Keystone (archivio)
Sconfitta su tutta la linea.
ZURIGO
15.10.21 - 15:530

Affare Paulsen, il tribunale dà ragione a TX Group

I giudici hanno respinto oggi la denuncia del miliardario svedese che si riteneva vittima di una campagna diffamatoria.

Per il Tribunale distrettuale di Zurigo tutti gli articoli redatti avevano «un interesse pubblico».

ZURIGO - I giornali del gruppo mediatico zurighese TX Group non hanno condotto una campagna contro Frederik Paulsen: il tribunale distrettuale di Zurigo ha respinto oggi la denuncia del miliardario svedese per lesioni illecite alla sua personalità, sottolineando che nessuno degli articoli incriminati lede alla personalità del querelante. La denuncia è stata respinta nella sua integrità, ha comunicato oggi il tribunale in una sentenza di 114 pagine.

Paulsen, presidente del gruppo farmaceutico Ferring con sede a St-Prex (VD), ritiene di essere stato vittima di una campagna mediatica diffamatoria condotta da parte di giornali di TX Group attraverso diverse decine di articoli tra il giugno 2018 e il febbraio 2019.

Viaggi con politici - Gli articoli incriminati riportano che il miliardario ha fatto diversi viaggi in Russia con politici svizzeri nella sua funzione di console onorario russo. Paulsen sostiene che questi reportage non siano di alcun interesse e che la sua personalità sia stata lesa. Ha quindi chiesto la cancellazione di tali articoli da tutti gli archivi.

Il tribunale distrettuale di Zurigo ritiene invece che gli articoli trattino temi politici ed economici per i quali "esiste un interesse pubblico" e cita, tra l'altro, i legami tra la politica e il mondo degli affari, la concessione di vantaggi ai politici, la tassazione forfettaria, l'esenzione fiscale, l'ottimizzazione fiscale e le costruzioni offshore.

Paulsen ha sostenuto davanti al tribunale che solo raramente ha cercato la pubblicità. Non è quasi mai apparso sulla stampa.

Persona d'interesse pubblico - Da parte sua la corte ritiene che il miliardario debba essere considerato una persona d'interesse pubblico. È un uomo ricco e presidente del consiglio di amministrazione di una grande società attiva a livello mondiale la cui sede è nel cantone di Vaud.

Inoltre, è console onorario di Russia. «La sua vita privata deve essere valutata più da vicino rispetto a quella di un contemporaneo sconosciuto», viene sottolineato nella sentenza.

Quest'ultima, inviata alle parti ieri, non è ancora passata in giudicato: un ricorso può essere presentato entro 30 giorni alla corte d'appello di Zurigo.
 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
spike3.0 1 mese fa su tio
Uau...stasera dormo tranquillo
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Attivista no vax rifiuta di pagare le tasse
Dopo il sì alla Legge Covid, Daniel Trappitsch non intende versare altri contributi.
ARGOVIA
4 ore
Hanno dovuto scegliere chi ricoverare
Il primo caso alla clinica Hirslanden di Aarau, dove metà del reparto è occupato da pazienti Covid.
ARGOVIA
4 ore
Incendio in un appartamento, morta una donna
Il rogo è divampato ieri sera in una casa plurifamiliare a Döttingen. Ancora ignote le cause.
SVIZZERA
6 ore
Più divieti per i non vaccinati: «È un'opzione»
Le parole di Lukas Engelberger. E su un eventuale obbligo vaccinale: «Pericoloso per il rapporto tra Stato e cittadini»
SVIZZERA
7 ore
«Misure incoerenti. Svizzeri discriminati rispetto ai frontalieri»
Viaggi, vaccini e terze dosi. Lorenzo Quadri interpella il Consiglio federale sulle decisioni annunciate venerdì
SVIZZERA
7 ore
La presidenza ci mostrerà un nuovo Ignazio Cassis?
Ne è convinto l'amico Fulvio Pelli in attesa della data storica (per il Ticino) dell'8 dicembre
SVIZZERA
15 ore
Senza tampone in aeroporto? Il rientro diventa un caos
Il caso di un manager che si è trovato bloccato in Germania: per prendere un volo per Zurigo ha sborsato 520 euro.
BASILEA CITTÀ
17 ore
Fiamme in una residenza assistita: grave un 86enne
Le cause dell'incendio sono al vaglio della polizia
FRIBURGO
22 ore
Ritorna l'obbligo di mascherina nelle scuole medie
Il provvedimento scatterà lunedì e sarà in vigore fino alle vacanze di Natale
SVIZZERA
1 gior
Swiss congela i voli per Hong Kong
La decisione è stata presa a causa delle rigide misure di quarantena previste per i membri dell'equipaggio
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile