Immobili
Veicoli
20min/Simon Glauser
SVIZZERA
12.10.21 - 18:580
Aggiornamento : 23:40

Via i buoni per i pensionati, più soldi per i collaboratori attivi

A seguito della decisione della Posta, scatta la petizione firmata da oltre mille ex dipendenti.

BERNA - La Posta ha deciso di abolire dal 2022 i buoni di 200 franchi destinati ai collaboratori andati in pensione, che erano un segno di ringraziamento per il loro lavoro svolto per anni nell'azienda parastatale. Il sindacato syndicom ha deplorato tale decisione e lanciato una petizione, già firmata da oltre 1'000 pensionati nel fine settimana.

Questi ex impiegati della Posta hanno voluto esprimere la loro delusione, in particolare per il mancato apprezzamento di cui si sentono oggetto, ha indicato oggi in una nota syndicom.

Il sindacato chiede alla Posta di rivedere questa decisione. I buoni per il personale di 200 franchi ricompensano anni di lavoro effettuati in favore dell'azienda e sono molto apprezzati dagli ex dipendenti, ha precisato syndicom.

La Posta privilegia i collaboratori attivi - Interpellata dall'agenzia Keystone-ATS, la Posta ha indicato di aver deciso di voler destinare tale somma ai collaboratori tuttora attivi nell'azienda, così da accrescere ancor più la sua attrattiva sul mercato del lavoro, ha precisato una portavoce. Finora l'azienda distribuiva circa 3,5 milioni di franchi all'anno in buoni per i circa 20'000 pensionati.

Il gigante giallo preferisce ora mettere l'accento sull'organizzazione di eventi conviviali per tali persone. Incoraggia per esempio la creazione di associazioni regionali, che si occuperanno di preparare gli appuntamenti annuali loro destinati. In tale contesto, la Posta verserà un contributo di 60 franchi per persona e per pasto e fornirà un sostegno finanziario ad altre attività avviate da queste associazioni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
7 ore
Omicron ha ribaltato la graduatoria fra i cantoni
Appenzello virtuoso, Ginevra un flop. I cantoni della Svizzera orientale ora sono i meno toccati dal coronavirus.
SVIZZERA
8 ore
«Relazioni stabili con l'Ue, ma nessun accordo quadro 2.0»
L'intervento del presidente Ignazio Cassis al raduno dell'UDC zurighese all'Albisgüetli.
BERNA
14 ore
Un "virus" che dalla Svizzera si è diffuso in Cina
Fino al 1. maggio al Museo Alpino Svizzero di Berna saranno esposte fotografie in netto contrasto fra loro.
GRIGIONI
15 ore
Il WEF avrà luogo a fine maggio
Gli organizzatori hanno confermato che l'evento, procrastinato a causa di Omicron, si terrà nella località grigionese.
SVIZZERA
16 ore
Campagna vaccinale: nuove raccomandazioni
Le autorità sanitarie hanno aggiornato le raccomandazioni nell'ambito della campagna vaccinale.
SVIZZERA
17 ore
Omicron non cede: i nuovi casi sono 37'992
Sono 138 le persone ospedalizzate nelle ultime 24 ore. Il bollettino dell'Ufsp.
SAN GALLO
17 ore
Rubano un'auto, provocano un incidente e fuggono
Due dei tre presunti protagonisti dello scontro di Oberuzwil sono già stati arrestati dalla polizia.
SVIZZERA
19 ore
I Paesi dell'Africa australe fuori dalla lista nera
La SEM toglierà il blocco d'ingresso che era in vigore dal mese di novembre per contrastare la diffusione di Omicron.
GRIGIONI
20 ore
Ucciso un lupo, si avvicinava troppo all'uomo
Per le autorità grigionesi era "un pericolo potenziale per l'essere umano"
ZURIGO
22 ore
Una nuova variante può riportarci al punto di partenza?
Per l'epidemiologo Jürg Utzinger sono corrette le manovre del Consiglio federale decise da qui a marzo.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile