Immobili
Veicoli
Afp
GINEVRA
09.01.22 - 08:060
Aggiornamento : 12:13

Più bambini in ospedale, ma i sanitari non sono preoccupati

Gli ospedali universitari di Ginevra e del canton Vaud stanno affrontando soprattutto «un'epidemia» di bronchite

GINEVRA - Aumentano, come aumentano tutti i casi in generale. Ma il fatto che il numero di bambini presenti in ospedale a causa del Covid continui a crescere, non vuol dire, al momento, "allarme". I sanitari, infatti, non sono preoccupati. Soprattutto perché nessun paziente sotto i 16 anni si trova in cure intense per decorsi gravi del virus.

Gli ospedali universitari di Ginevra hanno preso a carico nelle loro strutture nove ragazzi di età inferiore ai 16 anni lo scorso giovedì. Sono stati ricoverati anche altre due minori che lamentavano una sindrome infiammatoria multisistemica da Covid. Tutti e undici sono rimasti e restano nei reparti pediatrici e nessuno di loro ha necessità di cure intense. Come riporta 20 Minutes, non si trovano in condizioni critiche. L’istituzione ha diramato una nota in cui spiega che le infezioni aumentano nella popolazione, così come vediamo una crescita nei casi pediatrici. Di conseguenza, aumentano anche le ospedalizzazioni. La situazione, aggiungono, non è però allarmante, anche se è tenuta sotto stretto controllo.

Ricoverati a Ginevra, ci sono altri sette piccoli pazienti colpiti da una bronchite. Dei casi sono presenti anche nel Centro ospedaliero universitario vodese (Chuv), che è alle prese con diversi minori che accusano febbre e tosse persistenti. I casi di bronchite, definita una vera e propria «epidemia», presi in carico dal Chuv superano il numero di pazienti minorenni Covid, che, conferma il responsabile del reparto pediatrico Mario Gehri, «hanno sintomi relativamente leggeri».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
7 ore
Feriti a bottigliate a Winterthur
Tre persone sono state arrestati per due episodi distinti avvenuti nelle prime ore di domenica
SVIZZERA
9 ore
Gas, un accordo di solidarietà tra Svizzera e Germania
Simonetta Sommaruga e Guy Parmelin hanno incontrato il vicecancelliere Robert Habeck alla vigilia del WEF
ZURIGO
13 ore
Esplosione in casa, 18enne gravemente ferito
La deflagrazione sarebbe stata causata da una miscela pirotecnica autoprodotta.
SVIZZERA
14 ore
«È sempre più un'influenza stagionale»
C'è chi rivolge lo sguardo al prossimo autunno, esprimendo preoccupazione per l'emergenza di nuove varianti del Covid.
SVIZZERA
16 ore
Quando sei miliardi non bastano
La Confederazione potrebbe dover sborsare un ulteriore miliardo per l'acquisto dei jet da combattimento F-35.
GINEVRA
17 ore
La rissa fra "bande" degenera e partono alcuni spari
I fatti sono avvenuti in un bar del quartiere ginevrino di Plainpalais. Nessuno è rimasto ferito.
SVIZZERA
19 ore
Quegli spinosi miliardi degli oligarchi con i quali non si sa bene che fare
In Svizzera sono 6 (ma c'è chi dice che siano molti, molti di più) e per la legge elvetica non si possono toccare
SVIZZERA
20 ore
Anche il WEF 2022 si tinge di guerra
Al via oggi nella capitale grigionese il summit economico, attesi 50 capi di stato e anche Zelensky e Stoltenberg
SCIAFFUSA
21 ore
L'alcol, l'incidente e la fuga
Il conducente ha perso il controllo dell'auto, urtando una vettura ferma a un semaforo
SVIZZERA
22 ore
L'estate svizzera «potrebbe raggiungere i 40 gradi»
Le previsioni di Thomas Bucheli, caporedattore di SRF Meteo, dopo le temperature "non normali" del mese di maggio.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile