Immobili
Veicoli
Keystone
SVIZZERA
28.11.21 - 10:530
Aggiornamento : 12:19

«La nuova variante si diffonderà presto o tardi anche in Svizzera»

Al momento Tanja Stadler non si sbilancia su un'eventuale maggior pericolosità di Omicron.

«Quel che sappiamo della nuova variante è che ha infettato sia persone vaccinate che guarite e che si è imposta in aree del Sudafrica dove la Delta era dominante». Delta che resterà però il nostro maggior grattacapo anche nelle prossime settimane.

BERNA - Sempre più nazioni stanno segnalando i primi casi della variante Omicron (clicca qui per leggere il nostro live). Tra di essi troviamo anche due Paesi che confinano con la Svizzera: la Germania, dove due casi sono stati confermati ieri nella vicina Baviera, e l'Italia, dove un'infezione è stata identificata in Campania.

Laboratori al lavoro - Ma qual è la probabilità che la nuova variante, scoperta per la prima volta in Sudafrica, stia già circolando anche in Svizzera? La risposta viene da Tanja Stalder, responsabile della Taskforce nazionale Covid-19, intervistata dalla Nzz am Sonntag. «Finora non è stata trovata, ma non possiamo escludere che sia già arrivata anche da noi», sottolinea Stadler, precisando che i laboratori stanno lavorando senza sosta.

«Presto o tardi si diffonderà anche in Svizzera» - A ogni modo, secondo la docente del Politecnico federale di Zurigo, «presto o tardi Omicron si diffonderà anche in Svizzera». Per l'esperta, però, il nostro Paese (e più in generale l'Europa) ha «ancora tempo per prepararsi» alla sua venuta, «riducendo al minimo» il rischio che la variante si propaghi subito con quarantene e test all’entrata. Stadler ricorda inoltre che esistono test PCR che indicano la presenza di una variante che si discosta dalla Delta, che è attualmente la sola presente nella Confederazione. «In questo caso - precisa alla NZZ am Sonntag - è abbastanza probabile che si tratti di Omicron».

Guardare al Sudafrica - Al momento l'esperta non si sbilancia su un'eventuale maggior pericolosità della nuova variante. «Quel che sappiamo finora è che Omicron ha infettato sia persone vaccinate che guarite. Ma soprattutto sappiamo che si è imposta in aree del Sudafrica dove la Delta era dominante. E questa è un'informazione rilevante anche per la Svizzera». 

Delta pericolo pubblico numero uno - Ed è proprio la Delta a rimanere, per ora, il nemico pubblico numero uno della sanità elvetica. «Anche con la comparsa di Omicron il nostro problema principale rimarrà la Delta. E questo ancora per diverse settimane. Al momento il numero dei casi sta ancora raddoppiando ogni 14 giorni. Ecco perché è ancora più urgente a corto termine rallentare la circolazione del virus, somministrando rapidamente la terza dose». Per l'esperta in questo modo si potrà infatti «tenere sotto controllo la Delta» e «avere un alto livello d'immunità nella popolazione» prima che Omicron «ponga eventualmente il Paese davanti a sfide ancora maggiori».

«Anticipare i tempi» per la terza dose
Per portare sotto controllo l'epidemia, sulle pagine della "SonntagsZeitung" Richard Neher, dell'Università di Basilea e membro della task force, propone misure concrete: il lasso di tempo tra la seconda e la terza dose dovrebbe essere accorciata da sei a quattro-cinque mesi. A causa dei termini attualmente in vigore, moltissime persone non potranno ancora ricevere la terza dose fino alla fine dell'anno. Poiché il numero delle nuove infezioni si situa già a un livello elevato non basta frenare l'incremento, afferma Neher. Una riduzione è necessaria, e a questo scopo servono altre misure.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Don Quijote 1 mese fa su tio
Andrebbe contro le regole della natura che una nuova variante del virus, sempre più agonizzante, non si diffondesse cercando di resistere alla sempre maggior immunizzazione naturale della popolazione. Basta aprire ogni tanto un libro di storia e spengere la televisione.
marco17 1 mese fa su tio
Ci mancava il pronostico della Maga Otelma federale.
Um999 1 mese fa su tio
E ricordatevi: che dobbiamo morire tutti o prima o poi.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
5 ore
Omicron ha ribaltato la graduatoria fra i cantoni
Appenzello virtuoso, Ginevra un flop. I cantoni della Svizzera orientale ora sono i meno toccati dal coronavirus.
SVIZZERA
6 ore
«Relazioni stabili con l'Ue, ma nessun accordo quadro 2.0»
L'intervento del presidente Ignazio Cassis al raduno dell'UDC zurighese all'Albisgüetli.
BERNA
11 ore
Un "virus" che dalla Svizzera si è diffuso in Cina
Fino al 1. maggio al Museo Alpino Svizzero di Berna saranno esposte fotografie in netto contrasto fra loro.
GRIGIONI
12 ore
Il WEF avrà luogo a fine maggio
Gli organizzatori hanno confermato che l'evento, procrastinato a causa di Omicron, si terrà nella località grigionese.
SVIZZERA
14 ore
Campagna vaccinale: nuove raccomandazioni
Le autorità sanitarie hanno aggiornato le raccomandazioni nell'ambito della campagna vaccinale.
SVIZZERA
14 ore
Omicron non cede: i nuovi casi sono 37'992
Sono 138 le persone ospedalizzate nelle ultime 24 ore. Il bollettino dell'Ufsp.
SAN GALLO
14 ore
Rubano un'auto, provocano un incidente e fuggono
Due dei tre presunti protagonisti dello scontro di Oberuzwil sono già stati arrestati dalla polizia.
SVIZZERA
16 ore
I Paesi dell'Africa australe fuori dalla lista nera
La SEM toglierà il blocco d'ingresso che era in vigore dal mese di novembre per contrastare la diffusione di Omicron.
GRIGIONI
17 ore
Ucciso un lupo, si avvicinava troppo all'uomo
Per le autorità grigionesi era "un pericolo potenziale per l'essere umano"
ZURIGO
19 ore
Una nuova variante può riportarci al punto di partenza?
Per l'epidemiologo Jürg Utzinger sono corrette le manovre del Consiglio federale decise da qui a marzo.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile