20min/Marco Zangger
SOLETTA
27.10.21 - 13:250
Aggiornamento : 16:54

Una palestra ha “assunto” i clienti non vaccinati come influencer per aggirare l'obbligo di certificato Covid

Lo stratagemma è stato adottato in una struttura solettese, ma è poi stato segnalato alle autorità

SOLETTA - In Svizzera l'obbligo di certificato Covid è scattato lo scorso 13 settembre. Anche per le palestre, dove però vale soltanto per gli utenti, non per i collaboratori. Ecco dunque che qualcuno ha tentato di sfruttare questa “lacuna”, proponendo alla propria clientela non vaccinata o non testata un contratto di lavoro come influencer.

È successo in una struttura solettese, come riferisce oggi la Solothurner Zeitung, che riporta la testimonianza del gestore: «La soluzione mi è stata proposta da un avvocato. Il 60% dei miei clienti non è vaccinato, non mi posso permettere di fare a meno di loro».

Com'è dunque andata? Pochi giorni dopo l'estensione dell'obbligo di certificato Covid, la palestra ha proposto per iscritto ai clienti interessati un contratto come influencer. Non era prevista alcuna retribuzione. Ma “trasformandosi” in collaboratori, i clienti non vaccinati avevano la possibilità di frequentare la palestra senza restrizioni. La proposta era stata accettata da diversi utenti.

Il trucco è però durato poco, secondo quanto si legge ancora sulla testata solettese: alcuni clienti hanno infatti segnalato la situazione alle autorità cantonali, che sono intervenute prima della fine di settembre. «Da allora mi sono attenuto alle regole» assicura il titolare della palestra. Attualmente le autorità stanno chiarendo la situazione legale, sottolineando che con questa soluzione è stato deliberatamente aggirato l'obbligo di certificato Covid.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
Omicron: primo caso sospetto in Svizzera
L'Ufsp sta svolgendo accertamenti su una persona rientrata dal Sudafrica una settimana fa
SVIZZERA
6 ore
Predatori, inquilini, stranieri: le votazioni negli altri cantoni
In 10 cantoni i cittadini si sono espressi su oggetti locali. Ecco i risultati
SVIZZERA
6 ore
«L'odio e la rabbia non appartengono alla Svizzera»
Quello della Legge Covid «è il miglior risultato mai raggiunto da una legge posta sotto referendum», così Berset.
ZUGO
9 ore
L'albero di natale in macchina, la multa all'autista
L'appello della polizia: «Bisogna fare attenzione che il carico non ostruisca la visuale»
SVIZZERA
12 ore
Camici in aria, approvata l'iniziativa sulle cure infermieristiche
Il risultato è apparso chiaro sin dai primi risultati: è un trionfo dei favorevoli.
SVIZZERA
12 ore
Sorteggio per eleggere i giudici? Niente da fare
Il 68,1% dei cittadini svizzeri ha deciso di mantenere il sistema attuale
SVIZZERA
12 ore
Fine dei giochi, la Legge Covid trionfa con un netto sì
Il 62% degli svizzeri ha approvato il testo. Alto tasso di consensi anche in Ticino.
FOTO
SVIZZERA
12 ore
Palazzo federale blindato per il voto
Misure di protezione mai viste a Berna in vista del voto odierno sulla Legge Covid-19.
SVIZZERA
13 ore
«La nuova variante si diffonderà presto o tardi anche in Svizzera»
Al momento Tanja Stadler non si sbilancia su un'eventuale maggior pericolosità di Omicron.
SVIZZERA
15 ore
«Venga introdotta la regola del 2G»
Nel giorno della votazione sulla Legge Covid-19, sale la pressione sulle persone non vaccinate.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile