le luci della macchina della polizia che si avvicinava.

Quest'ultima era intervenuta dopo che, all'una di notte, dei vicini di casa si erano lamentati per il rumore. Al loro arrivo, gli agenti hanno trovato la 28enne gravemente ferita. Dopo i primi soccorsi la donna è stata trasportata all'ospedale in condizioni critiche con l'elicottero.

Secondo il pubblico ministero è dimostrato che l'uomo volesse uccidere sua figlia, con la quale viveva e con la quale nel 2014 ha generato un figlio disabile. Egli avrebbe agito spinto dalla gelosia, dalla volontà di vendetta e dall'odio, perché la figlia desiderava una relazione aperta e voleva avviare un'attività che offriva servizi sessuali a uomini benestanti.

Per l'accusa si è trattato di «una di resa dei conti» andata ben oltre la semplice intenzione omicida: il padre ha inflitto alla figlia torture fisiche e psicologiche inumane; le ha detto, per esempio, che l'avrebbe sbudellata prima di farla morire.

Le imputazioni avanzate dalla procuratrice sono di tentato assassinio e incesto ripetuto. La legale ha chiesto anche 60'000 franchi di risarcimento per la sua cliente, gravemente traumatizzata.

L'avvocato della difesa ha messo in dubbio il racconto dell'accusa, basato solo sulle dichiarazioni della vittima e da lui definite molto ambigue. Ad esempio, non sarebbe per l'arrivo della polizia che il padre ha smesso d'infierire sulla vittima, ma perché si era svegliato dal suo delirio quando la figlia gli ha detto che lo amava.

In sostanza, l'accusato ha agito in preda a uno stato di alterazione mentale e quindi non deve essere accusato di assassinio, ma di tentato omicidio passionale; delitto per il quale dovrebbe ricevere una pena detentiva di cinque anni.

All'inizio del processo, il difensore dell'imputato ha sottolineato che il suo cliente avrebbe fatto uso del suo diritto di rimanere in silenzio. Così è stato e l'interrogatorio è finito dopo pochi minuti. Nella sua dichiarazione conclusiva, l'imputato si è scusato con sua figlia «dal profondo del cuore», sostenendo di rimpiangere ogni giorno quanto è successo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
3 ore
Black-out di guerra: ecco il piano
Interruzioni prolungate dell'elettricità avrebbero «conseguenze devastanti» sulla Svizzera. Il governo vuole prevenirle
SVIZZERA
4 ore
Acquisto F-35, Berna non perde tempo (e non aspetta il voto)
Il Consiglio federale, preoccupato del «deterioramento della situazione in materia di sicurezza», corre ai ripari.
FRIBURGO
6 ore
Certificati Covid: chi li regalava, chi li vendeva, chi se li teneva
Le persone interpellate lavoravano tutte al centro di depistaggio di Granges-Paccot.
SVIZZERA
7 ore
«Sorrisi e stereotipi per spingere gli svizzeri a mangiare carne»
L'associazione ambientalista Greenpeace denuncia «le tattiche pubblicitarie sporche» dell'industria della carne
BASILEA CAMPAGNA
7 ore
Trovato un pollice mozzato
Il dito è stato rinvenuto nel retro di un condominio con annesso ristorante. La sua provenienza è tuttavia ignota.
SVIZZERA
8 ore
«Va migliorata la comunicazione in tempo di crisi»
È una delle raccomandazioni del Consiglio svizzero della scienza che ha analizzato la gestione della pandemia
SVIZZERA
8 ore
Stato sociale? Aiuto allo sviluppo? «No, tocca all'esercito»
Per il consigliere agli Stati Werner Salzmann (UDC) l'esercito ha perso capacità negli ultimi anni.
BERNA
18 ore
Cassis tratta «gli scagnozzi di Putin» con i guanti?
La Svizzera non ha comunicato l'espulsione di alcun diplomatico russo. Ciò non vuol dire che siano ancora tutti qui
FOTO
BERNA
19 ore
Le fiamme divorano la stalla
È il decimo episodio nella zona. Recentemente altri nove incendi avevano toccato le proprietà di alcuni abitanti
SVIZZERA
19 ore
Iperattività da record: in aumento la richiesta di farmaci
Cinque anni fa il 50% di persone in meno veniva trattato con Ritali o principi attivi simili
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile