Immobili
Veicoli
Alters- und Pflegheim Dr Heimä
OBVALDO
01.11.21 - 11:050
Aggiornamento : 13:06

Nove morti per il virus in casa anziani, troppi non vaccinati

Sui 50 ospiti della casa di cura Dr Heimä di Giswil, solo 32 sono vaccinati.

Il direttore della struttura aveva fatto credere che tutte le persone decedute lo fossero, mettendo in dubbio l'efficacia del vaccino. Ma sei su nove non avevano mai ricevuto il preparato immunizzante.

GISWIL - È indagine aperta sulla casa anziani Dr Heimä di Giswil. Dopo il decesso di nove anziani sull’arco di sole due settimane, la direzione della struttura è stata accusata dai familiari dei residenti di non avere rispettato le disposizioni Covid, forzando i dipendenti a non indossare la mascherina. E, in seguito alla conferma di alcuni ex dipendenti, emergono nuovi dettagli. 

Il direttore della struttura ha dapprima affermato che le morti non significavano niente di buono rispetto all’efficacia del vaccino. Il Dipartimento cantonale della salute ha però riferito che, delle allora sei persone decedute, solo due erano state vaccinate. 

Allo stato attuale, dei nove residenti che hanno perso la vita, solo tre erano vaccinati. E sul totale degli ospiti, 50 in tutto, solo a 32 è stato somministrato il preparato immunizzante. Anche per Obvaldo, uno dei cantoni con il tasso di vaccinazione più basso in Svizzera, si tratta di una percentuale sorprendentemente bassa per una casa di riposo, scrive la Sonntagszeitung. 

Nel frattempo il presidente del consiglio di fondazione della struttura e consigliere cantonale UDC Albert Sigrist ha sottolineato la responsabilità del cantone per quanto riguarda la vaccinazione dei residenti.

La scorsa settimana, il dipartimento della salute ha dichiarato di voler sostenere la casa di riposo nel far fronte all'epidemia di Covid, «ma la cooperazione è difficile e poco collaborativa». La casa avrebbe violato il diritto del lavoro e il regolamento Covid-19 riguardo alla situazione particolare. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
VAUD
37 min
Dramma a Montreux: il 15enne è fuori pericolo
Le condizione dell'adolescente sono stabili, rimane comunque sotto osservazione medica.
VALLESE
1 ora
Dramma familiare a Sierre: un morto
Durante la notte tra domenica 22 e lunedì 23 maggio, un adolescente ha ferito mortalmente la madre di 41 anni.
BERNA
2 ore
Maurer è contrario agli aiuti alle famiglie per il caro-energia
Secondo il consigliere federale «non ci sono soldi per questo».
GINEVRA
3 ore
Candidato per i Verdi? Tra i requisiti: non mangiare carne
«Non possiamo dire agli elettori di moderare i consumi dei derivati animali, se i nostri rappresentanti ne sono ingordi»
FOTO
ARGOVIA
4 ore
Vandalo in manette a Wohlen: «Danni per centomila franchi»
Vetrine di negozi sfondate e parabrezza infranti: la polizia ha arrestato un 25enne italiano senza fissa dimora.
ZURIGO
16 ore
Fuochi e botti autoprodotti, 18enne ancora in ospedale
Il 18enne, in gravi condizioni, è ancora in ospedale.
SVIZZERA
17 ore
I dati contenuti su lemievaccinazioni.ch vanno cancellati
Su ordine di Mister Dati, tutte le informazioni presenti sulla piattaforma dovranno essere distrutte
GINEVRA
17 ore
Vaiolo delle scimmie: secondo caso in Svizzera
Il nuovo contagio è stato diagnosticato a Ginevra. Il primo era stato a Berna.
BASILEA CITTÀ
19 ore
Grave da sabato, deceduta la bambina rimasta sott'acqua
I soccorritori erano riusciti a rianimare la piccola e a trasportala in ospedale, ma non ce l'ha fatta.
SVIZZERA
20 ore
Hai bisogno del booster per viaggiare? «Te lo paghi»
L'UFSP stima che fino a ventimila svizzeri effettueranno un'ulteriore dose di richiamo per andare all'estero.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile