Immobili
Veicoli
Keystone
ZURIGO
23.12.21 - 15:090

Indagine al via per il medico accusato di aver venduto dispense per il porto della mascherina

Il dottore, sospettato di falsificazione, si era opposto al Ministero pubblico negando l'accesso alle cartelle mediche.

L'uomo aveva invocato il segreto professionale.

ZURIGO - Il Tribunale federale (TF) respinge il ricorso di un medico sospettato di aver venduto dispense dall'obbligo di indossare una mascherina sanitaria. Di fronte alla richiesta della giustizia zurighese di consultare le sue cartelle mediche, l'uomo opponeva il segreto professionale.

Il Ministero pubblico di Winterthur/Unterland potrà pertanto visionare tre dossier completi di pazienti, così come informazioni relative ad altri nove. Questi documenti erano stati sequestrati in aprile durante una perquisizione dello studio del medico.

Quest'ultimo aveva in seguito chiesto che i documenti venissero sigillati. Alla fine di luglio, il tribunale distrettuale, competente in materia, aveva concesso un parziale accesso ai dati dei pazienti. In una sentenza pubblicata oggi, il TF conferma questa decisione, ritenendola conforme al principio di proporzionalità.

Nel suo ricorso, il medico sosteneva che i fatti contestatigli non corrispondessero al reato di redazione di un certificato falso. A suo avviso, non sussisteva pertanto una sufficiente presunzione di colpevolezza.

Il TF ha respinto questa tesi, invocando la sua giurisprudenza in materia di uso della mascherina. A più riprese la Corte ha potuto constatare che l'obbligo è sufficientemente ancorato nella legge. Per il TF c'è inoltre un importante interesse pubblico a risolvere il caso.

Il medico aveva attirato l'attenzione della polizia quando diverse persone avevano mostrato un certificato di esenzione dall'obbligo di indossare la mascherina firmato da lui. Una paziente aveva confessato che sua figlia aveva ottenuto il documento senza una visita. Un altro paziente aveva ammesso di aver consultato proprio questo dottore perché noto per essere accomodante e per rilasciare dispense a pagamento. Contro il medico è stato anche avviato un procedimento disciplinare da parte della Direzione della sanità del canton Zurigo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
7 ore
Sorveglianza dei cellulari, privacy a rischio
Le forze dell'ordine hanno aumentato l'utilizzo delle intercettazioni per svolgere le indagini. Qualcuno si preoccupa.
SCIAFFUSA
8 ore
Esce di strada e piomba sulla scalinata del centro commerciale
Il conducente, un 35enne, ha avuto un malore.
SVIZZERA
9 ore
Graziati dopo una truffa milionaria alle FFS
Tre dipendenti, con un loro complice esterno, hanno ottenuto una riduzione della pena grazie all’ammissione di colpa.
FOTO
BERNA
14 ore
La Torre del Moron perde pezzi: «Fa male al cuore»
Inaugurata 18 anni fa, l'opera di Mario Botta ha subito gravi danni tra martedì e mercoledì: «Diversi scalini divelti».
SVIZZERA
15 ore
Il mitico coltellino svizzero spegne 125 candeline
Era il 12 giugno 1897 quando lo svittese Carl Elsener decise di proteggere il modello che diventerà un'icona del paese.
ZURIGO
16 ore
Studenti alla guida dei tram? Il sindacato non ci sta
L'azienda dei trasporti di Zurigo intende in questo modo sgravare i propri dipendenti.
SVIZZERA
17 ore
Ecco in quali Cantoni i cellulari vengono rubati con più frequenza
Il Ticino si piazza in fondo alla classifica stilata da Axa Assicurazioni.
ZURIGO
19 ore
Salvata dal lago, muore in ospedale
Non ce l'ha fatta l'anziana che martedì aveva perso i sensi nel corso di una nuotata al lido di Tiefenbrunnen.
SVIZZERA
20 ore
Tre tonnellate di oro di origine russa sotto la lente
Sono state importate in Svizzera dal Regno Unito lo scorso mese di maggio. Il valore è di 194 milioni di franchi
SVIZZERA
22 ore
«La Svizzera deve investire sulla difesa»
Il capo della Politica di sicurezza del DDPS prevede un deterioramento delle relazioni con la Russia nei prossimi anni.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile