Immobili
Veicoli
Lettore 20 Minuten
SVIZZERA / BOSNIA
02.01.22 - 23:200

Bloccati all'aeroporto di Sarajevo, tra distanze inesistenti e poche mascherine

Swiss ha dovuto cancellare il volo diretto a Zurigo a causa della fitta nebbia presente sopra la capitale bosniaca.

La disavventura di una 36enne zurighese che ha dovuto aspettare ore all'interno di uno scalo pieno di gente. «Mi sono sentita abbandonata». E domani per tornare a casa dovrà pagarsi di tasca sua un nuovo tampone.

Fonte 20 Minuten / Jonas Bucher
elaborata da Adriano De Neri
Giornalista

SARAJEVO - La fitta nebbia che aleggiava sopra l'aeroporto di Sarajevo ha costretto Swiss a cancellare il volo previsto alle 9.40 in direzione di Zurigo. Il maltempo, che ha imperversato sulla capitale bosniaca, non ha poi permesso alla compagnia elvetica di programmare un volo sostitutivo.

«Abbandonata» - Il risultato? Ottocento persone stipate nella sala d'attesa dell'aeroporto, in attesa di un aereo che non sarebbe arrivato mai. «I dipendenti di Swiss sono stati completamente superati dagli eventi», racconta a 20 Minuten una ragazza zurighese di 36 anni. «Siamo rimasti seduti per ore, aspettando che venisse organizzato un albergo. Senza mangiare, né bere visto che la compagnia non ha distribuito nulla. Mi sono sentita abbandonata».

Paura - Oltre alla rabbia per la cancellazione del volo e per il trattamento ricevuto, la 36enne teme poi per la propria salute. «Dopo più di tre ore d'attesa passate in una sala stracolma di gente e senza la possibilità di distanziamento fisico, Swiss ha organizzato il trasferimento in albergo mettendo a disposizione un bus. Trasferimento che però la giovane ha preferito effettuare pagando un taxi di tasca sua. «La maggior parte della gente presente sul bus indossava la mascherina in modo scorretto. Alcuni non la portavano proprio».

Oltre il danno, la beffa - La 36enne potrà fare rientro a casa domani. Ma per prendere l'aereo diretto a Zurigo dovrà effettuare un nuovo tampone. E dovrà pagarselo di tasca propria. Non proprio un bel biglietto da visita per Swiss, che però si difende. «Le numerose cancellazioni hanno fatto crollare l'infrastruttura dell'aeroporto di Sarajevo», afferma la portavoce Sonja Ptassek, precisando che sono 99 i passeggeri che sono rimasti bloccati a Sarajevo. «Per organizzare un albergo per così tante persone ci è voluto tempo».

Lettore 20 Minuten
Guarda le 2 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
angie2020 4 mesi fa su tio
Swiss sempre peggio. Quanto manca la cara e vecchia Swissair
F/A-19 4 mesi fa su tio
@angie2020 Ecco, hai detto bene.....cara, per questo che è fallita. Ricordo anche che il nostro paese non ha più una compagnia di bandiera che ci porta in giro per il mondo, Swiss non è Svizzera ma tedesca.
Tato50 4 mesi fa su tio
@angie2020 E quanti ci hanno mangiato nella lasciarla fallire ;-((
gigipippa 4 mesi fa su tio
@angie2020 Guarda che le responsabilità sono da imputare all`aeroporto che non è in grado di far fronte agli imprevisti del tempo.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
1 ora
Accoltellamento all'alba, due arresti
In manette un 18enne e un 19enne, uno dei colpiti è in gravi condizioni
BERNA
2 ore
Un altro bancomat fatto brillare nel Giura Bernese
Lo scoppio nel cuore della notte nei pressi di una Coop di Reconviller che oggi rimarrà chiusa
GRIGIONI
4 ore
Il flop della camminata del clima di oggi contro il WEF
Due anni fa erano 1'000 quest'anno una cinquantina scarsa, le motivazioni secondo chi l'ha organizzata
ARGOVIA
6 ore
Schianto fatale contro il portale della galleria
L'incidente è avvenuto la scorsa notte a Küttigen, nel canton Argovia
ZURIGO
18 ore
È salito sulla gru perché «pensava che qualcuno lo volesse uccidere»
La sorella: «Sapevo che a un certo punto la situazione sarebbe degenerata, da tempo chiedevamo un ricovero forzato»
FOTO
ZURIGO
18 ore
Manifestazione non autorizzata, chiusi i ponti della città
Secondo quanto indicato dalla polizia, il corteo si è formato in relazione al Wef di Davos. Una donna in ospedale
SVIZZERA
23 ore
Verso un "calmiere" per i premi
Il Ps chiede un tetto del 10% del reddito familiare. La Commissione sanità del Nazionale propone un controprogetto
ZURIGO
1 gior
Una ciclista si scontra con un tram
La donna è stata trasportata in ospedale in condizioni critiche
SVIZZERA
1 gior
In arrivo il farmaco Paxlovid
La Confederazione ha trovato un accordo con Pfizer per 12'000 confezioni
BERNA
1 gior
Cinesi schiavizzate sessualmente, cinque arresti nel canton Berna
La polizia bernese ha arrestato tre uomini e due donne per tratta di esseri umani e istigazione alla prostituzione.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile