Immobili
Veicoli
Imago
SVIZZERA
09.12.21 - 15:300

Settore turistico ottimista per la stagione invernale

Le prenotazioni sono superiori allo scorso anno, in particolare nelle regioni di montagna

ZURIGO - Gli operatori turistici svizzeri prevedono una stagione invernale 2021/22 in significativa crescita rispetto all'anno precedente. I livelli delle prenotazioni per l'imminente periodo festivo e per l'intera stagione invernale sono chiaramente al di sopra dell'anno precedente, che è stato d'altronde molto debole a causa della pandemia di coronavirus.

È quanto ha indicato oggi Svizzera Turismo, basandosi sui risultati di un sondaggio condotto tra i fornitori di prestazione del settore. Si tratta comunque di risultati da prendere con le pinze, sottolinea l'organizzazione di categoria: l'inchiesta è stata effettuata alla fine di novembre - prima che la situazione peggiorasse di nuovo con il diffondersi della nuova variante Omicron.

Soprattutto le zone di montagna si sono mostrate cautamente ottimiste: a fine novembre calcolavano il 34% di pernottamenti in più rispetto all'inverno scorso. Se questa previsione dovesse avverarsi, il livello dell'ultimo inverno prima della pandemia (2018/19) sarebbe quasi raggiunto, ha precisato Svizzera Turismo. Nelle campagne e nelle città l'incremento sarebbe in media del 32%.

A rompere le uova nel paniere è però giunta la nuova variante del virus: soprattutto i turisti provenienti dall'estero potrebbero infatti decidere di cancellare le ferie in Svizzera. L'incertezza - secondo Svizzera Turismo - è davvero grande.

La possibilità che il governo introducesse una quarantena obbligatoria ha fatto temere una perdita considerevole di ospiti da mercati esteri importanti come Germania, Benelux, Francia, Italia e Gran Bretagna, soprattutto in vista delle feste natalizie. Nel frattempo, il Consiglio federale ha allentato queste norme - ma l'incertezza rimane.

Il regime di test più severo e il possibile ulteriore inasprimento così come le restrizioni di capacità incontrano il favore degli operatori del settore, anche se rendono la situazione più difficile.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Boom di suicidi giovanili: «Abbiamo uno stato di emergenza»
Più 50%, rispetto al 2020, alla Clinica universitaria di psichiatria infantile e adolescenziale di Berna.
SVIZZERA
2 ore
Pierin Vincenz alla sbarra
Si aprirà martedì il processo all'ex Ceo di Raiffeisen
SVIZZERA
2 ore
SUV sulle nostre strade? Sempre più pericolosi
In caso di incidente incrementano il rischio di morte nell'auto più leggera del 50%.
SVIZZERA
3 ore
Con l'estate le restrizioni statali non serviranno più
L'ex membro della Task force Marcel Tanner spiega che sarà fondamentale puntare sulla responsabilità individuale
ZURIGO
4 ore
La polizia interrompe un raduno di auto modificate
Sette appassionati sono stati denunciati: le loro vetture presentavano modifiche non autorizzate
BERNA
18 ore
Morto schiacciato da un albero
L'uomo stava tagliando del legname in una zona boschiva.
SVIZZERA
19 ore
«Quasi nessun Omicron-contagiato in cure intense»
È ancora Delta, secondo quanto riportato da alcuni ospedali svizzeri, a causare i decorsi più gravi.
FOTO
BERNA
21 ore
"Libertà!" e bandiere svizzere nella capitale
La manifestazione, non autorizzata, è stata sorvegliata da vicino delle forze dell'ordine.
ZURIGO
23 ore
18enne gravemente ferito da un 17enne
L'aggressore è stato arrestato a casa sua dagli agenti della polizia cantonale
SVIZZERA
23 ore
Long Covid: pendenti 1'800 richieste all'AI
Al momento non sono però noti casi in cui la rendita di invalidità è stata effettivamente concessa.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile