Immobili
Veicoli
Keystone (archivio)
GINEVRA
11.01.22 - 09:510
Aggiornamento : 14:33

Pierre Maudet assolto dall'accusa di accettazione di un vantaggio

L'ex consigliere di Stato ginevrino era finito a processo dopo un controverso viaggio ad Abu Dhabi

GINEVRA - La Corte d'appello del canton Ginevra ha assolto in seconda istanza l'ex consigliere di Stato Pierre Maudet dall'accusa di accettazione di un vantaggio riguardo al suo controverso e lussuoso viaggio ad Abu Dhabi nel 2015.

La notizia, rivelata stamane dal sito online della Tribune de Genève e dall'emittente televisiva Leman Bleu, è stata confermata all'agenzia Keystone-ATS dai tre legali di Maudet, Grégoire Mangeat, Fanny Margairaz e Yaël Hayat. Il Ministero pubblico ha ancora la possibilità di impugnare la sentenza davanti al Tribunale federale.

Lo scorso febbraio, in prima istanza, il Tribunale di polizia di Ginevra aveva condannato Maudet a una pena pecuniaria di 300 aliquote giornaliere da 400 franchi con la condizionale. A suo avviso accettando una lussuosa vacanza ad Abu Dhabi nel 2015, di un valore di 50'000 franchi interamente pagata dalle autorità dell'Emirato, l'ex consigliere di Stato ginevrino aveva assunto il rischio di essere influenzato nell'esercizio delle sue funzioni.

Nessun indizio - Convinto della sua innocenza, l'ex politico aveva fatto ricorso contro la sentenza, così come il Ministero pubblico ginevrino, che aveva chiesto una pena di 14 mesi di prigione con la condizionale.

Prima di commentare il nuovo verdetto di assoluzione, gli avvocati di Maudet vogliono leggere attentamente la sentenza di 90 pagine. Hanno sempre affermato, durante il procedimento, che si potevano fare tutti i rimproveri al loro cliente, ma che la linea rossa del diritto penale non era mai stata superata in questo dossier.

Nel suo verdetto, la Camera penale d'appello e di revisione di Ginevra ha rilevato che «il fatto che sia stata invitata anche la famiglia dell'imputato non è un indizio di una volontà di suscitare la benevolenza del consigliere di Stato, poiché nulla consente di dire che si tratta di un trattamento particolarmente favorevole riservato solo a questo ospite (...)». Stando ai giudici ginevrini, le autorità di Abu Dhabi hanno invitato Pierre Maudet e la sua famiglia per promuovere il Gran Premio di Formula 1 che si svolgeva negli Emirati.

Altri assolti - Anche l'ex capo dello staff di Pierre Maudet, Patrick Baud-Lavigne, che aveva pure partecipato al viaggio ad Abu Dhabi per assistere al Gran Premio, è stato assolto dall'accusa di accettazione di un vantaggio. «Si tratta di una decisione coraggiosa», ha indicato il suo avvocato Jean-Marc Carnicé, sottolineando come la Corte abbia messo in risalto l'impegno del suo cliente per la collettività.

Baud-Lavigne è stato tuttavia condannato a una pena di 90 aliquote giornaliere con la condizionale per violazione del segreto d'ufficio e istigazione all'abuso di autorità in relazione all'apertura frettolosa di un bar. Il suo avvocato non sa ancora se ricorrerà al Tribunale federale su questo aspetto.

Si tratta della sola condanna pronunciata dalla Corte ginevrina. Infatti, anche i due amici imprenditori di Maudet, Magid Khoury e Antoine Daher, che si trovavano sul banco degli accusati, sono stati assolti. In prima istanza, erano stati giudicati colpevoli di accettazione di vantaggi e condannati rispettivamente a 240 e 180 aliquote giornaliere con la condizionale. Secondo la sentenza di primo grado, avevano organizzato il soggiorno nell'emirato allo scopo di assicurarsi la benevolenza dell'allora consigliere di Stato del PLR. In seconda istanza, i giudici non hanno invece ritenuto alcun carattere penale.

Risarcimento spese legali - Sulla scia di queste assoluzioni, lo Stato dovrà versare 40'000 franchi a Pierre Maudet quale risarcimento per le sue spese legali. Dal canto loro, Patrick Baud-Lavigne e Magid Khoury ottengono rispettivamente 58'500 e 48'000 franchi.

Dopo la sua non rielezione in Consiglio di Stato la scorsa primavera, Pierre Maudet è stato assunto in un'impresa specializzata nella sicurezza informatica, ha pubblicato regolarmente commenti sui social network ed ha partecipato allo spettacolo satirico friburghese Fribug in qualità di attore. Al termine del suo processo in appello, aveva annunciato che «il suo viaggio politico non si sarebbe fermato in un'aula giudiziaria», non escludendo un suo ritorno alla politica attiva.

Ciò non costituirebbe una sorpresa per il presidente del PLR ginevrino Bertrand Reich. Ma il proscioglimento odierno non cambia nulla agli occhi dei liberali-radicali che avevano escluso Maudet a causa del suo comportamento, che non corrispondeva più ai valori del partito, e delle sue menzogne, ha indicato Reich a Keystone-ATS.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
3 ore
Dalla fine di maggio, più posti per gli ucraini
Per sette mesi saranno disponibili 250 alloggi in più nell'ex ospedale di Flawil
ARGOVIA
3 ore
Stessa sorte per aggressore e aggredito
La sparatoria avvenuta il 30 ottobre 2020 dopo un tentato furto a un negozio d'armi di Wallbach è a un punto di svolta.
VALLESE
5 ore
Ha sbranato 28 animali: ordinato l'abbattimento di un lupo
L'animale si aggira nell'Alto Vallese, fra i comuni di Ergisch e Unterbäch.
ZURIGO
6 ore
Nessuna bomba all'aeroporto di Zurigo
Nel velivolo di Helvetic Airways non è stato trovato nulla di sospetto.
FOTO
URI
7 ore
"Ucrainizzato" il monumento a Aleksandr Suvorov
L'opera si trova nelle Gole della Schöllenen e dal 1899 ricorda l'alto ufficiale russo.
BERNA
10 ore
Schiacciato da una balla di fieno, muore un 29enne
L'uomo è deceduto in ospedale a causa delle gravi ferite riportate.
VALLESE
10 ore
La Rega vuole spiccare il volo anche in Vallese
Attualmente solo Air-Glaciers e Air Zermatt sono autorizzate a soccorrere con gli elicotteri.
SVIZZERA
13 ore
Eliminati 227 proiettili inesplosi
Resta alto il numero di segnalazioni. L'aumento sarebbe da ricondurre alla pandemia
SVIZZERA
14 ore
Il sì a Frontex? «È un segno di attaccamento all'Europa»
I giornali commentano i risultati usciti dalle urne ieri, soffermandosi sul (difficile) rapporto tra Svizzera e UE.
FOTO
SVIZZERA
15 ore
Fulmini, vento e grandine a Nord delle Alpi
I forti temporali si sono abbattuti in particolare nell'Oberland bernese e sulla Svizzera centrale.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile