20min
SVIZZERA
17.10.21 - 23:000

I cybercriminali stanno prendendo di mira gli smartphone elvetici

Sono in circolazione molti messaggi spam per far installare sul dispositivo un pericoloso malware

ZURIGO - Sono in molti coloro che negli scorsi giorni si sono ritrovati dei messaggi sospetti sul proprio smartphone. Messaggi provenienti da sconosciuti numeri elvetici, ma anche di altri paesi europei. Contengono poche parole in lingua tedesca che parlano di un presunto messaggio vocale o di una chiamata persa. E in particolare, presentano un vistoso link da cliccare. Ma non cliccatelo, perché altrimenti i cybercriminali saranno in grado di rubare le vostre password.

Come si evince dal portale Cybercrimepolice della polizia cantonale di Zurigo, si tratta di una nuova versione di FluBot, un malware che si installa sul proprio dispositivo consentendo ai malintenzionati d'impossessarsi dei nostri dati personali. In Svizzera sono oltre 130 le persone che, a causa di questo malware, si sono rivolte alle autorità.

Ma come funziona? Innanzitutto, si tratta di un malware che è in grado d'installarsi soltanto sui dispositivi Android. Chi possiede un iPhone può dunque stare tranquillo, per ora. Nel momento in cui si clicca sul link presente nel messaggio, viene richiesta l'installazione di un'app. In seguito, messaggi analoghi vengono mandati ad altre potenziali vittime.

Nel frattempo, il malware cerca di accedere alle informazioni personali, creando pagine d'accesso false per app bancarie o delle carte di credito.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
Omicron: primo caso sospetto in Svizzera
L'Ufsp sta svolgendo accertamenti su una persona rientrata dal Sudafrica una settimana fa
SVIZZERA
6 ore
Predatori, inquilini, stranieri: le votazioni negli altri cantoni
In 10 cantoni i cittadini si sono espressi su oggetti locali. Ecco i risultati
SVIZZERA
6 ore
«L'odio e la rabbia non appartengono alla Svizzera»
Quello della Legge Covid «è il miglior risultato mai raggiunto da una legge posta sotto referendum», così Berset.
ZUGO
9 ore
L'albero di natale in macchina, la multa all'autista
L'appello della polizia: «Bisogna fare attenzione che il carico non ostruisca la visuale»
SVIZZERA
12 ore
Camici in aria, approvata l'iniziativa sulle cure infermieristiche
Il risultato è apparso chiaro sin dai primi risultati: è un trionfo dei favorevoli.
SVIZZERA
12 ore
Sorteggio per eleggere i giudici? Niente da fare
Il 68,1% dei cittadini svizzeri ha deciso di mantenere il sistema attuale
SVIZZERA
12 ore
Fine dei giochi, la Legge Covid trionfa con un netto sì
Il 62% degli svizzeri ha approvato il testo. Alto tasso di consensi anche in Ticino.
FOTO
SVIZZERA
12 ore
Palazzo federale blindato per il voto
Misure di protezione mai viste a Berna in vista del voto odierno sulla Legge Covid-19.
SVIZZERA
13 ore
«La nuova variante si diffonderà presto o tardi anche in Svizzera»
Al momento Tanja Stadler non si sbilancia su un'eventuale maggior pericolosità di Omicron.
SVIZZERA
15 ore
«Venga introdotta la regola del 2G»
Nel giorno della votazione sulla Legge Covid-19, sale la pressione sulle persone non vaccinate.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile