Immobili
Veicoli
20 min/Vanessa Lam
SVIZZERA
12.10.21 - 10:470
Aggiornamento : 13:00

Il 52% degli svizzeri è favorevole ai trenta chilometri all'ora, ma non sulle strade principali

È quanto emerge da un sondaggio UPI. Si mira a più sicurezza. In più località si punta invece a ridurre il rumore

BERNA - Una maggioranza risicata della popolazione svizzera (si tratta del 52% dei cittadini) è favorevole al limite di velocità di trenta chilometri orari all'interno delle località, ad eccezione degli assi stradali principali. In Ticino i favorevoli sono pari al 68%. È quanto emerge dal sondaggio 2021 dell'Ufficio prevenzione infortuni (UPI). Il sostegno è più pronunciato tra gli anziani (59%) che tra i giovani di età compresa tra i quindici e i ventiquattro anni (40%).

La misura dei trenta chilometri all'ora è - come afferma Stefan Siegrist, direttore UPI - «essenziale» per la prevenzione degli incidenti gravi, ma «è ancora lungi dall'essere sfruttata appieno». Secondo le analisi dell'UPI, il numero di incidenti gravi potrebbe essere ridotto di almeno un terzo se si limitasse la velocità all'interno delle località.

Ma nella zona a trenta chilometri orari i pedoni non hanno la precedenza. Una regola, questa, che sembra essere poco nota alla popolazione. Sempre da quanto emerge dal sondaggio, quasi tre quarti degli svizzeri (70%) è convinto che i pedoni abbiano la precedenza. Ce l'hanno invece automobilisti, motociclisti e ciclisti, come ricorda l'UPI.

Questione di rumore - Nel frattempo in più località si chiede l'introduzione dei trenta chilometri all'ora su tutte le strade, ma soltanto di notte tra le 22 e le 6. In questo caso non viene considerato come un provvedimento per migliorare la sicurezza stradale, bensì per ridurre il rumore del traffico. Una richiesta in tal senso è stata di recente avanzata dai Verdi a Bellinzona e Locarno. A Losanna, invece, la velocità è stata ridotta per un periodo sperimentale di sette settimane su centoventi strade.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
8 ore
Oggi ha fatto caldissimo
Domani pomeriggio sono attese temperature ancora più elevate, si toccheranno i 33 gradi: una novità per essere in maggio
FOTOGALLERY
SVIZZERA
10 ore
Ecco i prodotti per i quali si dovrà sborsare di più
Ad aprile l'inflazione ha raggiunto l'apice della crisi finanziaria facendo lievitare il costo di molti beni di consumo.
SVIZZERA
12 ore
Presidente slovacca accolta con gli onori militari
Visita di Stato per Zuzana Caputova, che ha incontrato il Consiglio federale.
FOTO
FRIBURGO
13 ore
Insediamenti romani tornano a splendere dopo 1'700 anni
Gli archeologi friburghesi hanno trovano vestigia romane conservate «in modo eccezionale»
VAUD
13 ore
Prosciolte le femministe per il topless, ma condannate per altri motivi
Sei attiviste sono comparse oggi davanti al Tribunale di polizia di Losanna.
SVIZZERA
16 ore
L'Astra Bridge funziona, ma...
L'USTRA traccia un primo bilancio della struttura che per la prima volta viene utilizzata sull'A1
VAUD
16 ore
Siringhe al Balélec: attaccate cinque persone
In quattro si sono presentate in ospedale in seguito al festival, e una quinta ha denunciato l'accaduto in polizia
GINEVRA
17 ore
Il negazionista finisce in cella
Tesi razziste sui social network: un membro del Front National Suisse condannato a tre mesi di carcere
SVIZZERA
18 ore
Altri milioni per proteggere il bestiame dal lupo
La Confederazione mette a disposizione fondi supplementari a sostegno dell'economia alpestre tradizionale
SVIZZERA
19 ore
L'imposta sulla benzina non si tocca (per ora)
Il Governo ritiene che al momento non sia necessario adottare provvedimenti. Ma la situazione è sotto osservazione
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile