Keystone
SVIZZERA
13.10.21 - 15:190

«Un aperitivo che è un ulteriore passo verso la normalità»

Per la prima volta dallo scoppio della pandemia, il Consiglio federale si è riunito lontano da Palazzo federale.

L'ha fatto a Lucerna, dove i membri dell'esecutivo (tranne Ueli Maurer) hanno incontrato la popolazione e le autorità locali.

BERNA - Quindicesima seduta extra-muros del Consiglio federale oggi a Lucerna. Dopo aver sbrigato gli affari correnti alla Scuola universitaria di musica, poco dopo mezzogiorno, come tradizione dal 2010, l'esecutivo ha incontrato la popolazione e le autorità lucernesi per un aperitivo al Museo dei trasporti.

«Questo aperitivo è un ulteriore passo verso la normalità», ha dichiarato il presidente della Confederazione Guy Parmelin. L'ultima riunione fuori da Palazzo federale si era tenuta infatti nel maggio 2019 a Zurigo, prima cioè della pandemia di coronavirus.

Non sono mancate le consuete fotografie di rito con i sei consiglieri federali presenti - Ueli Maurer era assente perché in viaggio a Washington - e sono state in particolare apprezzate le specialità lucernesi, quali salsicce e formaggi.

Democrazia si arricchisce con confronti - Mentre i consiglieri federali scambiavano opinioni e vedute con i cittadini lucernesi, fuori dal Museo dei trasporti un centinaio di oppositori alle misure per contrastare il Covid-19 hanno manifestato il loro dissenso. «La democrazia si arricchisce con questi confronti. Ma occorre trovare soluzioni costruttive», ha aggiunto Parmelin.

In precedenza, incontrando i media, il consigliere federale vodese ha dichiarato che gli scambi con la popolazione sono importanti per il Governo e a causa della pandemia assumono una rilevanza ancor maggiore. La gente reagisce in maniera diversa alle crisi e l'esecutivo deve ascoltare anche chi non fa rumore, ha sottolineato Parmelin.

15esima volta dal 2010 - Con queste riunioni e incontri al di fuori di Palazzo federale il Governo intende manifestare il proprio legame con tutte le regioni della Svizzera; per questo, nell'estate del 2010 ha iniziato a tenere sedute ordinarie extra muros e a incontrare la popolazione dei Cantoni cui rende visita.

I Cantoni ad aver finora avuto questa opportunità sono Ticino e Giura nel 2010, Uri, Vallese e Basilea Città nel 2011, Sciaffusa nel 2012, Vaud nel 2013, Svitto nel 2014, Friburgo nel 2015, Vaud e Glarona nel 2016, Soletta nel 2017, San Gallo nel 2018 e Zurigo - come detto - nel 2019.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
5 ore
Senza tampone in aeroporto? Il rientro diventa un caos
Il caso di un manager che si è trovato bloccato in Germania: per prendere un volo per Zurigo ha sborsato 520 euro.
BASILEA CITTÀ
6 ore
Fiamme in una residenza assistita: grave un 86enne
Le cause dell'incendio sono al vaglio della polizia
FRIBURGO
11 ore
Ritorna l'obbligo di mascherina nelle scuole medie
Il provvedimento scatterà lunedì e sarà in vigore fino alle vacanze di Natale
SVIZZERA
15 ore
Swiss congela i voli per Hong Kong
La decisione è stata presa a causa delle rigide misure di quarantena previste per i membri dell'equipaggio
SVIZZERA
17 ore
Unia: «Si riduca l'orario di lavoro per tutti, referendum se aumenta l'età pensionabile»
Ecco cosa è emerso dall'assemblea dei delegati del sindacato, oggi a Berna
SVIZZERA
18 ore
«Misure tardive, andiamo verso una catastrofe»
L'infettivologo Andreas Widmer, presidente di Swissnoso: «Servono più restrizioni per i non vaccinati»
SVIZZERA
20 ore
«Senza una proposta della Svizzera, non ci sarà mai un piano B»
Un pacchetto bilaterale con l'Ue? Parla l'esperto Nicolas Levrat: «Berna sa che esistono alternative all'accordo quadro»
SVIZZERA
20 ore
«Diffondono il virus senza rendersene conto»
L'epidemiologa Susi Kriemler suggerisce la via dei test regolari per tracciare e contenere i contagi tra i giovanissimi
SVIZZERA
1 gior
«La gente rischia di perdere la fiducia»
Ospedali al limite, trasporto pubblico in difficoltà. I sociologi sono preoccupati per l'impatto sull'opinione pubblica
Ginevra
1 gior
Crivella di colpi l'amico, condannato a 16 anni
I fatti risalgono al 2016, quando un 42enne in seguito a un alterco aveva giustiziato un uomo in una sala da tè
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile