Immobili
Veicoli
Archivio Depositphotos
SVIZZERA
07.12.21 - 09:520

Lunga vita alla radio FM

Una mozione chiede la disattivazione solo quando DAB e radio web avranno raggiunto una quota di mercato del 90%

BERNA - L'abbandono della radio FM dovrà avvenire solo quando il DAB e/o la ricezione radiofonica via Internet avranno raggiunto una quota di mercato del 90% circa. Lo chiede una mozione di Ruedi Noser (PLR/ZH), accolta oggi tacitamente dal Consiglio degli Stati con la benedizione del Governo, secondo cui la rilevazione di tale quota dovrebbe avvenire ad opera di un organo neutrale. Il dossier va al Nazionale.

Stando al senatore zurighese, nella fruizione mobile la radio riveste ancora un ruolo di grande rilievo a livello di informazione pubblica, specie per quanto attiene alle comunicazioni sul traffico, assai importanti fra l'altro per la sicurezza. È dunque essenziale raggiungere quanti più automobilisti possibile.

Poiché Internet è sempre più presente nei veicoli moderni - i servizi di streaming come Spotify si diffondono notevolmente e gli smartphone sono sempre più connessi al veicolo - la radio classica diventa così sempre meno richiesta. Ciò significa, a detta del consigliere agli stati PLR, che non solo la tecnologia FM, ma anche il DAB promosso dall'esecutivo perderà quote di mercato a favore dell'Internet mobile.

In questa situazione, per Noser non sarebbe opportuno forzare il passaggio da una tecnologia che sta perdendo quote di mercato, come il tradizionale FM, a una tecnologia sostenuta dallo Stato, come il DAB, che sta a sua volta perdendo quote di mercato. Ne conseguirebbero unicamente investimenti sbagliati da parte dei consumatori e un inutile rincaro dei prodotti in questione in Svizzera.

Ecco perché i trasmettitori FM dovrebbero essere spenti soltanto quando non risponderanno più a un bisogno. Occorre dunque rivedere la promozione unilaterale del DAB, a parere del senatore, evitando di indurre i consumatori a fare investimenti sbagliati.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
4 ore
Boom di suicidi giovanili: «Abbiamo uno stato di emergenza»
Più 50%, rispetto al 2020, alla Clinica universitaria di psichiatria infantile e adolescenziale di Berna.
SVIZZERA
6 ore
Pierin Vincenz alla sbarra
Si aprirà martedì il processo all'ex Ceo di Raiffeisen
SVIZZERA
6 ore
SUV sulle nostre strade? Sempre più pericolosi
In caso di incidente incrementano il rischio di morte nell'auto più leggera del 50%.
SVIZZERA
7 ore
Con l'estate le restrizioni statali non serviranno più
L'ex membro della Task force Marcel Tanner spiega che sarà fondamentale puntare sulla responsabilità individuale
ZURIGO
8 ore
La polizia interrompe un raduno di auto modificate
Sette appassionati sono stati denunciati: le loro vetture presentavano modifiche non autorizzate
BERNA
22 ore
Morto schiacciato da un albero
L'uomo stava tagliando del legname in una zona boschiva.
SVIZZERA
23 ore
«Quasi nessun Omicron-contagiato in cure intense»
È ancora Delta, secondo quanto riportato da alcuni ospedali svizzeri, a causare i decorsi più gravi.
FOTO
BERNA
1 gior
"Libertà!" e bandiere svizzere nella capitale
La manifestazione, non autorizzata, è stata sorvegliata da vicino delle forze dell'ordine.
ZURIGO
1 gior
18enne gravemente ferito da un 17enne
L'aggressore è stato arrestato a casa sua dagli agenti della polizia cantonale
SVIZZERA
1 gior
Long Covid: pendenti 1'800 richieste all'AI
Al momento non sono però noti casi in cui la rendita di invalidità è stata effettivamente concessa.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile