Immobili
Veicoli
20min/Taddeo Cerletti
ZURIGO
03.01.22 - 12:150
Aggiornamento : 14:44

Gli svizzeri sono più antisociali che mai

Secondo l'ultimo barometro della speranza, le persone sono meno altruiste e unite.

Dallo studio emerge che i legami sociali sono scesi ai minimi storici.

ZURIGO - Le misure per contrastare il Coronavirus, così come i vaccini, hanno diviso gli svizzeri nel 2021. Da un lato c'è stata la "maggioranza silenziosa" che si è vaccinata rapidamente e ha visto le misure come una rapida via d'uscita dalla crisi. D'altra ci sono i "critici", che si sono ribellati alla "dittatura dello Stato" e alla "pressione dei vaccini". Ciò ha lasciato un segno sul sentimento di solidarietà nazionale.

«Rispetto agli anni precedenti, i legami sociali sono scesi ai minimi storici a causa di questa divisione», afferma Andreas M. Krafft, autore dello studio dietro l'attuale barometro della speranza, futurologo e membro del consiglio di amministrazione di Swissfuture.

Solo il 68% è altruista - Nel 2021, la disponibilità ad aiutare altre persone è diminuita al 68 percento, come mostra l'Hope Barometer 2022 dell'Università di San Gallo e di Swissfuture. Un anno fa, lo stesso dato era al 72%.

Da un quarto a un terzo della popolazione ha sperimentato solo "in minima parte" un legame più stretto con altre persone, mentre solo il 15,7% ne ha sperimentato uno "particolarmente forte".

La solidarietà sociale si è sviluppata in positivo solo "leggermente" o "per nulla" per i due terzi degli intervistati. Solo per un terzo della popolazione il legame con le altre persone è notevolmente aumentato nel corso dell'anno.

Ciò ha influito anche sul supporto emotivo. Più di tre quarti degli intervistati in Svizzera si sono sentiti trasportati emotivamente da altre persone "a malapena" o "per niente". Il 23 percento ha affermato di sentirsi supportato emotivamente "abbastanza spesso".

«Questo fuoco è in gran parte spento» - Secondo il barometro della speranza, la disponibilità ad aiutare altre persone è diminuita a causa del peso della pandemia, sostenuto a lungo e foriero di tensioni sociali.

Nel 2020 le persone avevano provato un forte senso di solidarietà nello sforzo di superare la crisi, afferma Krafft. «Ora questo fuoco dell'"affrontiamolo insieme" è in gran parte estinto». Dopo quasi due anni di pandemia, le persone sono disilluse e stanche. «Ciò porta spesso a una situazione in cui ti concentri principalmente su te stesso e ti aspetti più responsabilità dagli altri».

Altri paesi sono più solidali - Amicizie e famiglia hanno sofferto particolarmente del problema vaccini, stando a Krafft. La popolazione si fida meno degli altri a causa delle differenze di opinione su questioni così fondamentali. «Di conseguenza ti chiudi in te stesso».

In altri paesi, invece, il senso di solidarietà ha subito meno danni. «In Portogallo, ad esempio, c'è ancora un grande sostegno sociale». Ciò dipende in gran parte dal fatto che la grande maggioranza della popolazione è stata vaccinata, quindi c'è meno tensione.

Ci vuole connessione e sicurezza - «Nella situazione attuale dobbiamo mostrare alle persone con opinioni diverse ancora più comprensione e rispetto» sottolinea l'esperto. Molti si sarebbero infatti sentiti lasciati soli. «Per ripristinare il necessario senso di comunità, c'è bisogno di una certa solidarietà e sicurezza».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Dalla fine di maggio, più posti per gli ucraini
Per sette mesi saranno disponibili 250 alloggi in più nell'ex ospedale di Flawil
ARGOVIA
1 ora
Stessa sorte per aggressore e aggredito
La sparatoria avvenuta il 30 ottobre 2020 dopo un tentato furto a un negozio d'armi di Wallbach è a un punto di svolta.
VALLESE
3 ore
Ha sbranato 28 animali: ordinato l'abbattimento di un lupo
L'animale si aggira nell'Alto Vallese, fra i comuni di Ergisch e Unterbäch.
ZURIGO
3 ore
Nessuna bomba all'aeroporto di Zurigo
Nel velivolo di Helvetic Airways non è stato trovato nulla di sospetto.
FOTO
URI
4 ore
"Ucrainizzato" il monumento a Aleksandr Suvorov
L'opera si trova nelle Gole della Schöllenen e dal 1899 ricorda l'alto ufficiale russo.
BERNA
8 ore
Schiacciato da una balla di fieno, muore un 29enne
L'uomo è deceduto in ospedale a causa delle gravi ferite riportate.
VALLESE
8 ore
La Rega vuole spiccare il volo anche in Vallese
Attualmente solo Air-Glaciers e Air Zermatt sono autorizzate a soccorrere con gli elicotteri.
SVIZZERA
10 ore
Eliminati 227 proiettili inesplosi
Resta alto il numero di segnalazioni. L'aumento sarebbe da ricondurre alla pandemia
SVIZZERA
12 ore
Il sì a Frontex? «È un segno di attaccamento all'Europa»
I giornali commentano i risultati usciti dalle urne ieri, soffermandosi sul (difficile) rapporto tra Svizzera e UE.
FOTO
SVIZZERA
13 ore
Fulmini, vento e grandine a Nord delle Alpi
I forti temporali si sono abbattuti in particolare nell'Oberland bernese e sulla Svizzera centrale.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile