Immobili
Veicoli
Keystone
SVIZZERA
12.01.22 - 15:090
Aggiornamento : 16:18

La pandemia vista dagli occhi dei giovani

La crisi sanitaria nel dibattito pubblico? I giovani si sentono tagliati fuori.

Lo rileva uno studio condotto nella Svizzera italiana e tedesca dall'USI e dalla ZHAW.

LUGANO/ZURIGO - I giovani si sentono poco considerati nel discorso pubblico sulla pandemia. La maggioranza dei 14-34enni fatica a ricordare qualsiasi tipo di comunicazione sulla loro fascia d'età, ad eccezione di notizie critiche su di loro riportate dai media.

È quanto emerge da uno studio condotto nella Svizzera tedesca e italiana dal Dipartimento di linguistica comparata dell'Alta scuola di scienze applicate di Zurigo (ZHAW) e dell'Università della Svizzera italiana (USI).

«Osserviamo che i giovani si preoccupano senz'altro della salute delle persone più anziane», afferma Suzanne Suggs, dell'USI, in una nota diffusa dalla ZHAW. Questo pare funzionare soprattutto se si spiega in modo comprensibile come e perché è importante comportarsi in un certo modo. Dal sondaggio risulta però che molti giovani chiedono una migliore giustificazione delle misure messe in campo per affrontare la pandemia.

«Troppo emotivo o troppo drastico»

In buona sostanza i giovani hanno percepito il dibattito pubblico nei primi tre mesi della pandemia di Covid come «troppo emotivo o troppo drastico».

«Siamo in grado di descrivere e capire quanto fosse variegato il discorso pubblico, e come di conseguenza abbia dato forma adifferenti bisogni di informazione e comunicazione», afferma nella nota Philipp Dreesen della ZHAW.

Autorità e organizzazioni sanitarie si sono trovate di fronte alla sfida di dover fare appello alla coesione e insieme trovare modi per rivolgersi in modo mirato ai diversi gruppi target. «La complessità, l'incertezza e il rapido evolversi della situazione hanno generato una grande pressione, ma anche risultati memorabili per quanto riguarda la comunicazione», osserva Peter Stücheli-Herlach, della ZHAW, riferendosi ad interviste condotte con i decisori.

Il progetto è stato finanziato dal Fondo nazionale svizzero. Il team di ricerca ha analizzato il discorso pubblico (media, politica, organizzazione sanitaria ecc.) durante i primi mesi della pandemia e ha condotto un sondaggio e interviste qualitative con persone di età tra i 15 e i 34 anni della Svizzera tedesca e italiana.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
VALLESE
3 min
Un bimbo scomparso (e ritrovato) a stretto giro... di Posta
Il piccolo di sette anni era sfuggito al controllo della mamma per farsi un giro sull'Autopostale.
SVIZZERA
1 ora
Molestata dall'autista, Uber si scusa
È successo a una donna di Basilea. Dopo lo sfogo su Instagram, l'azienda ha preso provvedimenti
VAUD
2 ore
Suicidio collettivo a Montreux: il 15enne è fuori pericolo
Le condizione dell'adolescente sono stabili, rimane comunque sotto osservazione medica.
VALLESE
4 ore
Dramma familiare a Sierre: un morto
Durante la notte tra domenica 22 e lunedì 23 maggio, un adolescente ha ferito mortalmente la madre di 41 anni.
BERNA
4 ore
Maurer è contrario agli aiuti alle famiglie per il caro-energia
Secondo il consigliere federale «non ci sono soldi per questo».
GINEVRA
5 ore
Candidato per i Verdi? Tra i requisiti: non mangiare carne
«Non possiamo dire agli elettori di moderare i consumi dei derivati animali, se i nostri rappresentanti ne sono ingordi»
FOTO
ARGOVIA
6 ore
Vandalo in manette a Wohlen: «Danni per centomila franchi»
Vetrine di negozi sfondate e parabrezza infranti: la polizia ha arrestato un 25enne italiano senza fissa dimora.
ZURIGO
18 ore
Fuochi e botti autoprodotti, 18enne ancora in ospedale
Il 18enne, in gravi condizioni, è ancora in ospedale.
SVIZZERA
19 ore
I dati contenuti su lemievaccinazioni.ch vanno cancellati
Su ordine di Mister Dati, tutte le informazioni presenti sulla piattaforma dovranno essere distrutte
GINEVRA
20 ore
Vaiolo delle scimmie: secondo caso in Svizzera
Il nuovo contagio è stato diagnosticato a Ginevra. Il primo era stato a Berna.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile