Immobili
Veicoli
Keystone (archivio)
SVIZZERA
04.12.21 - 09:000
Aggiornamento : 15:38

«Senza una proposta della Svizzera, non ci sarà mai un piano B»

Un pacchetto bilaterale con l'Ue? Parla l'esperto Nicolas Levrat: «Berna sa che esistono alternative all'accordo quadro»

BERNA - Una finestra di opportunità per i negoziati tra la Svizzera e l'UE su un nuovo pacchetto di accordi bilaterali «rimane aperta», secondo il professore di diritto Nicolas Levrat, che ha redatto un rapporto alcuni mesi fa. Sono però necessarie proposte da parte svizzera.

«È sufficiente che il futuro meccanismo di arbitrato cessi», afferma il direttore del Global Studies Institute (GSI) dell'Università di Ginevra, in un'intervista trasmessa a Le Temps, riferendosi al progetto di accordo quadro del 2018 che «considera la Corte di giustizia dell'Unione europea (CGUE) come ultima risorsa». «È possibile», ha aggiunto, citando una clausola dell'accordo economico e commerciale globale (CETA) tra l'Unione europea (UE) e il Canada. «Se noi riformuliamo il ruolo della CGUE, possiamo eliminare il fatale "mito" dei giudici stranieri».

Il contesto è cambiato
Anche se la richiesta svizzera di un tribunale arbitrale neutrale è stata rifiutata più volte da Bruxelles, il professore di diritto ritiene che ora potrebbe essere accettata «perché il contesto è cambiato e l'UE lo ha capito». Bruxelles ha abbandonato l'idea di un accordo applicabile a tutti i suoi partner, sottolinea. «C'è spazio per estendere l'eccezione svizzera, a condizione che la stabilità giuridica degli accordi sia garantita».

Se Berna e Bruxelles trovano un terreno d'intesa sulle questioni istituzionali, ha continuato Levrat, i tre punti sollevati dal Consiglio federale per giustificare l'abbandono del progetto di accordo quadro - cittadinanza europea, misure di accompagnamento e aiuti di Stato - possono essere risolti.

Per il professore, i negoziati su un pacchetto bilaterale potrebbero includere un nuovo accordo sulla ricerca, in particolare per continuare a partecipare al programma Orizzonte Europa, e un accordo sull'elettricità. Ma «senza una proposta della Svizzera, non ci sarà mai un piano B».

E il tempo perso finirà per costare caro alla Confederazione, avverte. «Il Consiglio federale sa che esistono alternative all'accordo quadro. Ha quindi i mezzi per prendere l'iniziativa».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
5 ore
Omicron ha ribaltato la graduatoria fra i cantoni
Appenzello virtuoso, Ginevra un flop. I cantoni della Svizzera orientale ora sono i meno toccati dal coronavirus.
SVIZZERA
6 ore
«Relazioni stabili con l'Ue, ma nessun accordo quadro 2.0»
L'intervento del presidente Ignazio Cassis al raduno dell'UDC zurighese all'Albisgüetli.
BERNA
11 ore
Un "virus" che dalla Svizzera si è diffuso in Cina
Fino al 1. maggio al Museo Alpino Svizzero di Berna saranno esposte fotografie in netto contrasto fra loro.
GRIGIONI
12 ore
Il WEF avrà luogo a fine maggio
Gli organizzatori hanno confermato che l'evento, procrastinato a causa di Omicron, si terrà nella località grigionese.
SVIZZERA
14 ore
Campagna vaccinale: nuove raccomandazioni
Le autorità sanitarie hanno aggiornato le raccomandazioni nell'ambito della campagna vaccinale.
SVIZZERA
14 ore
Omicron non cede: i nuovi casi sono 37'992
Sono 138 le persone ospedalizzate nelle ultime 24 ore. Il bollettino dell'Ufsp.
SAN GALLO
14 ore
Rubano un'auto, provocano un incidente e fuggono
Due dei tre presunti protagonisti dello scontro di Oberuzwil sono già stati arrestati dalla polizia.
SVIZZERA
16 ore
I Paesi dell'Africa australe fuori dalla lista nera
La SEM toglierà il blocco d'ingresso che era in vigore dal mese di novembre per contrastare la diffusione di Omicron.
GRIGIONI
17 ore
Ucciso un lupo, si avvicinava troppo all'uomo
Per le autorità grigionesi era "un pericolo potenziale per l'essere umano"
ZURIGO
19 ore
Una nuova variante può riportarci al punto di partenza?
Per l'epidemiologo Jürg Utzinger sono corrette le manovre del Consiglio federale decise da qui a marzo.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile