Immobili
Veicoli
keystone
SVIZZERA
25.11.21 - 14:480

Unia accusa il Black Friday

Influisce negativamente su stipendi e condizioni di impiego. Il sindacato punta il dito contro il commercio online

BERNA - No a una guerra dei prezzi combattuta sulle spalle dei lavoratori, che devono sobbarcarsi stress, lunghe giornate d'attività e pressione sui salari: è l'altolà lanciato oggi da Unia in occasione del Black Friday, la giornata dei super sconti veri o presunti tali.

Il cosiddetto venerdì nero segna l'inizio del periodo più stressante nel commercio online e stazionario, ricorda il sindacato in un comunicato odierno. Venditrici, fattorini delle consegne e addetti nel settore della logistica vengono oberati per soddisfare la frenesia di consumo alimentata dalle aziende.

La guerra dei prezzi che ne nasce è a spese dei lavoratori, che devono sobbarcarsi giorni di lavoro senza una fine prevedibile, straordinari che non sono sempre pagati o compensati, nonché un enorme carico di lavoro a causa delle scadenze estremamente brevi e della mancanza di personale. Si fanno inoltre largo i fenomeni del lavoro su chiamata e delle esternalizzazioni.

Secondo Unia a soffrire è in ultima analisi la salute dei dipendenti, che devono fare i conti con un enorme stress, con l'esaurimento fisico, nonché con molti straordinari serali e domenicali. Particolarmente sotto pressione si trova ad essere chi ha responsabilità familiari.

Tutto questo avviene nell'ambito di un comparto che paga salari tuttora bassi. Le baruffe scatenate dal Black Friday e dal Cyber Monday, così come la vendita al dettaglio online, mettono sotto pressione i margini delle aziende, cosa che naturalmente influisce anche sulle condizioni di impiego e sugli stipendi.

Secondo Unia i modelli di attività precari e ultra-flessibili non hanno ragione di esistere. L'organizzazione avanza quindi diverse rivendicazioni, chiedendo nell'ordine: la registrazione e il pagamento di tutte le ore di lavoro; il rispetto rigoroso dei periodi di riposo e delle pause (nessuna settimana di sei giorni); orari di lavoro resi noi in anticipo e che rispettano le disposizioni legali e il contratto collettivo di lavoro (CCL); limitazione della giornata lavorativa a un massimo di 10 ore; rapida compensazione degli straordinari; stop al lavoro su chiamata; limitazione delle catene di subappaltatori; applicazione del principio della responsabilità solidale fra chi esternalizza e chi esegue i lavori.

I dipendenti dei rami dei trasporti, della logistica e dell'elaborazione degli ordini online hanno inoltre bisogno di un miglioramento delle loro condizioni di lavoro, da ottenere attraverso un forte CCL, prosegue Unia. Un'intesa di tal tipo proteggerà il personale e garantirà condizioni di parità per tutti gli operatori del mercato.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Ultimo sprint dopo una maratona durata cinque anni
A Davos, Ignazio Cassis ha promosso «in modo mirato» la candidatura svizzera al Consiglio di sicurezza dell'Onu.
URI
2 ore
A ripulire il monumento ci hanno pensato alcuni cittadini
Il restauro dell'opera presente nelle Gole della Schöllenen rischiava di diventare un vero e proprio caso diplomatico.
SVIZZERA
3 ore
Come ti aggiro le sanzioni
Gli operatori di viaggio della Federazione Russa continuano a offrire vacanze in Europa occidentale, Svizzera compresa.
VAUD
4 ore
Non rispetta la precedenza, deceduto un ciclista
Incidente fatale nel canton Vaud. L'intervento immediato dei soccorsi non ha potuto evitare il peggio.
ZURIGO
15 ore
«L'autista mi ha chiesto di fare sesso»
Uber nella bufera dopo lo sfogo su Instagram di un'utente molestata. Le testimoniante di altre quattro donne
SAN GALLO
16 ore
Si schianta in moto, muore 61enne
Incidente fatale questa sera a Eggersriet. La vittima è un cittadino italiano
VALLESE
17 ore
«Tra madre e figlio c'erano tensioni»
Tragedia familiare a Sierre. Il 14enne fermato sarebbe affetto da autismo
BASILEA
19 ore
Roche: tre kit diagnostici per il vaiolo delle scimmie
Sono disponibili nella maggior parte dei paesi e permettono d'identificare questi virus "d'importazione"
BASILEA CAMPAGNA
20 ore
Risolto il mistero del pollice mozzato
Il dito apparteneva a un operaio che se l'era reciso con una smerigliatrice.
BERNA 
22 ore
Berna vuole confiscare il ricco patrimonio di Yuriy Ivanyushchenko
I beni dell'oligarca ed ex parlamentare ucraino in Svizzera ammontano a oltre 100 milioni di franchi
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile